30 episodes

Bici come alternativa alla routine di traffico e smog, bici come viaggio, Bici come impresa, come opportunità di lavoro, come tendenza; bici come mezzo di socializzazione, per reinventare itinerari, per sfuggire al quotidiano, per mantenersi in salute. Bici come ecologia, come filosofia di vita, come modo di osservare il mondo con altri occhi e con altri ritmi. Bici come mito, con le sue figure leggendarie e i suoi grandi personaggi. Bici tecnologiche, vintage, tradizionali, pieghevoli, cargo o elettriche. Pedalare non è solo un impegno muscolare, ma una predisposizione dell'animo. E fa girare anche la nostra economia: il mercato della bici in Italia vale oltre un miliardo di euro l'anno, siamo tra i maggiori esportatori di prodotti legati alla bici. Un programma che vuole raccontare le mille declinazioni di un mezzo antico, ma che rappresenta una grande scommessa per il futuro.

A ruota libera Radio 24

    • News

Bici come alternativa alla routine di traffico e smog, bici come viaggio, Bici come impresa, come opportunità di lavoro, come tendenza; bici come mezzo di socializzazione, per reinventare itinerari, per sfuggire al quotidiano, per mantenersi in salute. Bici come ecologia, come filosofia di vita, come modo di osservare il mondo con altri occhi e con altri ritmi. Bici come mito, con le sue figure leggendarie e i suoi grandi personaggi. Bici tecnologiche, vintage, tradizionali, pieghevoli, cargo o elettriche. Pedalare non è solo un impegno muscolare, ma una predisposizione dell'animo. E fa girare anche la nostra economia: il mercato della bici in Italia vale oltre un miliardo di euro l'anno, siamo tra i maggiori esportatori di prodotti legati alla bici. Un programma che vuole raccontare le mille declinazioni di un mezzo antico, ma che rappresenta una grande scommessa per il futuro.

    Eurobike 2021 e l'itinerario del lago di Costanza

    Eurobike 2021 e l'itinerario del lago di Costanza

    Dagli occhiali con specchietto retrovisore incorporato alle borracce comprimibili in titanio, dalle più sofisticate tute antipioggia alle cargo ultraleggere: sono le ultime novità presentate a Eurobike 2021 di Friedrichshafen sul lago di Costanza, la più importante fiera europea per le aziende del settore della bicicletta e della mobilità dove siamo andati a curiosare la scorsa settimana. In questa puntata le voci dei vincitori del prestigioso Eurobike Award 2021 e di altri protagonisti della fiera. Da questa domenica si inaugura anche la rubrica "L'itinerario del cuore". Con Enrico Caracciolo, direttore di Itinerari e Luoghi partiamo proprio dal Lago di Costanza, luogo dove si è svolto Eurobike per raccontare uno dei più famosi percorsi cicloturistici d'Europa.

    Storie di bici e donne - Le cicliste urbane

    Storie di bici e donne - Le cicliste urbane

    Protagoniste di quest'ultimo episodio della serie dedicata alle storie di bici e donne sono le cicliste urbane. Parliamo del Fancy Women Bike Ride, il movimento nato a Smirne, in Turchia , nel 2013 e che da allora ha portato in piazza migliaia di donne nelle città di tutto il mondo per dimostrare che la bici è accessibile a tutti; della cargo bike, ultima frontiera della mobilità urbana, soprattutto per le famiglie; di donne migranti che imparano a pedalare solo in età adulta perché nel loro Paese era proibito farlo e di pregiudizi e difficoltà che le donne devono affrontare nell'uso quotidiano della bici come mezzo di trasporto. Con Chiara Aliverti, Giulia Grigoli, Pinar Pinzuti, Antonella Pesenti.

    Storie di bici e donne - Le cicloviaggiatrici

    Storie di bici e donne - Le cicloviaggiatrici

    Nel mondo sono esistite più cose di quanto gli uomini riuscissero a vedere e di certo non le vedranno meglio andando più veloci, diceva lo scrittore John Ruskin. Il viaggio in bicicletta permette sicuramente di scoprire il mondo con altri ritmi e con altri occhi. In questo episodio di A Ruota libera - storie di bici e donne che usano le due ruote per andare alla scoperta del mondo che siano territori lontani o che siano angoli poco conosciuti del nostro Paese. Ludovica Casellati detta Ladybici è testimonial di come un viaggio in bici possa essere davvero alla portata di tutti; Mila Brollo, di come un viaggio in bicicletta possa rappresentare anche un percorso di cambiamento interiore, una biciterapia, mentre Silvia Gottardi con il suo progetto "Cicliste per caso" pedala per dimostrare come la bici possa essere anche un simbolo di emancipazione femminile.

    Storie di bici e donne - Le sportive

    Storie di bici e donne - Le sportive

    "Negli ultimi due anni della sua vita era più affaticato. Io pedalavo davanti e lui dietro e quando andava in difficoltà, cambiava rapporto senza fare rumore, perché non mi accorgessi che stava facendo fatica" Norma Gimondi, classe 1970 e vicepresidente della Federazione ciclistica Italiana racconta così le pedalate con papà Felice. Grande sportiva, Norma, continua a macinare chilometri in bici e orse con il rammarico di non aver tentato anche lei la carriera da professionista. Angela Zizza, classe 1961 si è appassionata alla bici solo all'età di quarant'anni, ha corso più di 10 edizioni dell'Eroica e più volte la Parigi Breast , una testimonianza che il ciclismo di endurance può essere praticato dalle donne e a tutte le età. Paola Gianotti, classe 1981, atleta, ciclista di endurance, coach, speaker motivazionale e scrittrice, è detentrice di tre record del mondo: il giro del mondo in bici in 144 giorni, il giro degli Stati Uniti attraverso 48 Stati attigui in 43 giorni e il giro del Giappone da Nord a Sud in meno di 9 giorni. È anche impegnata in molte imprese legate a progetti di solidarietà, come la consegna di bici alle donne dell'Uganda, ma anche per fare opera di sensibilizzazione sul tema della sicurezza stradale.  Le loro storie in questa quarta puntata della serie speciale di A Ruota libera- storie di bici e donne.

    Storie di bici e donne - Le campionesse della bici

    Storie di bici e donne - Le campionesse della bici

    "Nella mountain bike nessun uomo è riuscito ancora a vincere quello che vinto io". Paola Pezzo è uno dei grandi miti dello sport italiano. In sella a una mountain bike ha vinto tutto il possibile: due medaglie d'oro olimpiche, Atlanta 1996 e Sydney 2000; due campionati del mondo (1993-1997), una coppa del mondo (1997), tre campionati europei (1994-1996-1999) e tanti altri titoli, ma è sempre rimasta convinta che una donna non debba mai perdere la propria femminilità anche in uno sport così faticoso. Con il suo decolleté e i pantaloncini con le pajettes, ha incantato gli sportivi di tutto il mondo diventando anche un'icona mediatica a livello internazionale. Oggi, tra le altre cose, insegna al Liceo scientifico di Brenzone sul Garda, dove il ciclismo è materia di studio per tutti e cinque gli anni di corso.
    Alessandra Cappellotto ex campionessa mondiale di ciclismo su strada, oggi è vicepresidente ACCPI-Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani e presidente del CPA Woman, sezione femminile del Cycling Professional Association, il sindacato mondiale dei corridori, che ha fondato nel 2015 per aiutare a pedalare le ragazze di tutto il mondo. Soprattutto di quei Paesi dove è ancora considerato, sconveniente - Il suo sogno è che tutte le ragazze del mondo possano pedalare libere.Le loro storie in questa terza puntata speciale di A Ruota libera- storie di bici e donne.

    Storie di bici e donne - Le imprenditrici

    Storie di bici e donne - Le imprenditrici

    Quello dell'industria della bici è un settore ancora fortemente dominato dagli uomini. È cosi in tutta Europa tant'è che proprio quest'anno è nata Women in Cycling, iniziativa lanciata da Cycling Industries Europe, European Cyclists' Federation, Velokonzept, Mobycon e Conebi, con l'obiettivo di aiutare le donne a ottenere maggiore visibilità, creando opportunità di networking, incoraggiando le organizzazioni del settore ad adottare obiettivi e politiche che migliorino la diversità e l'equilibrio di genere. In questa puntata vi raccontiamo la storia di due donne imprenditrici della bici: Paola Santini, marketing manager di Santini Cycling wear, storico marchio di Lallio (BG) specializzato in abbigliamento da ciclismo, azienda che in piena pandemia, nel 2020, ha fatturato + 14% e in cui il 95 per cento dei dipendenti è donna e Cristina Wurdig che, dopo una esperienza ventennale nel campo delle selle da bicicletta con Selle Royal, oggi è a capo della "Officina Dario Pegoretti" azienda di Verona che produce telai artigianali esportati in tutto il mondo.

Top Podcasts In News

Listeners Also Subscribed To