30 episodes

Torna con il nuovo anno in un nuovo formato l'appuntamento con Strade e motori, a cura di Massimo De Donato, ogni sabato alle 22 . Più spazio a interviste approfondimenti e soprattutto prove su strada. Conosceremo l'evoluzione delle auto elettriche ed ecologiche, nuovi motori ibridi, nuovi modelli e tutto ciò che riguarda l'impatto dell'auto sulla vita quotidiana di tutti noi, dai divieti di circolazione nei giorni festivi, ai nuovi incentivi per l'acquisto sino ad arrivare all'ecotassa che dal prossimo mese di marzo penalizzerà chi acquisterà veicoli inquinanti. Scopri anche tutte le prove su strada su AutoVideoClip

Strade e Motori Radio 24

    • News

Torna con il nuovo anno in un nuovo formato l'appuntamento con Strade e motori, a cura di Massimo De Donato, ogni sabato alle 22 . Più spazio a interviste approfondimenti e soprattutto prove su strada. Conosceremo l'evoluzione delle auto elettriche ed ecologiche, nuovi motori ibridi, nuovi modelli e tutto ciò che riguarda l'impatto dell'auto sulla vita quotidiana di tutti noi, dai divieti di circolazione nei giorni festivi, ai nuovi incentivi per l'acquisto sino ad arrivare all'ecotassa che dal prossimo mese di marzo penalizzerà chi acquisterà veicoli inquinanti. Scopri anche tutte le prove su strada su AutoVideoClip

    Un autunno elettrico

    Un autunno elettrico

    Con Andrea Loi, responsabile dell'area pianificazione prodotto nel segmento elettrificazione di ZF, e Fabrizio Longo, direttore generale di Audi Italia.
    “Zf elettrifica tutto”: stando al claim utilizzato in occasione del Salone della Mobilità di Monaco, l'azienda ha le idee chiarissime sul fronte della transizione ecologica. Secondo Andrea Loi, che in ZF è responsabile dell'area pianificazione prodotto nel segmento elettrificazione, i tempi sono maturi per passare da una prima generazione dell’elettrificazione, in cui i player hanno fatto ingresso nel settore e hanno cominciato a maturare competenze, a una generazione successiva in cui si è in grado di offrire sistemi sempre più efficienti e sempre più vicini all’uso finale da parte del consumatore.
    Non elettrifica tutto, almeno per il momento, Audi che però ha obiettivi altrettanto chiari per il futuro prossimo: come racconta Fabrizio Longo, direttore generale di Audi Italia, dal 2026 la casa dei Quattro Anelli presenta solo vetture elettrificate e dal 2033 dismetterà gradualmente la produzione di motori a combustione. Ad oggi il brand può già contare su 20 modelli green su 25 novità di prodotto, come nel caso dell'ultima versione di Q4, la Q4 eTron Sportback, ma anche dell’ibrido Q3 S Line.

    Semiconduttori cercansi

    Semiconduttori cercansi

    Con Marco Stella, Presidente del gruppo componenti e Vicepresidente di Anfia, e Pietro Innocenti, amministratore delegato di Porsche Italia.
    L’automotive sconta una crisi importante e, no, non è solo quella del crollo delle immatricolazioni. Il mondo dell’auto sta subendo anche altri contraccolpi legati al Covid-19 che trovano il maggiore elemento di criticità nella carenza di semiconduttori.
    Come spiegato da Marco Stella, Presidente del gruppo componenti e Vicepresidente di Anfia, la pandemia ha innescato uno spostamento di produzione nel settore dei microchip: con gli stabilimenti e le concessionarie chiuse durante il lockdown del 2020, il settore auto non ha più rappresentato un cliente imprescindibile per le aziende asiatiche che si occupano di questo tipo di componenti. Queste ultime hanno invece orientato la loro offerta all’elettronica di consumo (tablet, computer, smartphone, ecc) i cui numeri invece sono aumentati esponenzialmente durante l’emergenza sanitaria.
    La produzione di semiconduttori richiede tempo e ingenti investimenti e quindi si teme che la mancanza di approvvigionamento per l’automotive si protragga almeno fino al 2022. Una complicazione per il mondo auto già alle prese con la sfida epocale della sostenibilità che, imponendo nuove tecnologie, mette a rischio le migliaia di aziende italiane legate alla produzione del motore endotermico (più di 1/3 del totale).
    Tutto questo non frena certamente i progetti delle case costruttrici e, soprattutto, la passione degli  italiani.
    Porsche ha inaugurato un Experience Center in Franciacorta, l’8° nel mondo ma forse il più speciale. Non solo perché, con i suoi 60 ettari, è il più grande di tutti ma soprattutto perché vanta l’unica pista omologata FIA di livello 2 che, fatta salva la Formula 1, può ospitare qualsiasi competizione motoristica.
    Pietro Innocenti, amministratore delegato di Porsche Italia, ha colto anche l'occasione per parlare delle altre sfide della casa, tra cui quella dell’elettrificazione: entro il 2025 un modello su 2 sarà elettrificato.
    Nel frattempo continua il successo dei bestseller italiani del brand, 911 e Macan, e cresce sempre più l'interesse verso il modello full electric, Taycan, cui si aggiungerà nel 2023 anche una Macan a batteria.

    Ad alta velocità

    Ad alta velocità

    Con Giancarlo Minardi, patron dell'Historic Minardi Day, e Roberto Fedeli, Chief Tecnology & Innovation Officer di Silk-FawL’estate è agli sgoccioli ma la passione per l’auto continua a illuminare le giornate degli italiani.
    Italiani e non solo che sono accorsi a migliaia alla quinta edizione dell’Historic Minardi Day, l’evento per gli appassionati del Motorsport dedicato alla celebre scuderia della Formula 1.
    Come raccontato dal patron della manifestazione, Giancarlo Minardi, la kermesse in scena il 28 e 29 agosto scorsi, si è svolta in piena osservanza delle regole anti Covid, ha ospitato ben 304 auto tra storiche e moderne e ha visto la partecipazione di molti piloti e professionisti del settore.
    Sempre restando in tema alte prestazioni, passiamo a un altro evento – il Salone del Mobile di Milano – dov’è stata presentata una hypercar da sogno: la Hongqi S9 di Silk-Faw.
    Come spiegato da Roberto Fedeli, Chief Tecnology & Innovation Officer di Silk-Faw, la S9 è costruita interamente in carbonio e sfoggia un powertrain ibrido, con un motore termico V8 turbo benzina associato a un motore elettrico (fino a 40 km a “emissioni zero”), per una potenza complessiva di 1.400 Cv.
    Oltre alla S9, che vedremo sfrecciare alla fine del 2023, sono tanti i progetti della joint venture tra la società di ingegneria Silk e la casa costruttrice cinese Faw. Saranno infatti diversi i modelli che vedranno la luce, tutti con le loro caratteristiche e i loro numeri di produzione ma con un'unica costante: saranno progettati, sviluppati e prodotti nella Motor Valley.

    Elettrificazione…condivisa

    Elettrificazione…condivisa

    Con Andrea Leverano, regional operation director south west di Share Now, e Stefano Virgilio, Responsabile comunicazione di Opel Italia
    C'è un segmento della nuova mobilità che ha sofferto forse più di tutti per via della pandemia da Covid-19: il car sharing. Di fatto bloccato in una fase di grande espansione, il servizio – come raccontato da Andrea Leverano, regional operation director south west di Share Now -  ha tirato un sospiro di sollievo solo nelle ultime settimane . In attesa di ritornare pienamente ai livelli pre-crisi, le imprese impegnate nel car sharing continuano comunque a dedicarsi ad attività essenziali quali la riorganizzazione interna e la revisione della flotta, sempre più eterogenea e adatta alle esigenze dei clienti.
    Sempre più eterogenea è anche la gamma di prodotti offerta da Opel. Il marchio tedesco ha abbracciato la sfida dell’elettrificazione e ha ‘cambiato volto’ anche ad alcuni suoi modelli particolarmente iconici. Come affermato da Stefano Virgilio, Responsabile comunicazione di Opel Italia, la casa ibridizzerà tutta la sua gamma entro il 2024, per arrivare poi al 2028 all’elettrificazione totale. Nel frattempo il brand si gode un periodo di successo in un mercato in crescita trainato da Mokka, Astra e da Corsa. 

    A tutto gas

    A tutto gas

    Con Antonio Stanisci, direttore commerciale ALD Automotive Italia, e Andrea Arzà, presidente Assogasliquidi Federchimica.
    Il 2020 è stato un anno nero per la mobilità. In questo 2021, grazie a una ripartenza generale, gli spostamenti stanno gradualmente tornando a livelli pre-covid e anche i servizi legati ad essi stanno riemergendo dalla crisi. È il caso del noleggio che, come raccontato da Antonio Stanisci, direttore commerciale ALD Automotive Italia, ha ripreso a crescere da gennaio di quest’anno. Potendo contare su un certo vantaggio economico e soprattutto su un’estrema flessibilità, il noleggio – e in particolare quello a lungo e medio termine – è pronto a conquistare il mercato.
    È pronto a (ri)conquistare il mercato, sul fronte delle alimentazioni sostenibili, anche il gas. Soprattutto nelle sue derivazioni bio, questo tipo di carburante – come sottolineato da Andrea Arzà, presidente Assogasliquidi Federchimica – può infatti fare la differenza in termini di emissioni e supportare la transizione ecologica, soprattutto in una fase in cui la svolta elettrica o a idrogeno è ben lontana dall'essere compiuta.

    Una "piccola" rivoluzione

    Una "piccola" rivoluzione

    Con Gabriele Benedetto, AD di Telepass, e Maurizio Zaccaria, direttore vendite di Mercedes-Benz Cars
    Era il 1990 quando Telepass faceva debuttare sulle strade italiane una tecnologia poi applicata e diffusa in tutto il mondo: il telepedaggio. Fu di certo una piccola grande rivoluzione che, però, come affermato dall’AD Gabriele Benedetto, non si è fermata a quell’unico servizio. Negli ultimi anni, infatti, con i cambiamenti profondi che hanno caratterizzato la mobilità, Telepass ha deciso di aprire il suo circuito di pagamento a molti degli attori che operano nel settore, dallo sharing alla ricarica elettrica.
    E restiamo in tema di piccola grande rivoluzione perché, nello spazio riservato alle case costruttrici, parliamo di Smart insieme a Maurizio Zaccaria, direttore vendite di Mercedes-Benz Cars. La city car della galassia Daimler, dal suo debutto nel 1998, è stata tra le auto più amate nelle grandi città, tanto da immatricolare 200mila unità solo a Roma. Una rivoluzione, date le sue dimensioni ultracompatte, che non ha smesso di confermarsi tale: dal 2020 infatti, in netto anticipo rispetto agli altri brand, Smart ha rinunciato definitivamente all’endotermico diventando 100% elettrica.

Top Podcasts In News

Listeners Also Subscribed To