5 episodes

Un podcast per raccontare piccoli e grandi eroi. Uomini e donne che stanno cercando di cambiare il mondo in cui viviamo.

Un programma a cura di Silvia Bombino.

We Can Be Heroes Vanity Fair Italia

    • Society & Culture

Un podcast per raccontare piccoli e grandi eroi. Uomini e donne che stanno cercando di cambiare il mondo in cui viviamo.

Un programma a cura di Silvia Bombino.

    Liliana Segre

    Liliana Segre

    Latina, Magenta, Orvieto, Castellanza. Sono solo alcune delle città che nelle ultime settimane hanno dedicato la cittadinanza onoraria a Liliana Segre, testimone della Shoà e senatrice a vita della nostra Repubblica. Nella quinta puntata del podcast We Can Be Heroes, dedicato alle persone che più ci ispirano in questo difficile momento storico, Silvia Bombino traccia un ritratto di Liliana Segre che parte da quando lei, ad appena 8 anni, è il 1938, è costretta a lasciare la scuola, da cui è espulsa, a causa delle leggi razziali volute da Mussolini. La senatrice, dopo un trentennio di incontri con i ragazzi di tutta Italia, ha smesso nel 2020, dopo aver compiuto 90 anni, il suo percorso di testimonianza pubblica. Il podcast spiega il perché di questa scelta, con le parole della stessa Segre, dopo aver raccontato i momenti principali della sua vita.

    • 24 min
    Sara Gama

    Sara Gama

    Se c'è una paladina del femminismo, in Italia, oggi, è Sara Gama. La capitana della Juventus Women e della nazionale di calcio femminile italiana, è la protagonista della quarta puntata del podcast We can be heroes, a cura di Silvia Bombino. Le abbiamo dedicato una puntata adesso perché, dopo il trionfale mondiale di Francia del 2019, è anche grazie al suo impegno “politico” per il calcio femminile - da novembre scorso è vicepresidente dell'Associazione Calciatori, prima donna nella Storia a ricoprire il ruolo - che alla fine la riforma dello sport che le ragazze azzurre inseguono da anni per poter essere considerate professioniste e avere pari tutele rispetto agli uomini, è arrivata.

    Nel consiglio dei ministri del 25 febbraio scorso il nuovo premier Mario Draghi ha varato ufficialmente la riforma dello sport ideata da Vincenzo Spadafora. A partire dalla stagione 2022/2023 le calciatrici italiane saranno quindi professioniste. la bella notizia arriva dopo la partita Italia-Israele finita 12-0, che ha qualificato le azzurre per l'Europeo inglese del 2022. La parità di genere è un po' più vicina.

    Sara è nata a Trieste 32 anni fa. Ha iniziato a giocare a 7 anni, ha continuato nonostante tutti le sconsigliassero di andare avanti, ha studiato di notte per laurearsi e garantirsi un futuro quando il calcio non sembrava poterlo garantire. Ha ispirato una famosa bambola della Mattel e centinaia di bambine che oggi sono calciatrici anche grazie al suo e a quello di tante sue compagne nel calcio. Un esempio che lei si è dovuta inventare.

    • 15 min
    Elon Musk

    Elon Musk

    Il terzo tentativo di lancio per la navicella Starship, che Elon Musk spera un giorno di inviare su Marte, è fallito. Ma lui non si abbatte. Perché il miliardario ceo di Space X e Tesla ha superato ben altri ostacoli. Lo racconta il podcast di Silvia Bombino We can be heroes, che traccia la storia del personaggio più visionario (e controverso) del momento, dalle origini sudafricane attraverso la perdita del figlio Nevada fino alle apparizioni pop più bizzarre.

    «Credo che quello che Elon ha fatto con Tesla sia fantastico» ha dichiarato Bill Gates alla Cnbc. «Abbiamo bisogno di più Elon Musk. Ce n’è bisogno di uno per l’acciaio, uno per il cemento e per tutti gli altri settori». Nel febbraio 2021 è arrivato l’endorsement (non scontato) del filantropo Gates al fondatore di Space X e Tesla. Forse perché mentre il mondo precipitava nell’incubo della pandemia, l’anno che è appena passato è stato il più fortunato di sempre per Musk: Forbes stimava il suo patrimonio 23,6 miliardi di dollari a inizio 2020, e lo piazzava agli ultimi posti dei 50 più agiati del mondo. Adesso, dopo un rialzo della azioni di Testa del 700%, si parla di 185 miliardi, somma che va a insidiare se non superare il più ricco del mondo, il fondatore di Amazon Jeff Bezos.

    • 23 min
    Billie Eilish

    Billie Eilish

    Poco prima che fosse annunciato il premio per il miglior album dell’anno, ai Grammy 2020, la leggenda vuole che Billie Eilish abbia sussurrato: «Ti prego, fai che non sia io!». Aveva già vinto il premio per la Canzone dell’anno, Registrazione dell’anno , Miglior Artista Emergente e Miglior Album Pop Vocale. Non si aspettava di vincere anche quel premio per il suo album «When We All Fall Asleep, Where Do We Go?» perché, ha detto ritirandolo, secondo lei era la sua amica Ariana Grande a meritarlo.

    Arriva la seconda puntata del podcast «We can be heroes» in cui vi raccontiamo Billie Eilish, che a 19 anni e con 65 milioni di dischi venduti tra album e singoli è la superstar del pop mondiale oggi.

    Dal boom di «Ocean Eyes» nel 2015 alla colonna sonora del 25° film della saga di 007 «No time to Die», un racconto che passa attraverso curiosità e aneddoti sulla cantante più famosa del momento.

    • 21 min
    Kamala Harris

    Kamala Harris

    Cinquantasei anni, nata a Oakland, vicino a San Francisco da madre indiana e padre giamaicano. Kamala Harris nella sua vita ha infranto molti record: è stata la prima donna procuratrice distrettuale di San Francisco, la prima procuratrice generale della California, la seconda senatrice nera al Congresso di Washington. E dal 20 gennaio è anche la prima vicepresidente donna degli Stati Uniti.

    «We Can Be Heroes» è un podcast di Silvia Bombino.

    • 21 min

Top Podcasts In Society & Culture