11 episodi

Il numero 10 è uno dei più simbolici della storia del calcio. Ad esso sono legati i ricordi di campioni dal piede sopraffino, dalla classe cristallina, dal limpido talento. Sono i geni, gli artisti del calcio. Ma quel numero non è legato solo a questi personaggi: nella storia dell'Inter ce ne sono stati anche alcuni che si sono distaccati da questa idea, dei numeri 10 atipici, lontani dalla tradizione comune legata a questo numero. Noi ne abbiamo scelti dieci tra quelli che hanno indossato la nostra maglia, raccontando le loro storie e le loro vite, dentro e fuori dal campo: dieci storie di grandi numeri 10 dell’Inter

10 Numeri 10 Inter

    • Calcio
    • 4.4 • 23 valutazioni

Il numero 10 è uno dei più simbolici della storia del calcio. Ad esso sono legati i ricordi di campioni dal piede sopraffino, dalla classe cristallina, dal limpido talento. Sono i geni, gli artisti del calcio. Ma quel numero non è legato solo a questi personaggi: nella storia dell'Inter ce ne sono stati anche alcuni che si sono distaccati da questa idea, dei numeri 10 atipici, lontani dalla tradizione comune legata a questo numero. Noi ne abbiamo scelti dieci tra quelli che hanno indossato la nostra maglia, raccontando le loro storie e le loro vite, dentro e fuori dal campo: dieci storie di grandi numeri 10 dell’Inter

    Roberto Baggio

    Roberto Baggio

    I campioni, quelli veri, sono universalmente riconosciuti come tali. Non hanno né colore, né bandiera. Il personaggio di oggi è unico nel suo genere, un calciatore fortissimo, un idolo generazionale e un’icona del calcio a livello globale. Un campione che ha saputo rialzarsi dagli infortuni e a non perdere mai la testa di fronte ai nemici, tanti, che ha incontrato nella sua carriera. Un uomo semplice nella sua eccezionalità. Un numero 10 impossibile da catalogare, che con la nostra maglia ha regalato lampi di classe indelebili. In sole due parole: Roberto Baggio.

    • 14 min
    Youri Djorkaeff

    Youri Djorkaeff

    Un numero 10 può esserlo lo stesso anche senza indossare la maglia con l’uno e lo zero stampati sulle spalle. Youri Djorkaeff nei suoi anni all’Inter ha sempre vestito la maglia numero 6, come nella nazionale francese e, ancora prima, nel Paris Saint Germain. Un 10 mascherato da 6, un giocatore dall’eleganza innata che trovava nel campo il suo habitat naturale per esprimere tutto il suo talento. Campione del mondo, d’Europa e uomo-immagine della campagna abbonamenti 1997-1998, oltre che musicista, ambasciatore dell’Inter nel mondo e, soprattutto, uomo libero. Semplicemente: Youri Djorkaeff.

    • 18 min
    Wesley Sneijder

    Wesley Sneijder

    Dall’Ajax al Real Madrid, e nel giro di 48 ore dall’aeroporto di Linate al prato verde di San Siro per giocare un derby con la maglia numero 10 dell’Inter”. Wesley Sneijder era il tassello che mancava per rendere perfetta la squadra studiata da José Mourinho e destinata a restare per sempre nella storia.

    • 16 min
    Lothar Matthäus

    Lothar Matthäus

    Nato per vincere. Lothar Matthäus è senza dubbio un numero 10 lontano dallo stereotipo di questo genere di calciatore, tutto genio e sregolatezza. Lui, invece, è uno che ha fatto della potenza e della leadership i suoi punti di forza, quelle armi con cui ha trascinato l’Inter del 1989 a uno scudetto dei record e a una coppa Uefa nel 1991 contro avversari forti e attrezzati come non mai, oltre che la sua Germania alla vittoria della coppa del mondo del 1990.
    Lothar Matthäus però non è solo questo: è un uomo, con i suoi pregi e i suoi difetti, che ha saputo farsi amare e rendersi indimenticabile da tutto il popolo nerazzurro grazie alla sua qualità di vero leader, un condottiero nato per vincere.

    • 16 min
    Adriano

    Adriano

    Potenza, tanta. Tecnica, eccellente. Fisico, bestiale. Identikit di uno dei nostri numeri 10 più devastanti di sempre. Una forza della natura, un calciatore a cui non sarebbe mancato nulla per diventare il più grande di sempre, ma che è stato piegato dai dolori che gli ha riservato la vita. Questa è la storia di Adriano Leite Ribeiro, l’Imperatore dal cuore nerazzurro.

    • 16 min
    Evaristo Beccalossi

    Evaristo Beccalossi

    Sinistro, destro, per lui faceva poca differenza: Evaristo Beccalossi è stato un nostro numero 10 tutto genio e ispirazione, il classico giocatore con tanta classe da vendere che però, a volte, è difficile collocare in campo. Un talento puro, che a volte sembrava non essere in campo per partite intere ma che poi, con un guizzo, un colpo improvviso, era capace di stupire il pubblico e lasciarlo senza parole. Un uomo che ha saputo riassumere il calcio come uno spettacolo per i tifosi, condensandolo in tre semplici concetti: un dribbling per salutare il pubblico, un tunnel per stupirlo e un gol per entrargli nel cuore. Non per caso, Evaristo Beccalossi si è guadagnato di diritto un posto nella nostra storia dedicata ai grandi numeri 10.

    • 18 min

Recensioni dei clienti

4.4 su 5
23 valutazioni

23 valutazioni

Top podcast nella categoria Calcio