24 min

125 anni di attesa Parole Alvento

    • Nella natura selvaggia

È di nuovo Roubaix, è di nuovo l'inferno. Il prossimo fine settimana il ciclismo tornerà a correre la classica delle pietre. Sarà la seconda volta in poco più di sei mesi. E già questa è una novità.

D'altronde, la Parigi-Roubaix, la più arcaica, antistorica e obsoleta tra le classiche, la corsa che più di ogni altra sembra rifuggire in direzione opposta alla modernità, ha già cominciato ad abituarci alle novità. Basta tornare indietro di sei mesi, a un sabato che ha segnato la storia del ciclismo.

A pochi giorni dalla corsa, la nuova stagione di Parole Alvento parte tornando alla prima, storica edizione della Paris-Roubaix femmes, la Roubaix femminile, con il racconto di Filippo Cauz e le voci raccolte a Denain il 2 ottobre del 2021, la partenza di una gara indimenticabile.


Testo e interviste: Filippo Cauz
Interpretazione: Filippo Cauz, Claudio Ruatti
Sound design: Brand&Soda

È di nuovo Roubaix, è di nuovo l'inferno. Il prossimo fine settimana il ciclismo tornerà a correre la classica delle pietre. Sarà la seconda volta in poco più di sei mesi. E già questa è una novità.

D'altronde, la Parigi-Roubaix, la più arcaica, antistorica e obsoleta tra le classiche, la corsa che più di ogni altra sembra rifuggire in direzione opposta alla modernità, ha già cominciato ad abituarci alle novità. Basta tornare indietro di sei mesi, a un sabato che ha segnato la storia del ciclismo.

A pochi giorni dalla corsa, la nuova stagione di Parole Alvento parte tornando alla prima, storica edizione della Paris-Roubaix femmes, la Roubaix femminile, con il racconto di Filippo Cauz e le voci raccolte a Denain il 2 ottobre del 2021, la partenza di una gara indimenticabile.


Testo e interviste: Filippo Cauz
Interpretazione: Filippo Cauz, Claudio Ruatti
Sound design: Brand&Soda

24 min