50 min

Aristocrazia 2.0. Una nuova élite per salvare l’Italia. Intervista all'autore Roger Abravanel, Director Emeritus McKinsey&C‪o‬ INSIDE FINANCE

    • Economia

L’intervista di oggi è al saggista Roger Abravanel.

Ingegnere MBA INSEAD, con 35 anni di carriera alla McKinsey in Italia, Europa, Asia, USA, America Latina e Medio Oriente.

E’ uscito da McKinsey nel 2006 ed è oggi Director Emeritus. Nel 2010 è stato selezionato tra i “50 alumni che hanno cambiato il mondo”, in occasione del 50nario della fondazione dell’INSEAD.

Ha fatto parte di consigli di amministrazione di imprese globali quotate alla borsa di New York (Teva, multinazionale farmaceutica), Londra (Admiral, assicurazione digitale), Nasdaq (Caesar Stone, materiali innovativi – oggi è ancora membro), Telaviv (Phoenix, assicurazione vita e danni – oggi è ancora membro) e italiane (BNL/BNP, di cui oggi è ancora membro, in passato Luxottica, Cofide, Esselunga, Yamamay, Coesia) e di start up tecnologiche (oggi: Genenta, start up del San Raffaele di Milano).

Dal 2008 è anche editorialista del Corriere della Sera e autore di saggi di successo, quali: “Meritocrazia”, “Regole”, “Italia cresci o esci", “La ricreazione è finita” e l’ultima pubblicazione: “Aristocrazia 2.0”

Inizieremo la nostra discussione sul tema della competitività italiana. Di fondamentale interesse risulterà la diagnosi fatta da Roger riguardo il blocco dell’economia nazionale. A tal proposito individueremo ed analizzeremo i motivi profondi e reali che hanno causato la crisi economica e sociale italiana negli ultimi quarant’anni.

Le soluzioni prospettate, illustrate più nel dettaglio nel saggio “Aristocrazia 2.0”, potrebbero essere spunti interessanti per le nuove generazioni, per capire come e soprattutto da dove dover ripartire: il prossimo Rinascimento italiano non passerà dai soldi europei e dalle solite politiche assistenziali, gestiti da una classe dirigente inefficiente, ma dalla costituzione di una nuova élite, che andrà selezionata attirando i migliori cervelli nelle nostre università.

L’ottimismo propositivo del nostro ospite individua un’opportunità, se ben sfruttata, anche nel Covid. La pandemia globale, ci dirà il nostro intervistato, sta accelerando l’economia della conoscenza e tutto ciò può darci la possibilità di sfruttare i cambiamenti in atto, per migliorarci e rimetterci in moto.

Abravanel ci svelerà quale sia stata la sua fortuna nella vita: il padre, che definisce un esempio di Aristocratico 2.0, ha investito nella cultura e nella preparazione del figlio, e non sui beni materiali, eredità troppo fragile in un modo in continuo movimento.

Concluderemo questa splendida chiacchierata con la rituale domanda di chiusura relativa ai consigli per giovani di oggi in un episodio da non perdere.

Il saggio è disponibile su Amazon: https://www.amazon.it/Aristocrazia-2-0-Roger-Abravanel/dp/8828201657/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=3UTE4UN7GWBKH&dchild=1&keywords=aristocrazia+2.0.+una+nuova+%C3%A9lite+per+salvare+l%27italia&qid=1612864105&sprefix=aristocrazia%2Caps%2C186&sr=8-1

L’intervista di oggi è al saggista Roger Abravanel.

Ingegnere MBA INSEAD, con 35 anni di carriera alla McKinsey in Italia, Europa, Asia, USA, America Latina e Medio Oriente.

E’ uscito da McKinsey nel 2006 ed è oggi Director Emeritus. Nel 2010 è stato selezionato tra i “50 alumni che hanno cambiato il mondo”, in occasione del 50nario della fondazione dell’INSEAD.

Ha fatto parte di consigli di amministrazione di imprese globali quotate alla borsa di New York (Teva, multinazionale farmaceutica), Londra (Admiral, assicurazione digitale), Nasdaq (Caesar Stone, materiali innovativi – oggi è ancora membro), Telaviv (Phoenix, assicurazione vita e danni – oggi è ancora membro) e italiane (BNL/BNP, di cui oggi è ancora membro, in passato Luxottica, Cofide, Esselunga, Yamamay, Coesia) e di start up tecnologiche (oggi: Genenta, start up del San Raffaele di Milano).

Dal 2008 è anche editorialista del Corriere della Sera e autore di saggi di successo, quali: “Meritocrazia”, “Regole”, “Italia cresci o esci", “La ricreazione è finita” e l’ultima pubblicazione: “Aristocrazia 2.0”

Inizieremo la nostra discussione sul tema della competitività italiana. Di fondamentale interesse risulterà la diagnosi fatta da Roger riguardo il blocco dell’economia nazionale. A tal proposito individueremo ed analizzeremo i motivi profondi e reali che hanno causato la crisi economica e sociale italiana negli ultimi quarant’anni.

Le soluzioni prospettate, illustrate più nel dettaglio nel saggio “Aristocrazia 2.0”, potrebbero essere spunti interessanti per le nuove generazioni, per capire come e soprattutto da dove dover ripartire: il prossimo Rinascimento italiano non passerà dai soldi europei e dalle solite politiche assistenziali, gestiti da una classe dirigente inefficiente, ma dalla costituzione di una nuova élite, che andrà selezionata attirando i migliori cervelli nelle nostre università.

L’ottimismo propositivo del nostro ospite individua un’opportunità, se ben sfruttata, anche nel Covid. La pandemia globale, ci dirà il nostro intervistato, sta accelerando l’economia della conoscenza e tutto ciò può darci la possibilità di sfruttare i cambiamenti in atto, per migliorarci e rimetterci in moto.

Abravanel ci svelerà quale sia stata la sua fortuna nella vita: il padre, che definisce un esempio di Aristocratico 2.0, ha investito nella cultura e nella preparazione del figlio, e non sui beni materiali, eredità troppo fragile in un modo in continuo movimento.

Concluderemo questa splendida chiacchierata con la rituale domanda di chiusura relativa ai consigli per giovani di oggi in un episodio da non perdere.

Il saggio è disponibile su Amazon: https://www.amazon.it/Aristocrazia-2-0-Roger-Abravanel/dp/8828201657/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=3UTE4UN7GWBKH&dchild=1&keywords=aristocrazia+2.0.+una+nuova+%C3%A9lite+per+salvare+l%27italia&qid=1612864105&sprefix=aristocrazia%2Caps%2C186&sr=8-1

50 min

Top podcast nella categoria Economia