27 episodes

Tutti noi attribuiamo la responsabilità del cambiamento climatico all’industria che brucia petrolio e carbone, ma se consideriamo che siamo noi a consumare i beni e servizi che quella stessa industria produce, e se poi siamo anche noi a votare i politici che rimandano di anno in anno le politiche sostenibili, allora ci rendiamo conto che la responsabilità ultima cade su ciascuno di noi.

Sappiamo benissimo cos'è che fa male al nostro ambiente e sappiamo anche cosa dovremmo smettere di consumare, ma quasi nessuno vuole sacrificarsi, di sicuro non prima degli altri. La lotta al riscaldamento globale resta ancora un fatto limitato agli attivisti climatici.

ClimateEngage coinvolge chiunque in una discussione che spinge all’azione. Perché è soltanto cambiando i nostri comportamenti e stili di vita che dimostreremo a noi stessi, prima ancora che agli altri, il potere delle nostre azioni. Si tratta di un potere distribuito ma da non sottovalutare. Lo possiamo esercitare immediatamente se solo scegliamo di fare il primo passo.

ClimateEngage di Daniele Federico Daniele Federico

    • Education
    • 4.7, 6 Ratings

Tutti noi attribuiamo la responsabilità del cambiamento climatico all’industria che brucia petrolio e carbone, ma se consideriamo che siamo noi a consumare i beni e servizi che quella stessa industria produce, e se poi siamo anche noi a votare i politici che rimandano di anno in anno le politiche sostenibili, allora ci rendiamo conto che la responsabilità ultima cade su ciascuno di noi.

Sappiamo benissimo cos'è che fa male al nostro ambiente e sappiamo anche cosa dovremmo smettere di consumare, ma quasi nessuno vuole sacrificarsi, di sicuro non prima degli altri. La lotta al riscaldamento globale resta ancora un fatto limitato agli attivisti climatici.

ClimateEngage coinvolge chiunque in una discussione che spinge all’azione. Perché è soltanto cambiando i nostri comportamenti e stili di vita che dimostreremo a noi stessi, prima ancora che agli altri, il potere delle nostre azioni. Si tratta di un potere distribuito ma da non sottovalutare. Lo possiamo esercitare immediatamente se solo scegliamo di fare il primo passo.

    S2E5 – Il Covid-19 e l’aria che respiriamo: tutte le risposte

    S2E5 – Il Covid-19 e l’aria che respiriamo: tutte le risposte

    Il ritorno alla "normalità" ha riacceso il dibattito sull'inquinamento dell'aria. E' vero che lo smog aumento il rischio di ammalarsi? E che trasporta il virus nell'aria? Paolo Barbato di wiseair.it risponde. Sostieni lo show su gofundme.com/climateengage o patreon.com/climateengage

    • 24 min
    S2E4 – Impariamo con il Covid19

    S2E4 – Impariamo con il Covid19

    Perché i leader prendono misure drastiche quando ormai è già tardi? Coronavirus è un’emergenza improvvisa che in un modo o nell’altro passerà, il cambiamento climatico avviene più gradualmente, ma le sue conseguenze non possono essere fermate una volta attivate. E se il Covid19 è un insegnante cattivo e rigoroso, è anche vero che stiamo imparando tante cose. E rapidamente.

    Daniele Federico ne ha parlato con persone di ogni età, imprenditori, investitori privati e consulenti delle Nazioni Unite.

    Photo by Pille-Riin Priske

    Soundtrack: ceeroo.ch

    Musiche: "Almost New" Kevin MacLeod (incompetech.com)

    Under by Moby, courtesy of https://mobygratis.com

    • 28 min
    S2E3 – Un pianeta in quarantena

    S2E3 – Un pianeta in quarantena

    Nel 2018 l’Organizzazione mondiale della sanità aggiunse il nome di Disease X alla lista dei patogeni da tenere sotto massimo controllo per la sanità pubblica mondiale. 



















    Oggi, su ClimateEngage, intervisto Moreno Di Marco, autore di uno studio che mette in guardia dalla possibilità di nuove epidemie ai giorni nostri, questo studio è uscito prima dei focolai di coronavirus in Cina,  e ci spiega anche perché oggi il rischio di nuove pandemie non è mai stato così alto nella storia dell’umanità.







    Sull’origine di questo virus sono circolate varie fake news, ne cito alcune: a inizio gennaio sia la BBC che il Washington Times parlavano di un programma di armi batteriologiche localizzato presso il Wuhan Institute of Virology (WIV). A Febbraio invece gli Stati Uniti mettevano in guardia da una campagna online di numerosi account su TW e FB che postavano fake news riguardo un’arma biologica che la CIA avrebbe creato per attaccare l’economia cinese. Intanto l’organizzazione no profit Middle East Media Research Institute ha  raccolto una serie di notizie, sulla stampa araba, in cui il COVID 19, ma anche SARS e febbre suina sarebbero stati creati dagli Stati Uniti per un fine commericiale, quello di venderne i relativi vaccini. Ve ne dico un’altra, secondo cui The Pirbright Institute (precedentemente Institute for Animal Health del governo britannico) insieme a Bill Gates sarebbero dietro alla creazione del virus come misura per tenere sotto controllo la popolazione mondiale!







    Ascolta la puntata e ricorda di consigliarla a una delle persone a cui ritieni possa interessare l’argomento!

    • 21 min
    S2E2 – La fine di Parco Bassini

    S2E2 – La fine di Parco Bassini

    Perché sei camionette della polizia in assetto antisommossa sono state spiegate per permettere il taglio di un piccolo e vecchio parco di Milano? Cosa significa questa decisione per la vita dei cittadini di oggi e di domani? E che collegamento c'è con il cambiamento climatico? Daniele Federico lo ha chiesto ai protagonisti di chi ha tentato di proteggere Parco Bassini. centenari. Musiche: ceeroo.ch | Kevin MacLeod (https://incompetech.com). CONTIBUISCI >> gofundme.com/f/climateengage

    • 23 min
    S2E1 – Crisi Climatica: scelte aziendali e scelte individuali

    S2E1 – Crisi Climatica: scelte aziendali e scelte individuali

    Come individui abbiamo molto più potere di quanto crediamo, a dire il vero si tratta di un potere incrementale







    Nel dibattito “climatico”, passatemi il termine, spesso assistiamo a due fazioni così divise. Da un parte c’è chi crede fermamente nel potere di individuo di fare e di dare agli altri un esempio positivo fino ad instillare un cambiamento in forma virale. Dall’altra c’è chi invece guarda allo strapotere delle lobby economiche del petrolio, agricoltura, industria e così via; di fronte ai quali siamo soltanto uno dei 7,7 miliardi di esseri che popolano questo pianeta.







    Forse queste non sono visioni dicotomiche, bensì due facce della medaglia, difficilmente distinguibili. E allora come dovremmo approcciare l’immenso problema dell’emergenza climatica?







    L’incontro pubblico organizzato da ClimateEngage a settembre 2019, presso Campus Coworking, Milano. Irene rivolge una domanda a Francesca che ha raccontato la sua esperienza da zerowaster.







    L’impatto incrementale degli individui sul clima







    Questo è stato l’argomento di cui abbiamo discusso il 19 settembre a Milano. Per questa prima puntata della seconda serie del podcast, ho deciso di fare un incontro e di registrarlo. Puoi ascoltare la selezione dell’evento in questa puntata oppure guardare l’incontro per intero nella sezione video della pagina Facebook.







    La verità è che quando ci avviciniamo ai temi ambientali attraversiamo, soprattutto all’inizio, delle fasi tipiche: prendiamo prima consapevolezza della gravità del problema, poi ci deprimiamo, poi ci arrabbiamo, finché le strade si dividono. Alcuni di noi continuano a deprimersi, altri si attivano.







    Impegnarsi attivamente per l’ambiente è la migliore medicina contro la depressione da apocalisse climatica.







    Lista delle cose da fare per l’ambiente







    * Studiare* Limitare i viaggi inquinanti, nell’ordine: aereo, nave, auto * Limitare o eliminare la carne* Parlarne con chi ti sta attorno, anche online* Votare, manifestare, entrare in contatto con le associazioni ambientaliste* Parlarne a lavoro* Ripensare il tuo lavoro: cosa puoi fare per smettere di contribuire a creare una economia consumistica e aiutare a renderla circolare? * Tante altre cose, ma se hai iniziato con il punto 1 le scoprirai da te







    C’è un’altra cosa che puoi fare per l’ambiente!!! Lasciare una recensione su Apple Podcast per questo podcast. Aiuterai me ad avere più ascoltatori che diventeranno più sensibili al tema della crisi climatica, etc, etc, etc.

    • 21 min
    #21 – Fine della prima serie di ClimateEngage (ci vediamo dopo l’estate)

    #21 – Fine della prima serie di ClimateEngage (ci vediamo dopo l’estate)

    ClimateEngage inizierà di nuovo dopo l'estate. Per ordinare una delle t-shirt vai su https://www.spreadshirt.it/user/117787230

    Resta aggiornato/a su Facebook, Twitter, Instagram e YouTube cercando "ClimateEngage".

    • 8 min

Customer Reviews

4.7 out of 5
6 Ratings

6 Ratings

giu_8a ,

Ben fatta e originale

Ottima qualità dell’audio e dei suoni, podcast originale non solo per il tema ma anche per il modo in cui sono strutturate le puntate

Top Podcasts In Education