57 episodi

Concetti informatici spiegati semplici. Consigli ed informazioni per migliorare la tua vita digitale.

Cose di Computer Danilo Cimino

    • Tecnologia
    • 4.8 • 8 valutazioni

Concetti informatici spiegati semplici. Consigli ed informazioni per migliorare la tua vita digitale.

    Spegnere il PC con il tasto di accensione: cosa si rischia?

    Spegnere il PC con il tasto di accensione: cosa si rischia?

    Iscriviti alle Cose di Computer! 👉 https://www.cosedicomputer.com/

    Lobby Time by Kevin MacLeod
    Link: https://incompetech.filmmusic.io/song/3986-lobby-time
    License: http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

    Breaktime by Kevin MacLeod
    Link: https://incompetech.filmmusic.io/song/3457-breaktime
    License: http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

    • 1m
    Email di accesso di Poste Italiane: posso fidarmi?

    Email di accesso di Poste Italiane: posso fidarmi?

    Iscriviti alle Cose di Computer! 👉 https://www.cosedicomputer.com/

    Lobby Time by Kevin MacLeod
    Link: https://incompetech.filmmusic.io/song/3986-lobby-time
    License: http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

    Breaktime by Kevin MacLeod
    Link: https://incompetech.filmmusic.io/song/3457-breaktime
    License: http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

    • 1m
    Perché Apple ha eliminato il jack per le cuffie?

    Perché Apple ha eliminato il jack per le cuffie?

    Iscriviti alle Cose di Computer! 👉 https://www.cosedicomputer.com/

    Mi hanno di recente chiesto una Cosa di Computer sul perché Apple ha eliminato il jack per le cuffie.
    Il 7 settembre 2016 è uscito l’iPhone 7, il successore del 6S. Stesso “form factor” (fattore di forma), tranne che per una piccola differenza tutt’altro che trascurabile: manca la presa per gli auricolari! Perché Apple ha eliminato il jack per le cuffie? Supponiamo che tu sia steso sul divano ad ascoltare musica ed a guardare Facebook. Il tuo iPhone ad un certo punto ti avvisa che la batteria è scarica… Prima dell’iPhone 7 la soluzione era semplice: bastava attaccare il cavetto di ricarica ed il problema era risolto. 
    Ora invece non è più possibile: con una sola porta puoi alternativamente ascoltare musica in cuffia oppure ricaricare il telefono. Una vera rottura, soprattutto considerando che l’iPhone 7 non supporta la ricarica wireless (il primo modello a supportarla è stato l’iPhone 8). Per “ovviare” almeno in parte alla mancanza della porta, la Apple ha incluso con gli iPhone 7 ed 8 un adattatore da lightning (lo standard usato per la porta dell’iPhone) a jack standard, rimosso con l’uscita di iPhone X ed ora acquistabile separatamente alla modica cifra di 10 euro (a mio parere una somma non da poco).
    Il perché Apple ha eliminato il jack per le cuffie in realtà non è un perché: i motivi sono molti:
    Lo slogan di Apple è “Think Different” (“pensa diversamente”). Apple, al contrario dei suoi concorrenti, non manca certo di coraggio quando si tratta di innovare. E’ stato il primo produttore di computer ad eliminare il lettore DVD dai suoi portatiliL’aver rimosso il jack per le cuffie ha consentito di guadagnare spazio in più per la batteria e per il “taptic engine”, un componente che serve a dare un feedback migliore attraverso la vibrazione del dispositivoQualche mese dopo Apple ha presentato gli AirPods, gli innovativi auricolari senza filo. C’è quindi palesemente dietro anche un motivo commerciale: l’aver rimosso la porta serve a spingere sull’acquisto degli AirpodsLa mossa di Apple è giusta o sbagliata? La rimozione di porte da PC o cellulari non è necessariamente una cosa sbagliata. Sono in generale favorevole alla rimozione delle porte. Nel caso della presa per le cuffie però Apple avrebbe dovuto fornire le AirPods con i nuovi iPhone. Ovvio che non lo abbia fatto per motivi commerciali, anche abbastanza comprensibili.
    Lobby Time by Kevin MacLeod
    Link: https://incompetech.filmmusic.io/song/3986-lobby-time
    License: http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

    Breaktime by Kevin MacLeod
    Link: https://incompetech.filmmusic.io/song/3457-breaktime
    License: http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

    • 1m
    iPhone usato: breve guida all’acquisto

    iPhone usato: breve guida all’acquisto

    Iscriviti alle Cose di Computer! 👉 https://www.cosedicomputer.com/

    Gli iPhone sono tra i migliori telefoni in circolazione. Hanno però prezzi abbastanza elevati, quindi è lecito pensare di acquistare un iPhone usato. Il prezzo è alto perché gli iPhone sono costruiti con materiali di ottima qualità e hanno componenti interne molto performanti. Non solo: Apple li vende a prezzi alti perché gli iPhone sono percepiti in un certo senso come telefoni “di lusso”. I cellulari Android con specifiche paragonabili hanno generalmente lo stesso prezzo. Si trovano però eccellenti modelli a prezzo più basso, perché i produttori utilizzano materiali di qualità inferiore. Ho già trattato l’argomento in un’altra Cosa di Computer.
    Per ottenere un iPhone hai sostanzialmente 3 possibilità. Eccole in ordine di prezzo decrescente:
    Comprarlo nuovo a prezzo pieno dal sito Apple Italia o di persona da un distributore autorizzatoComprarlo nuovo di stock ad un prezzo lievemente inferiore (puoi usare trovaprezzi o altri portali adibiti allo scopo)Comprare un ricondizionatoComprare un iPhone usato da un privatoI cellulari ricondizionati sono cellulari usati che vengono acquistati da una ditta che li “restaura”. Per legge il rivenditore deve indicare chiaramente i problemi del telefono ed offrire una garanzia di 24 mesi, al pari di qualunque altro prodotto nuovo.
    Se invece decidi di risparmiare il più possibile ed acquistare un telefono usato da un privato devi fare attenzione a questi aspetti (in ordine d’importanza):
    Batteria: controlla lo stato di usura (Impostazioni – Batteria – Stato di salute). La capacità massima deve essere sopra al 90%Usura: controlla la presenza di graffi e soprattutto lo stato dei bordi del telefono, che sono quelli che si rovinano maggiormenteVuoi il mio consiglio personale? Compra un ricondizionato da un rivenditore affidabile. Meglio spendere qualche soldo in più che ritrovarsi con un telefono che dopo qualche tempo smette di funzionare. Ancora meglio, attendi quelche tempo, risparmia e comprane uno di stock. Io ho sempre fatto così: non ho mai comprato telefoni usati, nemmeno quando ero a corto di soldi.
    Lobby Time by Kevin MacLeod
    Link: https://incompetech.filmmusic.io/song/3986-lobby-time
    License: http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

    Breaktime by Kevin MacLeod
    Link: https://incompetech.filmmusic.io/song/3457-breaktime
    License: http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

    • 1m
    Il casinò online di Atari per criptovalute

    Il casinò online di Atari per criptovalute

    Iscriviti alle Cose di Computer! 👉 https://www.cosedicomputer.com/

    “Atari. Magari!”. Ricordi questa pubblicità? Atari è un’azienda che ha avuto un ruolo importantissimo per il mondo dell’informatica. Ha sviluppato Pong, il famosissimo gioco diventato simbolo dell’era dei videogame. L’Atari 2600 è stata la prima console per videogiochi in assoluto ed ha rappresentato lo standard industriale per 15 anni. Ora però sta per buttarsi in tutt’altro ambito: sta per nascere il casinò online di Atari dedicato ai possessori di criptovalute.
    Altolà: cos’è una criptovaluta? In un’altra cosa di computer spiego in maniera semplice il Bitcoin, che è la prima criptovaluta mai creata. Ti riassumo qui il concetto. Una valuta è banalmente il nome di una moneta, ad esempio “euro”, “dollaro” eccetera. Le valute sono emesse dalle banche centrali. I Bitcoin e le altre criptovalute invece sono emesse da un software. In più sono completamente anonime: non è possibile risalire a chi ha inviato una certa somma.
    Atari è stata nel corso del tempo venduta, ceduta, rinominata e passata da un proprietario all’altro, in modi non proprio comprensibili per chi non è un imprenditore. Nel 2020 Atari ha prodotto la console VCS, ispirata al 2600. L’azienda deve essersi resa conto però che sarebbe impossibile fare concorrenza a Sony e Microsoft, che si spartiscono la maggior parte del mercato dei videogiochi grazie alla PlayStation e alla Xbox.
    Il casinò online di Atari è chiaramente una mossa strategica per cercare di cavalcare l’onda delle criptovalute. Lo scopo di questo progetto è dare la possibilità agli utenti di vivere l’esperienza di un casinò. Il fatto che siano ammesse solo criptovalute ha evidentemente lo scopo di catturare l’interesse delle persone che le usano regolarmente. La piattaforma funzionerà con gli Atari Token, delle specie di fiches virtuali create appositamente dall’azienda. Il sito del casino Atari è al momento (marzo 2021) ad accesso limitato: richiede un nome utente ed una password. Staremo a vedere se avrà successo appena verrà aperto al pubblico.

    Lobby Time by Kevin MacLeod
    Link: https://incompetech.filmmusic.io/song/3986-lobby-time
    License: http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

    Breaktime by Kevin MacLeod
    Link: https://incompetech.filmmusic.io/song/3457-breaktime
    License: http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

    • 1m
    Email di pagamento dal tuo conto: cosa fare?

    Email di pagamento dal tuo conto: cosa fare?

    Iscriviti alle Cose di Computer! 👉 https://www.cosedicomputer.com/

    Ho di recente ricavuto una email di pagamento dal tuo conto, davvero molto interessante. Ecco un riassunto del suo contenuto. Innanzitutto il mittente: me stesso! Nel testo della mail leggiamo: “ho acquistato dagli hacker l’accesso ad alcuni account email […] Ho installato il virus trojan in tutti i tuoi dispositivi […] ho scoperto che sei un vero appassionato di siti per adulti”. Riassumo il resto: l’attaccante vuole che gli invii 1200 euro in Bitcoin per evitare di divulgare dei video di me intento a guardare video per adulti. Un palese tentativo di phishing, di cui si riscontano sempre più casi dall’arrivo del COVID.
    Come ha fatto l’attaccante ad ottenere il mio indirizzo mail? No, non l’ha acquistata da un hacker: il mio indirizzo mail è pubblico, è quello aziendale! Come fa ad averla inviata da me a me stesso? Semplice: non l’ha fatto. I server mail non controllano la validità di un indirizzo mail mittente. Se lo desideri puoi inviare a chiunque una mail con indirizzo mittente “babbonatale@polonord.com”. Prova a cercare su Google “fame mail sender” e vedrai che non sto affatto scherzando.
    Se ricevi una email di pagamento dal tuo conto la puoi tranquillamente ignorare. Nessuno ti è entrato nel PC, nessuno ti ha installato un Trojan (che è un malware che apre una specie di “porta di ingresso” sul tuo computer). E’ teoricamente possibile che tutto questo sia vero ma è altamente improbabile. Il sistema più vulnerabile ai virus (Windows) ha già preinstallato un ottimo antivirus, Windows Defender, che non è così facile da imbrogliare. Devo ammettere però che la mail è ben scritta e ha un’ottima capacità di suggestionare chi la riceve.
    Per evitare brutte sorprese segui sempre queste precauzioni:
    Non cliccare su link strani quando ricevi mail da mittenti sconosciutiNon scaricare ed eseguire mai file .exe ricevuti da indirizzi strani o sconosciutiNon inviare mai soldi a nessuno via BitcoinNon ti spaventare: il phishing è tutto basato su un trucchetto psicologico. Non abboccare!Lobby Time by Kevin MacLeod
    Link: https://incompetech.filmmusic.io/song/3986-lobby-time
    License: http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

    Breaktime by Kevin MacLeod
    Link: https://incompetech.filmmusic.io/song/3457-breaktime
    License: http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

    • 57 sec

Recensioni dei clienti

4.8 su 5
8 valutazioni

8 valutazioni

Tresy92 ,

Eccellente

Molto interessanti gli argomenti trattati!☺️

ubikforce ,

Da seguire!

Riesce a sintetizzare concetti anche complessi in modo semplice ed efficace! Assolutamente da seguire 👍🏻

Sandra_8_ ,

Buono

Argomento molto interessante!

Top podcast nella categoria Tecnologia