16 episodi

Podcast settimanale riguardo Pay per click, Google Ads, Marketing online e su come pubblicizzare la tua attività in modo efficace. Questo podcast si propone di creare un luogo di approfondimento e libero confronto nonché aiutare i proprietari di attività, i dipendenti delle agenzie di marketing digitale e i liberi professionisti pay per click a sfruttare al meglio i loro budget di Google AdWords. N

GAP - Google Ads Podcast - Italian‪o‬ Oronzo Bax

    • Marketing

Podcast settimanale riguardo Pay per click, Google Ads, Marketing online e su come pubblicizzare la tua attività in modo efficace. Questo podcast si propone di creare un luogo di approfondimento e libero confronto nonché aiutare i proprietari di attività, i dipendenti delle agenzie di marketing digitale e i liberi professionisti pay per click a sfruttare al meglio i loro budget di Google AdWords. N

    15. Google Ads Podcast - Le novità di Google per le campagne Shopping nel 2020

    15. Google Ads Podcast - Le novità di Google per le campagne Shopping nel 2020

    Nell’episodio precedente abbiamo parlato delle novità nelle campagne di ricerca, ma alcune tra le novità più interessanti riguardano proprio le campagne shopping.

    La prima è che Google introduce l’opzione pickup later. Per i negozi che offrono la possibilità di comprare online e ritirare in negozio. Questo permette di pubblicizzare prodotti al momento non disponibili o che possono essere Senza che il prodotto sia nello store in quel momento ma che sarà disponibile per il giorno in cui viene indicato nell’annuncio shopping. Si tratta in questo caso non di una open list ma bisogna richiedere di poter utilizzare questa funzione

    La seconda novità riguarda la possibilità di visuallizzare le metriche relative al carrello (numero di carrelli creati, valore medio, numero di prodotti, ecc) Inutile dire che queste metriche sono fondamentali per capire il comportamento degli utenti e per capire dove agire per migliorare le performance.

    Ultima novità è la possibilità di esportare in BigQuery alcuni dati dal Merchant Center. Si potrà infatti esportare l’andamento dei prezzi in base alle categorie, brand e tipi di prodotto. Allo stesso tempo sarà possibile esportare i best sellerei prodotti e brand più popolari.

    • 5 min
    14. Google Ads Podcast - Le novità di Google per le campagne di Ricerca nel 2020

    14. Google Ads Podcast - Le novità di Google per le campagne di Ricerca nel 2020

    Prima novità interessante sono le image extensions Estensioni immagini. Utilizzando questa estensione è possibile visualizzare una immagine in basso a destra dell’annuncio. L’immagine deve essere quadrata. è una open beta disponibile a livello globale se si targettizza la lingua inglese, spagnolo e potoghese. Ovviamente è indicata agli advertisers che hanno prodotti o servizi facilmente rappresentabili visivamente. Disponibile solo per mobile. Google afferma che chi lo ha già provato ha registrato un aumento del CTR del 10%. Best practice è quella di fornire almeno 3 immagini.

    Una variante della image extension sono le dynamic image extension. L’unica differenza con la precedente è che invece di fornire le immagini a google, google cerca e utilizza le immagini che ritiene rilevanti direttamente dalla landing page. Disponibile solo per campagne che targetizzano la lingua inglese. Ovviamente si possono Controllare e rimuovere le immagini che Google utilizzerà nell’annuncio.

    U’altra openBeta sono le explanations (spiegazioni) Molto semplicemente Google fornirà informazioni sul motivo per cui alcune metriche hanno registrato variazioni importanti nelle performance.

    Google fornirà anche un servizio di traduzione delle campagne di ricerca. La traduzione riguarderà in realtà campagne search, display e UAC, dalle keywords agli annunci. Non ci sono costi per l’advertiser, questi costi verranno coperti da Google. Ovviamente il requisito è che la campagna nella nuova lingua e che parta subito con un determinato budget. Non ci sono indicazioni riguardo l’ammontare di questo budget, probabilmente verranno valutati di caso in caso dagli account manager.

    • 5 min
    13. Google Ads Podcast - Come ottimizzare gli annunci di ricerca

    13. Google Ads Podcast - Come ottimizzare gli annunci di ricerca

    Non mi importa parlare molto della struttura degli annunci, quante headlines, quante descriptions. Il primo concetto importante è che se abbiamo a disposizione dello spazio è importante sfruttarlo tutto. Se Google ci da la possibilità di mostrare due descrizioni, dobbiamo farci trovare pronti e preparare tutto affinché questo avvenga.
    Il secondo punto importante è rimarcare quale metrica viene influenzata maggiormente da un annuncio per poterne cosi valutare l’efficacia. ecco, l’efficacia di un annuncio si valuta in base al CTR. Un annuncio che ha un CTR maggiore di un altro annuncio è più valido di un altro e deve essere preso a modello per la creazione degli altri. è ovvio che il CTR non è tutto. Un annuncio che fornisce informazioni errate e che cattura traffico da utenti non interessati che successivamente abbondano il sito immediatamente non ha un effetto positivo.

    Passiamo adesso all’ottimizzazione degli annunci. L’ottimizzazione avviene attraverso dei test. Questa è una regola generale ma vale ancora di più quando parliamo appunto di annunci anche semplicemente per il fatto che impostare un test che sia valido è davvero molto semplice.

    Volendo si può creare una bozza e successivamente un esperimento nel modo in cui abbiamo già esplorato in un episodio precedente. Ma non è indispensabile! Sarebbe sufficiente infatti andare nelle impostazione e cambiare il metodo di rotazione degli annunci da ottimizza a ruota a tempo indeterminato. Questo permette di pubblicare gli annunci a rendimento inferiore con la stessa frequenza di quelli più efficaci e per un periodo di tempo indeterminato. In questo modo le impressioni di ciascun annuncio (nuovi e vecchi) non sarebbero influenzati da dati storici per esempio.

    Pensiamo ora a come scegliere le varianti degli annunci. Il mio consiglio quando si fa un test sugli annunci è quello di creare annunci con piccole varianti. Una per ogni annuncio. Facciamo un esempio. Bisogna prendere come riferimento l’annuncio con il miglior CTR e partendo da questo creare per esempio due varianti dove rispetto all’originale ci sono solo due differenze: una per ogni variante. La variante 1 avrà un descrizione diversa, la variante 2 per esempio una variante della headline 1. In questo modo quando si valuteranno le performance della variante vs l’originale si capisce subito qual è l’elemento che ha portato al risultato diverso e quindi se la variante deve essere mantenuta o meno. Questo approccio si può seguire anche in caso di una nuova campagna, con la definizione di una versione standard dell’annuncio e di due varianti con piccole modifiche.

    • 6 min
    12. Google Ads Podcast - 4 Chiacchiere con Daniele Pignone - Digital Marketing Expert

    12. Google Ads Podcast - 4 Chiacchiere con Daniele Pignone - Digital Marketing Expert

    4 Chiacchiere con Daniele Pignone, Digital Marketing Expert di Bari, su Strategie multichannel, formazione e futuro del Paid Search

    • 42 min
    11. Google Ads Podcast - L'importanza di Google Shopping per gli e-commerce

    11. Google Ads Podcast - L'importanza di Google Shopping per gli e-commerce

    Ogni e-commerce dovrebbe perlomeno valutare la possibilità di includere nella propria strategia digitale la pubblicità su Google Ads e in particolare Google Shopping. Questo tipo di campagne per loro natura intercetta l’utente quando il purchase intent è davvero molto alto. Fondamentale è allineare la struttura delle proprie campagne agli obiettivi aziendali

    • 8 min
    10. Google Ads Podcast - Perchè Tesla non fa pubblicità?

    10. Google Ads Podcast - Perchè Tesla non fa pubblicità?

    Perchè Tesla non fa pubblicità?

    • 8 min

Top podcast nella categoria Marketing