2 episodi

La storia, ancora oggi poco conosciuta, di cinque visionarie designer italiane che hanno rivoluzionato i codici dell'architettura tradizionale, cambiando per sempre il Made in Italy. Chiara Alessi racconta come la creatività femminile abbia contribuito a ridisegnare il nostro modo di vivere e abitare e le difficoltà che queste donne hanno dovuto affrontare per affermarsi in un mestiere considerato "roba da uomini". Loro, invece, sono la dimostrazione che per fare una sedia o un divano o una luce o una costruzione serve solo una persona brava. Le nostre protagoniste sono Gae Aulenti, Lina Bo Bardi, Cini Boeri, Anna Castelli Ferrieri, Nanda Vigo. Una nuova puntata online ogni martedì.

Il design è donna‪!‬ la Repubblica

    • Cultura e società
    • 3,6 • 15 valutazioni

La storia, ancora oggi poco conosciuta, di cinque visionarie designer italiane che hanno rivoluzionato i codici dell'architettura tradizionale, cambiando per sempre il Made in Italy. Chiara Alessi racconta come la creatività femminile abbia contribuito a ridisegnare il nostro modo di vivere e abitare e le difficoltà che queste donne hanno dovuto affrontare per affermarsi in un mestiere considerato "roba da uomini". Loro, invece, sono la dimostrazione che per fare una sedia o un divano o una luce o una costruzione serve solo una persona brava. Le nostre protagoniste sono Gae Aulenti, Lina Bo Bardi, Cini Boeri, Anna Castelli Ferrieri, Nanda Vigo. Una nuova puntata online ogni martedì.

    Gae Aulenti: fabbricare differenze

    Gae Aulenti: fabbricare differenze

    “Mi piace l’odore del cemento armato“: a pronunciarlo non è stato un soldato di Apocalypse now , ma una donna. Quella donna è Gae Aulenti, un’architetta che anche quando progettava degli interni per le case, dei salotti, in realtà progettava delle piazze. Un’architetta nominata Cavaliere di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana, ma anche Premio Imperiale in Giappone e Cavaliere dell’Ordine della Legion d’Onore in Francia.

    • 16 min
    Anna Castelli Ferrieri: una donna prima in un mondo di primi uomini

    Anna Castelli Ferrieri: una donna prima in un mondo di primi uomini

    Cilindri componibili, sedie trasparenti, tavoli con una sola zampa: oggetti che tutti abbiamo bene in mente e che sono tutti nati dalla mente - o con il fondamentale contributo - di Anna Castelli Ferrieri. Figlia di una mamma traduttrice e di un padre giornalista, che le fanno entrare in casa Joyce, Mann, De Sica, Pirandello, Montale, Anna nasce nei mesi in cui finisce la Prima guerra mondiale e inizia l’epidemia di Spagnola. Qualche anno dopo, è la prima donna italiana a laurearsi in architettura al Politecnico di Milano.

    • 16 min

Recensioni dei clienti

3,6 su 5
15 valutazioni

15 valutazioni

Top podcast nella categoria Cultura e società

Gli ascoltatori si sono iscritti anche a