734 episodi

Tiziana vive a Roma ed è un’Apostola della Vita Interiore. La comunità delle Apostole della Vita Interiore (AVI), ufficialmente approvata dalla Chiesa di Roma nel 1996, è presente nella medesima con una casa apostolica e una di Formazione. Le Apostole sono donne consacrate che si dedicano a tempo pieno alla preghiera, allo studio (particolarmente filosofico e teologico), alla vita comunitaria e all’apostolato. Quest’ultimo privilegia soprattutto i giovani attraverso la prima evangelizzazione (le Apostole prendono l’inziativa di avvicinarli nei loro luoghi di ritrovo e particolarmente nei campus e residenze universitarie) e l’accompagnamento spirituale. Svolgono missioni popolari, catechesi di approfondimento della fede, dibattiti culturali, conferenze su temi di attualità, preparano al matrimonio, predicano ritiri ed esercizi spirituali rivolti anche al clero e a membri di istituti religiosi maschili e femminili.Le Apostole perseguono tre obiettivi apostolici principali: 1. introdurre alla vita di preghiera. Dovunque, in ogni struttura si sente parlare del’importanza della preghiera. Tuttavia è necessario che qualcuno si metta accanto a te per apprenderne dallo Spirito Santo l’arte; 2. aiutare a discernere la volontà di Dio nel quotidiano per poter abbracciare con determinazione e fedeltà il proprio stato di vita; 3. formare all’apostolato. Non è raro trovare persone magari molto impegnate, molto attente alla vita di fede e alla vita di preghiera che però spesso non riescono a comunicare agli altri la ricchezza che hanno dentro. La realtà della fede va condivisa proprio perché attraverso la condivisione si rafforza. Dal 2000, le Apostole sono presenti anche negli Stati uniti soprattutto nei centri cattolici dei campus universitari statali. Insieme alla “School of Faith” svolgono il cosiddetto “ Mentorship Program” un programma cioè di formazione dei laici a divenire fratelli maggiori nella fede (si cura la preghiera, lo studio della teologia e tecniche e modi creativi di comunicazione) e a mettersi a disposizione nelle parrocchie per rispondere al bisogno crescente della gente di essere ascoltata, sostenuta, spronata, incoraggiata. Negli anni le Apostole hanno formato altri rami: quello sacerdotale (sacerdoti cioè dediti solo all’ascolto, all’accompagnamento e alla formazione umana e cristiana del popolo di Dio; il ramo delle laiche consacrate che a differenza delle Apostole non vivono di Provvidenza (ossia le offerte della gente), il ramo laicale dei collaboratori della nostra gioia che vede alcuni dei suoi membri diventare family, ossia legarsi con promesse a vivere la spiritualità delle Apostole nel mondo. --- Questo podcast può anche essere ascoltato in inglese all'indirizzo: www.thecatechesisoftiziana.cloud --- Questo podcast può anche essere ascoltato in spagnolo all'indirizzo: www.lacatequesisdetiziana.cloud

La catechesi del giorno di Tiziana, Apostola della Vita Interiore Tiziana, Apostola della Vita Interiore

    • Religione e spiritualità
    • 4,9 • 26 valutazioni

Tiziana vive a Roma ed è un’Apostola della Vita Interiore. La comunità delle Apostole della Vita Interiore (AVI), ufficialmente approvata dalla Chiesa di Roma nel 1996, è presente nella medesima con una casa apostolica e una di Formazione. Le Apostole sono donne consacrate che si dedicano a tempo pieno alla preghiera, allo studio (particolarmente filosofico e teologico), alla vita comunitaria e all’apostolato. Quest’ultimo privilegia soprattutto i giovani attraverso la prima evangelizzazione (le Apostole prendono l’inziativa di avvicinarli nei loro luoghi di ritrovo e particolarmente nei campus e residenze universitarie) e l’accompagnamento spirituale. Svolgono missioni popolari, catechesi di approfondimento della fede, dibattiti culturali, conferenze su temi di attualità, preparano al matrimonio, predicano ritiri ed esercizi spirituali rivolti anche al clero e a membri di istituti religiosi maschili e femminili.Le Apostole perseguono tre obiettivi apostolici principali: 1. introdurre alla vita di preghiera. Dovunque, in ogni struttura si sente parlare del’importanza della preghiera. Tuttavia è necessario che qualcuno si metta accanto a te per apprenderne dallo Spirito Santo l’arte; 2. aiutare a discernere la volontà di Dio nel quotidiano per poter abbracciare con determinazione e fedeltà il proprio stato di vita; 3. formare all’apostolato. Non è raro trovare persone magari molto impegnate, molto attente alla vita di fede e alla vita di preghiera che però spesso non riescono a comunicare agli altri la ricchezza che hanno dentro. La realtà della fede va condivisa proprio perché attraverso la condivisione si rafforza. Dal 2000, le Apostole sono presenti anche negli Stati uniti soprattutto nei centri cattolici dei campus universitari statali. Insieme alla “School of Faith” svolgono il cosiddetto “ Mentorship Program” un programma cioè di formazione dei laici a divenire fratelli maggiori nella fede (si cura la preghiera, lo studio della teologia e tecniche e modi creativi di comunicazione) e a mettersi a disposizione nelle parrocchie per rispondere al bisogno crescente della gente di essere ascoltata, sostenuta, spronata, incoraggiata. Negli anni le Apostole hanno formato altri rami: quello sacerdotale (sacerdoti cioè dediti solo all’ascolto, all’accompagnamento e alla formazione umana e cristiana del popolo di Dio; il ramo delle laiche consacrate che a differenza delle Apostole non vivono di Provvidenza (ossia le offerte della gente), il ramo laicale dei collaboratori della nostra gioia che vede alcuni dei suoi membri diventare family, ossia legarsi con promesse a vivere la spiritualità delle Apostole nel mondo. --- Questo podcast può anche essere ascoltato in inglese all'indirizzo: www.thecatechesisoftiziana.cloud --- Questo podcast può anche essere ascoltato in spagnolo all'indirizzo: www.lacatequesisdetiziana.cloud

    riflessioni sul Vangelo di Lunedì 6 Dicembre 2021 (Lc 5, 17-26)

    riflessioni sul Vangelo di Lunedì 6 Dicembre 2021 (Lc 5, 17-26)

    - Premi il tasto PLAY per ascoltare la catechesi del giorno e condividi con altri se vuoi -

    + Dal Vangelo secondo Luca +
    Un giorno Gesù stava insegnando. Sedevano là anche dei farisei e maestri della Legge, venuti da ogni villaggio della Galilea e della Giudea, e da Gerusalemme. E la potenza del Signore gli faceva operare guarigioni.
    Ed ecco, alcuni uomini, portando su un letto un uomo che era paralizzato, cercavano di farlo entrare e di metterlo davanti a lui. Non trovando da quale parte farlo entrare a causa della folla, salirono sul tetto e, attraverso le tegole, lo calarono con il lettuccio davanti a Gesù nel mezzo della stanza.
    Vedendo la loro fede, disse: «Uomo, ti sono perdonati i tuoi peccati». Gli scribi e i farisei cominciarono a discutere, dicendo: «Chi è costui che dice bestemmie? Chi può perdonare i peccati, se non Dio soltanto?».
    Ma Gesù, conosciuti i loro ragionamenti, rispose: «Perché pensate così nel vostro cuore? Che cosa è più facile: dire "Ti sono perdonati i tuoi peccati", oppure dire "Àlzati e cammina"? Ora, perché sappiate che il Figlio dell'uomo ha il potere sulla terra di perdonare i peccati, dico a te - disse al paralitico –: àlzati, prendi il tuo lettuccio e torna a casa tua». Subito egli si alzò davanti a loro, prese il lettuccio su cui era disteso e andò a casa sua, glorificando Dio.
    Tutti furono colti da stupore e davano gloria a Dio; pieni di timore dicevano: «Oggi abbiamo visto cose prodigiose».

    Parola del Signore.


    Salmo 51
    1 Al maestro del coro. Salmo. Di Davide.
    2 Quando venne da lui il profeta Natan dopo che aveva peccato con Betsabea.
    3 Pietà di me, o Dio, secondo la tua misericordia;
    nella tua grande bontà cancella il mio peccato.
    4 Lavami da tutte le mie colpe,
    mondami dal mio peccato.
    5 Riconosco la mia colpa,
    il mio peccato mi sta sempre dinanzi.
    6 Contro di te, contro te solo ho peccato,
    quello che è male ai tuoi occhi, io l'ho fatto;
    perciò sei giusto quando parli,
    retto nel tuo giudizio.
    7 Ecco, nella colpa sono stato generato,
    nel peccato mi ha concepito mia madre.
    8 Ma tu vuoi la sincerità del cuore
    e nell'intimo m'insegni la sapienza.
    9 Purificami con issopo e sarò mondo;
    lavami e sarò più bianco della neve.
    10 Fammi sentire gioia e letizia,
    esulteranno le ossa che hai spezzato.
    11 Distogli lo sguardo dai miei peccati,
    cancella tutte le mie colpe.
    12 Crea in me, o Dio, un cuore puro,
    rinnova in me uno spirito saldo.
    13 Non respingermi dalla tua presenza
    e non privarmi del tuo santo spirito.
    14 Rendimi la gioia di essere salvato,
    sostieni in me un animo generoso.
    15 Insegnerò agli erranti le tue vie
    e i peccatori a te ritorneranno.
    16 Liberami dal sangue, Dio, Dio mia salvezza,
    la mia lingua esalterà la tua giustizia.
    17 Signore, apri le mie labbra
    e la mia bocca proclami la tua lode;
    18 poiché non gradisci il sacrificio
    e, se offro olocausti, non li accetti.
    19 Uno spirito contrito è sacrificio a Dio,
    un cuore affranto e umiliato, Dio, tu non disprezzi.
    20 Nel tuo amore fa grazia a Sion,
    rialza le mura di Gerusalemme.
    21 Allora gradirai i sacrifici prescritti,
    l'olocausto e l'intera oblazione,
    allora immoleranno vittime sopra il tuo altare.

    • 6 min
    riflessioni sul Vangelo di Sabato 4 Dicembre 2021 (Mt 9, 35-10,1.6-8)

    riflessioni sul Vangelo di Sabato 4 Dicembre 2021 (Mt 9, 35-10,1.6-8)

    - Premi il tasto PLAY per ascoltare la catechesi del giorno e condividi con altri se vuoi -

    + Dal Vangelo secondo Matteo +
    In quel tempo, Gesù percorreva tutte le città e i villaggi, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni malattia e ogni infermità.
    Vedendo le folle, ne sentì compassione, perché erano stanche e sfinite come pecore che non hanno pastore. Allora disse ai suoi discepoli: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe!».
    Chiamati a sé i suoi dodici discepoli, diede loro potere sugli spiriti impuri per scacciarli e guarire ogni malattia e ogni infermità.
    E li inviò ordinando loro: «Rivolgetevi alle pecore perdute della casa d'Israele. Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino. Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date».

    Parola del Signore.

    • 5 min
    riflessioni sul Vangelo di Venerdì 3 Dicembre 2021 (Mt 9, 27-31)

    riflessioni sul Vangelo di Venerdì 3 Dicembre 2021 (Mt 9, 27-31)

    - Premi il tasto PLAY per ascoltare la catechesi del giorno e condividi con altri se vuoi -

    + Dal Vangelo secondo Matteo +
    In quel tempo, mentre Gesù si allontanava, due ciechi lo seguirono gridando: «Figlio di Davide, abbi pietà di noi!».
    Entrato in casa, i ciechi gli si avvicinarono e Gesù disse loro: «Credete che io possa fare questo?». Gli risposero: «Sì, o Signore!».
    Allora toccò loro gli occhi e disse: «Avvenga per voi secondo la vostra fede». E si aprirono loro gli occhi.
    Quindi Gesù li ammonì dicendo: «Badate che nessuno lo sappia!». Ma essi, appena usciti, ne diffusero la notizia in tutta quella regione.

    Parola del Signore.

    • 6 min
    riflessioni sulla prima lettura di Giovedì 2 Dicembre 2021 (Is 26, 1-6) - Apostola Cherise

    riflessioni sulla prima lettura di Giovedì 2 Dicembre 2021 (Is 26, 1-6) - Apostola Cherise

    - Premi il tasto PLAY per ascoltare la catechesi del giorno e condividi con altri se vuoi -


    + Dal libro del profeta Isaia +

    In quel giorno si canterà questo canto nella terra di Giuda:
    «Abbiamo una città forte;
    mura e bastioni egli ha posto a salvezza.
    Aprite le porte:
    entri una nazione giusta,
    che si mantiene fedele.
    La sua volontà è salda;
    tu le assicurerai la pace,
    pace perché in te confida.
    Confidate nel Signore sempre,
    perché il Signore è una roccia eterna,
    perché egli ha abbattuto
    coloro che abitavano in alto,
    ha rovesciato la città eccelsa,
    l'ha rovesciata fino a terra,
    l'ha rasa al suolo.
    I piedi la calpestano:
    sono i piedi degli oppressi,
    i passi dei poveri».

    Parola di Dio.

    • 6 min
    riflessioni sul Vangelo di Mercoledì 1 Dicembre 2021 (Mt 15, 29-37)

    riflessioni sul Vangelo di Mercoledì 1 Dicembre 2021 (Mt 15, 29-37)

    - Premi il tasto PLAY per ascoltare la catechesi del giorno e condividi con altri se vuoi -

    + Dal Vangelo secondo Matteo +
    In quel tempo, Gesù giunse presso il mare di Galilea e, salito sul monte, lì si fermò. Attorno a lui si radunò molta folla, recando con sé zoppi, storpi, ciechi, sordi e molti altri malati; li deposero ai suoi piedi, ed egli li guarì, tanto che la folla era piena di stupore nel vedere i muti che parlavano, gli storpi guariti, gli zoppi che camminavano e i ciechi che vedevano. E lodava il Dio d'Israele.
    Allora Gesù chiamò a sé i suoi discepoli e disse: «Sento compassione per la folla. Ormai da tre giorni stanno con me e non hanno da mangiare. Non voglio rimandarli digiuni, perché non vengano meno lungo il cammino». E i discepoli gli dissero: «Come possiamo trovare in un deserto tanti pani da sfamare una folla così grande?».
    Gesù domandò loro: «Quanti pani avete?». Dissero: «Sette, e pochi pesciolini». Dopo aver ordinato alla folla di sedersi per terra, prese i sette pani e i pesci, rese grazie, li spezzò e li dava ai discepoli, e i discepoli alla folla.
    Tutti mangiarono a sazietà. Portarono via i pezzi avanzati: sette sporte piene.

    Parola del Signore.

    • 6 min
    riflessioni sul Vangelo di Martedì 30 Novembre 2021 (Mt 8, 5-11) - Apostola Simona

    riflessioni sul Vangelo di Martedì 30 Novembre 2021 (Mt 8, 5-11) - Apostola Simona

    - Premi il tasto PLAY per ascoltare la catechesi del giorno e condividi con altri se vuoi -

    + Dal Vangelo secondo Matteo +
    In quel tempo, mentre camminava lungo il mare di Galilea, Gesù vide due fratelli, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello, che gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. E disse loro: «Venite dietro a me, vi farò pescatori di uomini». Ed essi subito lasciarono le reti e lo seguirono.
    Andando oltre, vide altri due fratelli, Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello, che nella barca, insieme a Zebedèo loro padre, riparavano le loro reti, e li chiamò. Ed essi subito lasciarono la barca e il loro padre e lo seguirono.

    Parola del Signore.

    • 8 min

Recensioni dei clienti

4,9 su 5
26 valutazioni

26 valutazioni

poz23 ,

Semplice e sottile testimonianza

Grazie alla sensibilità di Suor Tiziana, tutte le le letture e i vangeli vengono compresi e trasmessi a chi ascolta, in modo chiaro e illuminante, affinché diventino utili, ma soprattutto testimonianza per il progresso spirituale di ogni fedele

74Holly ,

Illuminante

Grazie a Suor Tiziana mi sono riavvicinata al Vangelo ... le sue spiegazioni così semplici e dirette , scandite , mi hanno rapito .
Dal consiglio di un amico a me ed oggi anche mio marito trova pace leggendo il Vangelo. Tutte le domande che ci facciamo trovano per magia delle risposte . Ogni giorno ascolto un versetto e comincio a vedere le cose in modo diverso . Grazie

popi61 ,

Ecco un Angelo del Signore .....

Suor Tiziana grazie delle tue parole ed esortazioni! Non fermarti mai , per noi sei linfa vitale . Grazie di esistere.

Top podcast nella categoria Religione e spiritualità

Potrebbero piacerti anche…