17 episodi

Insieme a Oscar Giannino un professore aziendalista, un blogger gestore di portafogli, un imprenditore.
Con Carlo Alberto Carnevale Maffé, Mario Seminerio e Renato Cifarelli ogni sabato dalle 8 alle 10 su Radio Capital torna la squadra delle Belve. Due ore di irriverente rilettura dell’economia pubblica e privata, con numeri, risate e molti graffi. E anche sano rock.

Le Belve Radio Capital

    • News

Insieme a Oscar Giannino un professore aziendalista, un blogger gestore di portafogli, un imprenditore.
Con Carlo Alberto Carnevale Maffé, Mario Seminerio e Renato Cifarelli ogni sabato dalle 8 alle 10 su Radio Capital torna la squadra delle Belve. Due ore di irriverente rilettura dell’economia pubblica e privata, con numeri, risate e molti graffi. E anche sano rock.

    Podcast del 18/01/2020

    Podcast del 18/01/2020

    Per l’attualità della settimana, la riforma costituzionale russa annunciata da Vladimir Putin, che lo porrà al vertice dello stato ancora per lungo tempo e gli consentirà di controllare i suoi aspiranti eredi; l’accordo sino-americano sul commercio, primo piccolo passo di un lungo ed accidentato percorso: le teorie sovraniste-cospirazionistiche sulla caduta di Bettino Craxi per mano di non troppo oscuri poteri stranieri e la realtà, fatta di persistente incapacità italiana di adeguarsi al contesto esterno.

    Con Alessio Argiolas discutiamo della proposta del Forum Diseguaglianze Diversità di assegnare 15 mila euro ad ogni diciottenne, su base universale e incondizionata, finanziata da una “tassa sui vantaggi ricevuti”, cioè da un forte inasprimento dell’imposta di successione.

    Con Udo Gümpel, corrispondente dall’Italia dell’emittente tedesca Rtl N-Tv, parliamo della transizione ambientale della Germania, con la fuoriuscita dal carbone e l’elettrificazione dell’industria automobilistica e le sfide che attendono le catene di fornitura, inclusa la parte italiana.

    Buon ascolto, anche della playlist delle Belve.

    • 1h 42 min
    Podcast del 11/01/2020

    Podcast del 11/01/2020

    Per l’attualità della settimana: abbiamo evitato l’aumento Iva, ora possiamo pensare ad aumentare l’Iva; la purezza etnica dei consigli di amministrazione delle banche italiane del territorio; il boom immaginario del mercato italiano del lavoro e quello vero della Cig in deroga; l’inesistenza della politica estera italiana, che però è ormai tradizione.

    La seconda guerra fredda vede dittature e regimi assediare i paesi democratici: l’epicentro dello scontro è l’Europa, le armi preferite sono ingerenze politiche e ricatti strategici, i duelli più duri avvengono nel cyberspazio, e l’Italia è uno dei più vivaci campi di battaglia. Con Maurizio Molinari, direttore de la Stampa, parliamo del suo ultimo libro, Assedio all’Occidente.

    Che fare, con le concessioni autostradali ed i loro scandalosi segreti di Stato? Attendere il loro -remoto- naturale termine per riportarle in gestione pubblica o cambiare le regole del gioco in corsa, con la sostanziale certezza di un contenzioso infinito? Ne parliamo con Giorgio Ragazzi, già economista accademico ed oggi consulente, che da sempre segue le vicende del settore.

    Con Andrea Giuricin, economista dei trasporti, commentiamo la decisione della Regione Lombardia di prorogare per altri nove anni senza gara la fallimentare concessione a Trenord. Perché non pensare invece a gare europee? Gli esempi di sostanziali risparmi e migliore qualità del servizio non mancano.

    Buon ascolto, anche della playlist delle Belve.

    • 1h 41 min
    Podcast del 21/12/2019

    Podcast del 21/12/2019

    Per l’attualità della settimana, aggiornamenti sui dissesti infiniti di Alitalia ed Ilva: la prima perde due milioni al giorno e non al mese, come invece dichiarato dal ministro Patuanelli in audizione alla Camera; la seconda va verso la creazione di un centauro pubblico-privato che scaverà un cratere di miliardi nelle tasche dei contribuenti italiani. L’ultima sceneggiata italiana, il dissesto della Banca Popolare di Bari, che tra le altre cose mette sul banco degli imputati l’antica prassi di Bankitalia di aggregare banche deboli.

    Con Salvatore Gaziano, amministratore delegato di SoldiExpert SCF, società di consulenza finanziaria indipendente, parliamo delle persistenti manipolazioni dei profili di investimento dei clienti delle banche ma anche delle reti di distribuzione, come dimostrato da recenti sanzioni Consob. Finirà mai, questo raggiro?

    Delle prospettive industriali, strategiche e tecnologiche dell’aggregazione tra FCA e PSA parliamo con Luca Ciferri, direttore di Automotive News Europe.

    Con Marco Cantamessa, professore ordinario al Politecnico di Torino, commentiamo la Strategia per l’innovazione tecnologica e l’innovazione, con obiettivo 2025, presentata dal ministero per l’Innovazione: un mix di buoni propositi e presunzione di onnipotenza dirigistica statale, annaffiati dall’immancabile spruzzata green.

    Ci risentiamo nel 2020: buone feste e buon ascolto, anche della playlist delle Belve.

    • 1h 36 min
    Podcast del 14/12/2019

    Podcast del 14/12/2019

    Per l’attualità della settimana, il debutto di Christine Lagarde in conferenza stampa al timone della Bce, con uno stile comunicativo piuttosto inusuale per un banchiere centrale. Gli esiti del Consiglio europeo sulla carbon neutrality al 2050 e gli imponenti investimenti che ciò implicherà, incluse frizioni con singoli stati. Il piano sovietico del governo italiano per Taranto. Il trionfo elettorale di Boris Johnson e gli undici mesi per negoziare un trattato commerciale con la Ue.

    Con Carlo Bastasin, Senior Fellow della Luiss School of European Political Economy (Roma) e di Brookings Institution (Washington), parliamo del suo ultimo libro, “Viaggio al termine dell’Occidente – La divergenza secolare e l’ascesa del nazionalismo“. Da quando tecnologia, finanza e capitale umano si concentrano in singole professioni, settori o aree geografiche, la dinamica che segna gli individui è quella della divergenza, che alimenta contrapposizioni identitarie ed una retorica nazionalista fatta di rabbia e recriminazioni.

    Con Fausto Panunzi, professore ordinario di Economia politica all’Università Bocconi, commentiamo il libro “The Great Reversal: How America Gave Up on Free Markets“, dell’economista Thomas Philippon, che tratta della riduzione della concorrenza negli Stati Uniti, causata sia dalla innovazione tecnologica che dalla pervasiva attività di lobbying aziendale sul potere politico. Il risultato sono minori investimenti, salari e crescita, e prezzi e diseguaglianze in aumento.

    Con Alessio Argiolas parliamo della raccolta ed utilizzo dei dati personali da parte delle amministrazioni dello Stato, ignorando le indicazioni del Garante della Privacy.

    Buon ascolto, anche della playlist delle Belve.

    • 1h 34 min
    Podcast del 07/12/2019

    Podcast del 07/12/2019

    Per l’attualità della settimana: i nuovi dazi di Trump su acciaio e alluminio argentini e brasiliani, motivati con il deprezzamento del cambio di quei paesi. In pratica, cambi fissi a mezzo di dazi, a prescindere dai fondamentali economici. Il demenziale sovranismo alimentare italiano. La trasformazione dell’industria globale dell’auto, che inizia con forti riduzioni di manodopera. In Italia, il magico mondo delle garanzie pubbliche anche per lavarsi i denti e l’invidia per i salvataggi bancari pubblici altrui.

    Con l’ambasciatore Giovanni Castellaneta parliamo delle prospettive dell’integrazione europea e del ruolo italiano, oggi che il presidente francese Emmanuel Macron mostra attivismo ed assertività che sembrano destabilizzare l’antico asse franco-tedesco, e dell’uso del commercio come arma di politica estera.

    Con Riccardo Gallo, economista e veterano dei processi di risanamento industriale, pubblico e privato, parliamo delle ipotesi di rilancio di Ilva e del negoziato tra Arcelor Mittal e governo italiano. Ma anche delle “idee” di partnership pubblico-privato guidate dall’immancabile CDP.

    Con Alessio Argiolas parliamo delle ultime aberrazioni fiscali italiane. La riproposizione della Robin Tax per i concessionari pubblici, cioè una maggiorazione Ires già dichiarata incostituzionale anni addietro. Nuovi primati italiani nella disciplina olimpionica del calcio alla lattina: arrivano clausole di salvaguardia per le accise, dal 2021, che si sommano a quelle Iva, che resteranno con noi.

    • 1h 27 min
    Podcast del 30/11/2019

    Podcast del 30/11/2019

    Per l’attualità della settimana, un veloce ripasso su cosa è realmente il tasso di disoccupazione e perché serve evitare di festeggiare pavlovianamente se scende, e l’attesa infinita di una soluzione ai casi Alitalia ed Ilva che non sia solo distruzione di denaro dei contribuenti in nome della “rinascita dell’Iri”, che in realtà sarebbe rinascita della Gepi, se solo i nostri attuali politici avessero studiato meglio la storia patria.

    Con Alessio Argiolas parliamo del rapporto Banca Mondiale-PWC Paying Taxes e della posizione del nostro paese, che sta lentamente ma inesorabilmente soffocando tra pressione tributaria, contributiva e burocratica, e dell’illusione che decontribuzioni temporanee possano servire a farci stare meglio.

    Con l’avvocato Alessandro De Nicola parliamo delle conseguenze per economia e impresa della cosiddetta riforma della prescrizione, i cui termini dal prossimo primo gennaio verranno sospesi dopo la sentenza di primo grado, promettendo tempi biblici per i successivi gradi di giudizio ed ovvi ricorsi alla Consulta per violazione del principio costituzionale della ragionevole durata del processo.

    Col professor Paolo Manasse, docente di macroeconomia e politica economica internazionale all’Università di Bologna, cerchiamo di far luce sulla decrescita infelice della produttività italiana, la maggior minaccia al tenore di vita futuro degli italiani, e confutare la distorta percezione che vede nel concetto di produttività il sinonimo di sfruttamento.

    • 1h 31 min

Recensioni dei clienti

spam 62 ,

Ottimo

Ciao è un piacere ascoltarvi , non sono così preparato tecnicamente ma vi seguo con attenzione. Non si finisce mai imparare e capire il mondo che ci circonda .
Dario .

maledetto toscano ,

Le Belve: ti aprono gli occhi

Programma eccellente di informazione ( anche di notizie lontane dalle prime pagine ) ed approfondimento ( a volte un po’ tecnico ma va bene così, per chi vuole capire e se necessario imparare ).
Giannino è ormai un’icona della difesa del Cittadino, primus inter pares tra i suoi amici al microfono.
Grandi.
E grazie soprattutto a Radio Capital per aver compreso l’importanza di un programma del genere ( importanza sacrificata dalla radio di confindustria-con la c piccola- ad altre logiche meno nobili ) ed aver “osato” l’inserimento nel suo palinsesto.
Avanti così!

Sergio Arena ,

Grande Seminerio in versione DJ!

Chi ha detto che gli analisti finanziari sono dei freddi money maker computers senza sensibilità finanziaria? Ascoltate la scaletta di oggi del Mario nazionale...

Top podcast nella categoria News

Gli ascoltatori si sono iscritti anche a