7 episodi

Il podcast che racconta la verità sulle leggende del cibo. Condotto da Eugenio Signoroni e prodotto da Piano P.
Illustrazione della cover di Andrea Bozzo.

Lievito Madre Piano P

    • Arte
    • 3,5 • 117 valutazioni

Il podcast che racconta la verità sulle leggende del cibo. Condotto da Eugenio Signoroni e prodotto da Piano P.
Illustrazione della cover di Andrea Bozzo.

    6. Puliti, autoctoni e imperfetti: la nuova onda dei vini naturali

    6. Puliti, autoctoni e imperfetti: la nuova onda dei vini naturali

    Di cosa parliamo quando parliamo di vini naturali? Lo abbiamo chiesto, tra gli altri, ad Alice Feiring, la giornalista americana a cui si deve la definizione di questi vini ricavati da uve coltivate da agricoltura biologica o biodinamica, pressate il più delicatamente possibile, con una quantità minima di zolfo e nessun processo aggiuntivo.
    A raccontarcene la storia, invece, è la figlia di Josko Gravner, che è stato il pioniere in Italia di un approccio alla produzione profondamente diverso da quello seguito fino allo scandalo del metanolo. Quell'approccio, oggi, è condiviso da decine di vignaioli che agli inizi degli Anni Duemila si sono anche costituiti in un'associazione dal nome eloquente, Vini Veri, e hanno contribuito alla diffusione di una nuova tendenza, proprio mentre tra i più giovani stava maturando una grande sensibilità per l'ambiente e l'ecologia.
    Oltre che nelle modalità di produzione, questi vini sono diversi anche nel gusto: hanno note spiazzanti, imprecise, qualche volta proprio puzzolenti, che però non sono necessariamente dei difetti.
    Produzione e adattamento della serie di Carlo Annese.
    Editing audio di Giulia Pacchiarini.

    • 30 min
    5. Chef stellati, cucinare bene non basta più

    5. Chef stellati, cucinare bene non basta più

    Promuovono territori, portano avanti battaglie sociali, conducono progetti per i più deboli, e dopo gli architetti sono diventati i grandi storyteller contemporanei. I cuochi premiati dalle guide sono diventati delle star; personaggi pubblici che attraverso la cucina fanno anche politica e provano a cambiare il mondo. Hanno trasformato, così, uno dei lavori più duri e storicamente meno desiderabili in una delle massime aspirazioni di tanti ragazzi.
    Ma come si è arrivati a questa trasformazione? Lo raccontiamo facendo la storia della Guida Michelin con Marco Do (direttore comunicazione di Michelin Italia); quella personale di August Escoffier, il più importante cuoco vissuto tra Ottocento e Novecento, con il giornalista e scrittore americano Luke Barr; quella della Nouvelle Cuisine con Gabriele Zanatta (critico gastronomico di Identità Golose). E soprattutto lo facciamo raccontare ad Antonia Klugmann e Massimo Bottura, due degli esponenti più coraggiosi e visionari di questo nuovo modo di intendere il ruolo del cibo e di chi lo prepara.

    • 32 min
    4. Birre artigianali: una moda o una vera rivoluzione?

    4. Birre artigianali: una moda o una vera rivoluzione?

    La nostra è terra di vino, e a dirlo sono i consumi: per la birra siamo terz’ultimi in Europa, davanti a Francia e Turchia, con 32 litri a persona consumati ogni anno, contro i 67 del Regno Unito o i 143 dei cechi, primi della lista. Eppure, oggi da noi ci sono più birrifici di quanti ne esistano in Belgio o in Austria, di una qualità e di un livello di innovazione difficili da trovare altrove. Merito di alcuni pionieri, attivi soprattutto in provincia, che hanno sperimentato metodi alternativi di produzione per opporsi al gusto uniforme e facile della produzione industriale, ricercando lieviti, malti e luppoli originali: in questo modo e creando uno stile che si è affermato tra i più influenti a livello mondiale: le Italian Pils.
    Sono proprio due di loro a raccontarlo, Agostino Arioli (del Birrificio Italiano) e Teo Musso (creatore del marchio Baladin), insieme a Luca Giaccone, che cura la "Guida alle birre d'Italia "di Slowfood con Eugenio Signoroni, conduttore del podcast, e all'americano Ken Grossman, fondatore del marchio Sierra Nevada e uno dei padri della birra artigianale mondiale.

    • 36 min
    3. L'invenzione della carbonara: come nasce una tradizione

    3. L'invenzione della carbonara: come nasce una tradizione

    La versione più accreditata è quella che la collega alla fine della Seconda Guerra Mondiale e alla razione di cibo dei soldati alleati che liberarono Roma. Eppure siamo tutti convinti che la ricetta della carbonara esista da sempre, e da qualche anno è anche diventata una specie di "linea del Piave" a presidio della tradizione gastronomica italiana, un monumento della nostra cucina.

    Ma che cos'è la tradizione? E che valore ha oggi, in tempi in cui tutto si consuma rapidamente, a partire proprio dal cibo? Ne abbiamo parlato con Alberto Capatti, una delle voci più importanti in Europa quando si parla di alimentazione; Alessandro Trocino, giornalista del Corriere della Sera che ha dedicato alla carbonara e alla sua complicata vicenda un libro divertentissimo; Maddalena Fossati Dondero, dal 2017 direttrice de La Cucina Italiana, e con Diego Rossi, fondatore e cuoco di Trippa, una delle osterie di maggior successo degli ultimi anni.

    Dai primi viaggi televisivi di Mario Soldati ai libri di ricette di Suor Germana, dalle guide che negli Anni 90 hanno iniziato ad assegnare gamberi e bicchieri fino al grande ritorno delle osterie, raccontiamo in che modo anche grandi chef come Gualtiero Marchesi sono stati capaci di reinterpretare la cultura italiana della tavola, codificata da "La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene" di Pellegrino Artusi, e di trasformarla in un modello a cui riferirsi con libertà e rispetto.

    • 33 min
    2. Cibo a chilometro zero: più vicino è anche più buono?

    2. Cibo a chilometro zero: più vicino è anche più buono?

    Compriamo sempre di più nei farmers market, cioè direttamente dai produttori del nostro territorio, e lo abbiamo fatto soprattutto nei mesi della pandemia. È l'espressione di un desiderio di genuinità e autenticità che la globalizzazione ha reso ancora più urgente. Ma ciò che compriamo dai contadini che coltivano dietro casa siamo sicuri che sia migliore? E che cosa significa migliore: è sufficiente che sia più buono?
    Ne parliamo con Carlo Petrini, fondatore del movimento Slow Food; Sandra Chiarato, di Coldiretti Veneto, che ha il merito di aver coniato la definizione di chilometro zero; Maurizio Martina, ex ministro dell'Agricoltura e attuale vicedirettore generale aggiunto della Fao. E poi con Pino Petruzzelli, che ha portato in scena uno spettacolo sulla straordinaria storia del cuoco italiano che ha cucinato per primo "a chilometro zero", e Anna Morelli, direttrice di Cook.inc, che racconta invece la svolta impressa a questo fenomeno da uno degli chef più bravi e famosi al mondo: René Redzepi.

    • 34 min
    1. Il segreto del lievito madre

    1. Il segreto del lievito madre

    I lunghi mesi di lockdown verranno ricordati, tra l'altro, anche perché due prodotti comuni e di solito poco utilizzati nelle nostre case sono improvvisamente scomparsi dagli scaffali dei supermercati: la farina e il lievito. Per cercare di evadere dalla quotidianità, tutti (o quasi) ci siamo messi a impastare. E molti di noi hanno scoperto il potere del lievito madre, un prodotto quasi mistico, del quale chi ne possiede un panetto ne parla come se si trattasse di un figlio da nutrire e accudire ogni giorno, da aiutare a crescere, valutare e supportare.
    Ma è proprio vero che il pane prodotto con il lievito madre è più buono di quello fatto con il lievito di birra, o non è piuttosto una moda? Eugenio Signoroni lo ha chiesto ad alcuni dei più importanti panificatori d'Italia: Davide Longoni, Eugenio Pol, la giovanissima Francesca Casci che ha aperto un laboratorio a Senigallia dove l'offerta cambia ogni giorno in base alle prenotazioni della clientela, e i due fondatori di Forno Brisa (Pasquale Polito e Davide Sarti) che a Bologna hanno fatto una piccola rivoluzione commerciale e politica. La risposta sta nel processo di lievitazione e di fermentazione, nella scelta delle farine. E, soprattutto, nell'aria.

    • 32 min

Recensioni dei clienti

3,5 su 5
117 valutazioni

117 valutazioni

hukaramasa ,

😘😘😘

The way you carry yourself is truly admirable.

hhfhngjf ,

You have a good head on your shoulders.

You have a good head on your shoulders.

Selvaggisvegli ,

Molto interessante

Puntate dense di informazioni senza essere troppo impegnative da ascoltare e con mille spunti da approfondire. Spero proprio non si fermi all’episodio 6.

Top podcast nella categoria Arte

Potrebbero piacerti anche…