16 episodi

Una prima parte del corso cerca di offrire sia uno sguardo sugli orientamenti e i problemi metodologici della storiografia dell’età contemporanea, sia su strumenti di comprensione dei termini economici indispensabili per lo studio della storia contemporanea (inflazione, deflazione, liberismo, protezionismo etc.). Per il resto il corso cerca di illustrare le linee generali della storia dell’Ottocento e del Novecento, pur essendo volutamente sbilanciato verso il periodo a noi più vicino, spesso trascurato nell’insegnamento della scuola secondaria superiore.
Una lezione è dedicata alle ondate rivoluzionarie dell’Ottocento, al Risorgimento e all’Unità d’Italia e all’unificazione della Germania con Bismarck. Un’altra alla seconda rivoluzione industriale, alle interpretazioni dell’imperialismo e alla spartizione coloniale dell’Africa.
Altre lezioni sono dedicate al fascismo italiano, al nazismo e alle loro interpretazioni e alla shoà. Un ampio spazio è dedicato al secondo dopoguerra sia dal punto di vista internazionale (il mondo diviso nei due blocchi, occidendale e sovietico, la decolonizzazione e il neocolonialismo, la caduta del muro di Berlino), sia dal punto di vista socio-politico (i nuovi soggetti: giovani e donne, il 1968 e il femminismo), sia dal punto di vista della storia italiana (i partiti, i problemi della politica italiana: terrorismo, stragi, mafia).

Storia Contemporanea « Federica Federico II - Università degli Studi di Napoli

    • Scolastico
    • 3.5, 130 valutazioni

Una prima parte del corso cerca di offrire sia uno sguardo sugli orientamenti e i problemi metodologici della storiografia dell’età contemporanea, sia su strumenti di comprensione dei termini economici indispensabili per lo studio della storia contemporanea (inflazione, deflazione, liberismo, protezionismo etc.). Per il resto il corso cerca di illustrare le linee generali della storia dell’Ottocento e del Novecento, pur essendo volutamente sbilanciato verso il periodo a noi più vicino, spesso trascurato nell’insegnamento della scuola secondaria superiore.
Una lezione è dedicata alle ondate rivoluzionarie dell’Ottocento, al Risorgimento e all’Unità d’Italia e all’unificazione della Germania con Bismarck. Un’altra alla seconda rivoluzione industriale, alle interpretazioni dell’imperialismo e alla spartizione coloniale dell’Africa.
Altre lezioni sono dedicate al fascismo italiano, al nazismo e alle loro interpretazioni e alla shoà. Un ampio spazio è dedicato al secondo dopoguerra sia dal punto di vista internazionale (il mondo diviso nei due blocchi, occidendale e sovietico, la decolonizzazione e il neocolonialismo, la caduta del muro di Berlino), sia dal punto di vista socio-politico (i nuovi soggetti: giovani e donne, il 1968 e il femminismo), sia dal punto di vista della storia italiana (i partiti, i problemi della politica italiana: terrorismo, stragi, mafia).

Recensioni dei clienti

3.5 su 5
130 valutazioni

130 valutazioni

Kinbambo ,

Peccato!

Per favore,riprendete le lezioni. Scopro solo adesso che le puntate sono di 5 anni fa.

dinopreferirei ,

svarioni

Il livello è quello di una mediocre lezione liceale, nessun approfondimento significativo, e quando si scambia Cavour con D’Azeglio (a proposito della leggendaria affermazione sul “fare gli italiani”) mi avvilisco e compatisco gli studenti costretti ad accontentarsi di certi docenti

Mastrolindosgrassatore ,

Perfetto

Bellissimi documenti, spiegazione interessante e slide ottime per ripassare.
Risolvete il problema sull'argomento della guerra fredda: le slide sono inerenti al tema ma la registrazione è la stessa della seconda guerra
Mondiale

Top podcast nella categoria Scolastico

Gli ascoltatori si sono iscritti anche a

Altri contenuti di Federico II - Università degli Studi di Napoli