26 afleveringen

"Se me lo dicevi prima" è un ponte, una casella vocale, una buca delle lettere, una macchina del tempo. Raccogliamo quelle parole, le cose non dette e le mettiamo nella nostra bottiglia, affidandola al mare degli ascolti. Tutto quello che avreste voluto dire a qualcuno prima che la vita vi allontanasse, prima che il silenzio coprisse la tavola, scrivetelo e noi lo racconteremo.
Le cose divertenti, le confessioni complicate, le risate liberatorie; Michele Dalai ci mette la voce e il francobollo, voi le storie.
Per inviare la tua lettera scrivi a: semelodiceviprima24@gmail.com

Se me lo dicevi prima Il Sole 24 Ore

    • Maatschappij & cultuur

"Se me lo dicevi prima" è un ponte, una casella vocale, una buca delle lettere, una macchina del tempo. Raccogliamo quelle parole, le cose non dette e le mettiamo nella nostra bottiglia, affidandola al mare degli ascolti. Tutto quello che avreste voluto dire a qualcuno prima che la vita vi allontanasse, prima che il silenzio coprisse la tavola, scrivetelo e noi lo racconteremo.
Le cose divertenti, le confessioni complicate, le risate liberatorie; Michele Dalai ci mette la voce e il francobollo, voi le storie.
Per inviare la tua lettera scrivi a: semelodiceviprima24@gmail.com

    Scusate il disturbo

    Scusate il disturbo

    Spesso si parla di “ospite” quando un male si impossessa del corpo. Quando però s’impossessa della testa, quasi nessuno se ne accorge. Solo Laura lo sa, solo lei sa quanto è difficile alzarsi dal letto, mettersi le scarpe, uscire da casa. Solo lei sa quanto pesa quel macigno di ossessioni, che ogni tanto le fa dire “non ce la faccio più”. Eppure, a quel "disturbo", Laura ha deciso di scrivere per provare a scacciarlo.

    • 8 min.
    L'amore di una sorella

    L'amore di una sorella

    Il 20 ottobre 2017 suona il campanello di casa. I carabinieri annunciano che il fratello dell’autrice di questa lettera ha avuto un incidente. Sacrificare la gamba per la vita, una vita da reinventare. Adesso che lui finalmente ha lasciato le stampelle, lei gli dice “grazie”.

    • 4 min.
    Quello che l'essere madre ti insegna

    Quello che l'essere madre ti insegna

    “Cerca di migliorare il tuo piccolo angolo di mondo”. L’autrice di questa lettera pensa a questa frase quando cerca di insegnare alle sue figlie a essere persone, a concedere un sorriso agli sconosciuti, a tendere la mano a chi chiede aiuto. E sono le sue figlie, a loro volta, a insegnare ogni giorno qualcosa a lei.

    • 4 min.
    Va tutto bene, mamma

    Va tutto bene, mamma

    Immagazzinare ricordi. È quello che fatto Paola, dopo la scomparsa di sua madre. E mentre la vita scorre, lei si ferma un attimo per rassicurarla: “Va tutto bene”.

    • 2 min.
    Cara me...

    Cara me...

    Monica ha deciso di scrivere una lettera a se stessa, alla ragazzina che è stata, alla donna che è diventata. Per fare pace con le domande irrisolte, tracciare una linea, guardarsi allo specchio e dirsi che la vita è un casino, ma è anche piena di piccole (e bellissime) cose.

    • 7 min.
    Nostalgia del futuro

    Nostalgia del futuro

    “Sono innamorato di te”: una frase semplice, eppure una frase che M. non è mai riuscito a pronunciare a G. Due vite sulla stessa frequenza d’onda, due vite che non si riescono a incontrare davvero, perché i sentimenti sono rimasti ingabbiati dentro, lasciandosi dietro la nostalgia di qualcosa di non vissuto.

    • 5 min.

Top-podcasts in Maatschappij & cultuur

Luisteraars hebben zich ook geabonneerd op

Meer van Il Sole 24 Ore