140 episodes

Diventare il punto di riferimento nel proprio settore attraverso la condivisione di valore e il coltivare relazioni di lunga durata. Un modo diverso di vedere la vita e di fare business online. Strategie, tattiche, strumenti per imprenditori digitali e piccole aziende.

da Brand a Friend Robin Good

    • Business

Diventare il punto di riferimento nel proprio settore attraverso la condivisione di valore e il coltivare relazioni di lunga durata. Un modo diverso di vedere la vita e di fare business online. Strategie, tattiche, strumenti per imprenditori digitali e piccole aziende.

    Esempi Italiani di Collezioni Curate di Risorse

    Esempi Italiani di Collezioni Curate di Risorse

    Esempi Italiani di Collezioni Curate di Risorse

    Una delle attività strategicamente più utili per chi scrive o pianifica la pubblicazione di contenuti online è quella legata al raccogliere e organizzare informazioni legate ad un argomento specifico.

    Lo scopo è quello di estrarre da ciò che inizialmente appare solo come un cumulo di dati, un panorama attraverso il quale avere una visione chiara e di insieme di un certo argomento.

    Ecco cinque esempi reali, tutti italiani, di contenuti di valore realizzati utilizzando questo approccio:

    1) Casi Modello (migliori esempi di pagine FB di Hotel e B&B)
    SiamoalCompleto.it (2013)
    https://web.archive.org/web/20120825162401/http://www.siamoalcompleto.it/casi-modello-2/
    Marcello Cosa

    2) Storie di Nomadi Digitali
    http://www.nomadidigitali.it/storie/
    Risorse per Nomadi Digitali
    http://www.nomadidigitali.it/risorse/
    https://NomadiDigitali.it
    Alberto Mattei

    3) Risorse per Trasferirsi a Malta
    https://VivereaMalta.com
    Carlo Gatto

    4) Le Routine di Studio dei Grandi Batteristi
    https://suonarelabatteria.it/le-routine-di-studio-dei-grandi-batteristi-848c3fd202f4
    https://SuonarelaBatteria.it
    Corrado Bertonazzi

    5) Elenchi Ufficiali di Fornitori di Farmacie
    https://michelebarzaghi.it/arredamenti-per-farmacie-elenco
    https://MicheleBarzaghi.it
    Michele Barzaghi






    -------------
    Info Utili


    • Musica di questa puntata:
    "Great Days" by Joakim Karud - disponibile su Bandcamp:
    https://joakimkarud.bandcamp.com/track/great-days




    • Dammi feedback:
    critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback

    • Ascolta e condividi questo podcast:
    https://gopod.me/RobinGood




    • Diventa sostenitore:
    sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantemente
    https://robingood.com/patreon-sharewood-community-campus
    https://Patreon.com/Robin_Good



    • Seguimi su Telegram:
    https://t.me/RobinGoodItalia
    (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)

    oppure

    https://facebook.com/RobinGoodItalia/
    (Pagina Facebook ufficiale)

    • Newsletter:
    http://robingood.it/toptools-newsletter





    • Per info e richieste:
    mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it

    • 18 min
    Principi per Disegnare il Tuo Prossimo Sito Web

    Principi per Disegnare il Tuo Prossimo Sito Web

    Principi per Disegnare il Tuo Prossimo Sito Web

    Per disegnare un sito web, penso sarebbe utile smettere di pensare all’idea di fare un sito bello, carino, originale e diverso da tutti, che ci piaccia e ci faccia sentire fichi e speciali, e di pensare piuttosto all’idea di quale sia la funzione / lo scopo per cui stiamo costruendo il sito. Individuata la funzione / lo scopo disegnare il sito web in modo che soddisfi quell'esigenza specifica.

    Allora, se in generale io mi domando, qual è la funzione chiave che deve svolgere un sito web, la mia risposta è che il mio sito deve svolgere la funzione di un chiosco informativo (e all’occorrenza di marketing) della mia attività.

    Deve dare informazioni in maniera puntuale, rapida, chiara ed esaustiva.
    Questo è ciò a cui mi serve il sito.
    Farmi conoscere, apprezzare e informare.

    Quindi ragionerei così:

    1) Cosa desideriamo dal chiosco informativo ideale?

    -> Trovabile - Facilmente raggiungibile - Accessibile - no fila

    -> Spazio comodo, ampio, luminoso, spazi per sedersi

    -> Signorina accogliente, che ascolta, che mi da info precise e utili senza tentare di vendermi nulla e dimostrando reale interesse nei miei bisogni. La signorina parla bene la mia lingua e comunica in maniera chiara, semplice e comprensibile.

    Non usa parole all’avanguardia, termini tech o per addetti ai lavori, e non cerca di essere originale e diversa da altri che offrono informazioni in altri chioschi.

    La signorina cerca di farmi risparmiare tempo e quindi non si dilunga in discorsi inutili, e non mi rendere più difficile del necessario il capire come ragiona, come parla e come mi risponde.

    Lo scopo per lei non è di essere originale e diversa, ma di essere chiara, comprensibile, esaustiva e rapida.



    *Morale della favola: quando mettiamo per prima cosa l’originalità e l’aspetto estetico nella realizzazione di progetti online, dimentichiamo lo scopo, la funzione per cui stiamo creando quel sito.

    La funzione di un sito non è quella di soddisfare il nostro ego e il nostro personalissimo senso estetico, che è del tutto soggettivo, ma di rendere facilmente accessibile, in maniera immediata e chiara, ovvia e comprensibile a tutti, le risorse e le informazioni, o le idee e i messaggi che desideriamo comunicare ad altri.

    Questo non vuol dire che non possiamo caratterizzare il design del nostro sito in modo da renderlo originale, particolare, elegante e in qualche maniera unico anche dal punto di vista estetico.

    Possiamo caratterizzare il design del nostro sito si, ma partendo dal soddisfare le sue funzioni essenziali e non dal volerlo rendere esteticamente unico.

    Ciò che intendo è che proprio lavorando sugli elementi spesso messi in secondo piano, e cioé accessibilità, leggibilità, organizzazione e ordine, si possano ottenere come conseguenza caratteristiche di unicità e originalità nel design, proprio perché ci si è spinti più avanti della media nel favorirli a dispetto dell’estetica per l’estetica.

    Il sito web non è un vestito da sfoggiare.

    E’ quindi del tutto inutile e controproducente fare una cosa super-originale che nessuno riesce a navigare o a consultare, o che serve a soddisfare esclusivamente l’ego di chi lo ha commissionato o eseguito. Entrambi non sono parte del target a cui il sito si rivolge. Gli architetti non vendono agli architetti e i grafici non vendono ai grafici. A meno che il loro mestiere sia la formazione.





    -------------
    Info Utili


    • Musica di questa puntata:
    "Just Drive" by Joakim Karud - disponibile su Bandcamp:
    https://joakimkarud.bandcamp.com/track/just-drive



    • Dammi feedback:
    critiche, commenti,...

    • 15 min
    Come Scrivere Online: 4 Principi Base

    Come Scrivere Online: 4 Principi Base

    Come Scrivere Online: 4 Principi Base

    Per scrivere online in maniera efficace l'elemento più importante da tenere in considerazione è sempre il lettore e il suo contesto e modalità di lettura.

    Da quello che è possibile apprendere leggendo studi e ricerche fatte su questi temi, e osservando le persone comuni intorno a noi, nella vita di tutti i giorni, è possibile osservare che l'atteggiamento tipico in cui queste si trovano quando leggono online è quello di un curiosare distratto e superficiale.

    In questo contesto di lettura la cosa migliore da fare è semplificare, sintetizzare, scrivere in maniera super-chiara e comprensibile, esplicitando sempre il soggetto e andando subito, sin dall'inizio dritti al sodo.

    Quattro principi fondamentali per scrivere in maniera efficace online che ti suggerisco di prendere in seria considerazione sono:

    1) Frasi brevi.
    Sintetizza, spezza, riduci la lunghezza e la complessità di ciò che scrivi.

    2) Esplicita sempre il soggetto.
    Online le persone possono cominciare a leggere da qualsiasi punto del testo. Non obbligatoriamente dall'inizio. Per questo motivo fai sì che da dovunque inizi la lettura il soggetto sia sempre immediatamente chiaro e identificabile.

    3) Vai dritto al sodo. Subito.
    Non iniziare con incisi, riflessioni o altri elementi che non siano subito la "sostanza di ciò che vuoi dire". Non scrivere "oggi ti voglio parlare/scrivere/spiegare/etc.. Vai dritto al sodo e digli la cosa che gli vuoi dire. Immediatezza.

    4) Ciccia subito.
    Spoilera. Dì subito la conclusione. Arriva subito al dunque. Non metterlo all'ultimo paragrafo. Usa l'approccio giornalistico che viene chiamato "piramide invertita" e dai subito la ciccia, mettendo i dettagli e tutto il resto dopo.





    -------------
    Info Utili


    • Musica di questa puntata:
    "Ocean" by Joakim Karud - disponibile su Bandcamp:
    https://joakimkarud.bandcamp.com/track/ocean




    • Dammi feedback:
    critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback

    • Ascolta e condividi questo podcast:
    https://gopod.me/RobinGood




    • Diventa sostenitore:
    sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantemente
    https://robingood.com/patreon-sharewood-community-campus
    https://Patreon.com/Robin_Good



    • Seguimi su Telegram:
    https://t.me/RobinGoodItalia
    (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)

    oppure

    https://facebook.com/RobinGoodItalia/
    (Pagina Facebook ufficiale)

    • Newsletter:
    http://robingood.it/toptools-newsletter





    • Per info e richieste:
    mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it

    • 11 min
    Come Formattare i Post su Facebook

    Come Formattare i Post su Facebook

    Come Formattare i Post su Facebook

    Per facilitare la lettura e l'interazione con i propri lettori su Facebook è importante formattare i contenuti di modo che siano facilmente scansionabili.

    Scansionabile vuol dire che il testo presentato è agganciabile dall'occhio in punti diversi e può essere consultato potendo individuare facilmente le sue parti principali, gli argomenti che tratta, e potendo iniziare la lettura con facilità da qualsiasi punto.

    Un testo scansionabile è anche un testo fatto da brevi frasi, concise, chiare e dirette. Frasi lunghe e complesse, ricche di incisi e considerazioni, non si prestano bene a questo tipo di utilizzo ed è meglio che siano spezzate in frasi più semplici e brevi.

    Presentare "muri di testo", scrivendo righe su righe senza mai una pausa, un interruzione visiva, è l'elemento che maggiormente scoraggia il lettore dal procedere. Questo ovviamente vale sia su Facebook, ma anche sugli altri social, sugli articoli, sulle guide e su qualsiasi altro contenuto testuale pubblicato su una piattaforma digitale.



    *Formattazione a blocchetti*

    La strategia ideale per Facebook e per gli altri social, caratterizzati tutti da una consultazione rapida, superficiale, spesso non attenta ai dettagli, è quella di spezzare il contenuto da presentare in tanti blocchi di testo (chunking), brevi e quindi di facile lettura.

    Questi blocchetti (paragrafi) vanno sempre separati da una riga vuota di testo.

    Nella formattazione a blocchetti non esiste il "punto e a capo". O fai punto, spazio e poi inizi la frase sulla stessa riga, oppure fai punto, a capo, riga vuota, e poi inizi un nuovo paragrafo/blocchetto.



    *Megablocchi*

    Laddove hai testi più lunghi e corposi, è bene suddividere i contenuti in megablocchi o "capitoletti" che contengono 2 - 6 paragrafi di testo ciascuno.

    Ogni capitoletto dovrebbe essere ben titolato, usando un massimo di 2-3 parole, e lo spazio vuoto fra un "capitoletto" e l'altro dovrebbe essere nettamente maggiore (tre volte di più almeno) dello spazio fra un paragrafo e l'altro.




    Riferimenti:

    Dynamics in Document Design by Karen Schriver
    https://www.amazon.it/Dynamics-Document-Design-Creating-Readers/dp/0471306363

    How Users Read on the Web
    https://www.nngroup.com/articles/how-users-read-on-the-web/




    Tool:

    Per formattare post di Facebook, Instagram e altri social potendo mantenere più righe di testo vuote fra una sezione di testo e un'altra è indispensabile usare uno strumento extra, poiché Facebook e gli altri social, eliminano queste righe vuote una volta che il post viene pubblicato. (Facebook consente di lasciare una riga vuota massimo fra un paragrafo e l'altro. Instagram, nessuna.)

    Grazie al supporto dei miei sostenitori ufficiali su Patreon ho realizzato un tool gratuito dedicato a risolvere questo problema. Si chiama Social Media Formatter e serve specificamente a poter pre-formattare un testo da pubblicare su FB, Instagram o altro social, potendo far si che le extra righe vuote fra paragrafi non vengano poi cancellate.

    Lo trovi qui: https://smf.robingood.com

    Diventa mia sostenitore ufficiale su Patreon: https://patreon.com/Robin_Good




    -------------
    Info Utili


    • Musica di questa puntata:
    "Palm Trees" (ft Joey Edwin) by Joakim Karud - disponibile su Bandcamp:
    a href="https://joakimkarud.bandcamp.com/track/palm-trees"...

    • 15 min
    Che Struttura Usare per i Contenuti su Facebook

    Che Struttura Usare per i Contenuti su Facebook

    Che Struttura Usare per i Contenuti su Facebook

    La maniera migliore per far si che i tuoi lettori su Facebook (o su altri social media dalle stesse caratteristiche) vadano oltre il guardare l'immagine che hai usato nel tuo ultimo post è quella di strutturare il contenuto dei tuoi post in modo che risulti ottimizzato per questo tipo di lettura.

    Con ciò intendo far riferimento alla più volte citata modalità distratta, di corsa, poco attenta, pigra e superficiale, che caratterizza la maggior parte dei lettori sui social media come Facebook.

    Per andare incontro a questo tipo di lettura è indispensabile essere diretti, immediati e concisi. Qualsiasi tentativo di offrire una modalità di scrittura più complessa e articolata è accompagnata da una diminuzione dei tempi di lettura e del numero di interazioni con i post.

    La formula ideale per strutturare i post su Facebook di modo che siano immediatamente e facilmente leggibili è basata su tre elementi chiave da presentare in questo ordine all'inizio del post:

    a) categorie
    di che argomento si tratta nel post?
    (le categorie possono essere una o due, e ognuna non dovrebbe essere composta da più di due parole. Sono equivalenti alle categorie di un libro in una biblioteca. Categoria principale, sottocategoria. Es.: [Astronomia] [Oroscopo])

    b) assassino
    cosa c'è esattamente dentro al post (nel caso in cui parliamo di un post dove hai scritto più di un paio di righe di contenuto, descrivi sinteticamente cosa presenti, dandomi subito la parte più importante del contenuto all'inizio. L'intento è spoilerare subito la "ciccia", non il contrario)?

    c) perché
    qual è il motivo chiave per cui hai deciso di parlare di questo argomento? Perché dovrei procedere e leggere il resto?

    Questi tre elementi, se usati in maniera coerente, post dopo post, aiutano i tuoi lettori a capire al volo quali dei tuoi post trattano gli argomenti che a loro interessano veramente e ad approfondire la lettura su questi.



    Poiché questo approccio è basato su tre semplici elementi che vanno inseriti in apertura di ogni singolo post, ho deciso di chiamare questa tecnica "la struttura a - b - c" e di farla diventare un elemento fondamentale della strategia editoriale che insegno ai miei clienti e partner.





    -------------
    Info Utili


    • Musica di questa puntata:
    "I'll be there" by Joakim Karud - disponibile su Bandcamp:
    https://joakimkarud.bandcamp.com/track/ill-be-there




    • Dammi feedback:
    critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback

    • Ascolta e condividi questo podcast:
    https://gopod.me/RobinGood




    • Diventa sostenitore:
    sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantemente
    https://robingood.com/patreon-sharewood-community-campus
    https://Patreon.com/Robin_Good



    • Seguimi su Telegram:
    https://t.me/RobinGoodItalia
    (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)

    oppure

    https://facebook.com/RobinGoodItalia/
    (Pagina Facebook ufficiale)

    • Newsletter:
    http://robingood.it/toptools-newsletter





    •...

    • 11 min
    Come le Persone Leggono Online

    Come le Persone Leggono Online

    Come le Persone Leggono Online

    Le stragrande maggioranza delle persone che leggono contenuti digitali attraverso smartphone, tablet e computers di vario tipo non legge questi contenuti così come quando legge un libro, un racconto, un romanzo o un libro di studio.

    Eppure non sembra esserci una diffusa consapevolezza relativa al fatto che se le persone leggono in maniera così radicalmente diversa i contenuti digitali da quelli tradizionali, stampati su carta, è indispensabile scrivere, organizzare e presentare questi contenuti in maniera da adattarsi a questo nuovo contesto e modalità di lettura.

    La prova che le persone leggono i contenuti online in maniera differente da come normalmente si legge un libro, è sotto gli occhi di tutti. Prova ad osservare chi consulta il suo smartphone per leggere le ultime notizie o per dare un'occhiata ai suoi social media preferiti.

    L'occhio scorre, scandaglia, salta qua e là, da un'immagine all'altra e lungo il margine sinistro di articoli e pagine web alla ricerca di sezioni, titoli, punti chiavi e di aggancio visivo che possano fornire dati utili sul contenuto che si sta guardando.

    Non si legge parola per parola, riga per riga, pagina per pagina. Si scandaglia, si perlustra, si filtra visivamente ciò che abbiamo davanti in una costante ricerca di immagini, simboli visivi e punti di aggancio visivo per cercare di dare un senso a ciò che abbiamo davanti, prima di decidere di affrontare una sua eventuale lettura.

    La domanda che val la pena porsi è quindi: In un contesto del genere, fatto da persone che sono di corsa, distratte, poco attente ai dettagli e poco disponibili a guardare e leggere con attenzione, quali sono gli accorgimenti da prendere nello scrivere testi e nel condividere informazioni?


    Approfondisci l'argomento:
    https://www.nngroup.com/articles/f-shaped-pattern-reading-web-content-discovered/
    https://www.nngroup.com/articles/f-shaped-pattern-reading-web-content/
    https://en.wikipedia.org/wiki/Screen_reading
    https://www.youtube.com/watch?v=zPX2gK93s5g




    -------------
    Info Utili


    • Musica di questa puntata:
    "Hurry" by Joakim Karud
    https://www.youtube.com/watch?v=x3n8vtG5_ws



    • Dammi feedback:
    critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback

    • Ascolta e condividi questo podcast:
    https://gopod.me/RobinGood




    • Diventa sostenitore:
    sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantemente
    https://robingood.com/patreon-sharewood-community-campus
    https://Patreon.com/Robin_Good



    • Seguimi su Telegram:
    https://t.me/RobinGoodItalia
    (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)

    oppure

    https://facebook.com/RobinGoodItalia/
    (Pagina Facebook ufficiale)

    • Newsletter:
    a href="http://robingood.it/toptools-newsletter"...

    • 14 min

Top Podcasts In Business

Listeners Also Subscribed To