23 episodes

Un podcast de "La Civiltà Cattolica" per accompagnare questo "cambiamento d'epoca" con meditazioni a partire da libri, musica, film.

Il titolo è un verso di Emily Dickinson: viviamo, infatti, nella possibilità di un futuro che non conosciamo e cerchiamo parole, immagini, musiche che accompagnino il tempo che viviamo adesso, e che ci aiutino a immaginare il “dopo”.

Il podcast, come la newsletter da cui nasce, è a cura di p. Claudio Zonta S.I., scrittore della nostra rivista.

Il motto della newsletter è di un anonimo gesuita: "Non coerceri a maximo sed contineri a minimo, divinum est", cioè "Non essere costretto dallo spazio più grande, ma essere capaci di stare nello spazio più ristretto. Questo è divino".

Abitare nella possibilità La Civiltà Cattolica

    • Society & Culture

Un podcast de "La Civiltà Cattolica" per accompagnare questo "cambiamento d'epoca" con meditazioni a partire da libri, musica, film.

Il titolo è un verso di Emily Dickinson: viviamo, infatti, nella possibilità di un futuro che non conosciamo e cerchiamo parole, immagini, musiche che accompagnino il tempo che viviamo adesso, e che ci aiutino a immaginare il “dopo”.

Il podcast, come la newsletter da cui nasce, è a cura di p. Claudio Zonta S.I., scrittore della nostra rivista.

Il motto della newsletter è di un anonimo gesuita: "Non coerceri a maximo sed contineri a minimo, divinum est", cioè "Non essere costretto dallo spazio più grande, ma essere capaci di stare nello spazio più ristretto. Questo è divino".

    Il rapporto uomo natura in Miyazaki

    Il rapporto uomo natura in Miyazaki

    I film di Hayao Miyazaki sono un monumento animato alla cultura giapponese. L'autore e il suo Studio Ghibli sono considerati un «tesoro nazionale vivente», ma sono anche un’ottima occasione per riflettere sul messaggio profondamente pacifista e ambientalista contenuto nelle sue opere. Miyazaki, infatti, non ha mai smesso di levare la sua voce contro la follia umana e il riscaldamento globale. Qui una possibile pista da seguire alla scoperta del filone della natura e dell’ecologismo tra i suoi 28 film.

    Ascolta la nota di Mariano Iacobellis S.I., dalla newsletter de "La Civiltà Cattolica", Abitare nella possibilità.

    • 3 min
    Girl with balloon

    Girl with balloon

    Banksy ha trasformato la street art in arte a tutti gli effetti, creando dei musei a cielo aperto. Le sue tele sono gli ampi muri delle città, la luce è quella naturale del sole, i soggetti sono collegati ad avvenimenti sui quali occorre prendere posizione: contro le guerre, il razzismo, la violenza di esclusione che si perpetra nelle città. Uno dei più celebri murales è stato dipinto sul muro di una tipografia a Shoreditch, a Londra, nel 2002 ed è intitolato Girl with balloon.

    Ascolta la nota di Luigi Territo S.I., dalla newsletter de "La Civiltà Cattolica", Abitare nella possibilità.

    • 2 min
    Il pane della condivisione

    Il pane della condivisione

    Safet Zec, pittore e scultore nato a Rogatica, Bosnia-Erzegovina, principale esponente del cosiddetto «realismo poetico», nella sua arte richiama il senso del quadro di Rembrandt che rappresenta il Cristo che guarisce i malati, opera che, come egli stesso dice, è stata fondamentale per la sua scelta artistica. Imponenti e di forte impatto emotivo sono i suoi cicli pittorici che rappresentano i migranti ammassati sui barconi, così come la presenza del pane ghermito dalle mani.

    Ascolta la nota di Claudio Zonta S.I., dalla newsletter de "La Civiltà Cattolica", Abitare nella possibilità.

    • 3 min
    Protect people not borders

    Protect people not borders

    Sibomana, nome d’arte di Antoine Durieux, artista di origini italo-belghe crea un’arte di frontiera attraverso opere che sono grandi poster che uniscono fotografie di volti in bianco e nero a tratti di pennello dai colori caldi e vivaci. Nelle sue opere il dramma dei migranti convive con la forza della speranza di una politica e di una società che metta al centro non i confini ma le persone. Il motto che sottintende l’arte di Sibomana è, infatti, Protect People Not Borders.

    Ascolta la nota di Claudio Zonta S.I., dalla newsletter de "La Civiltà Cattolica", Abitare nella possibilità.

    • 3 min
    Arte per resistere

    Arte per resistere

    Nata nel 1981 a Tehran, Newsha Tavakolian ha iniziato giovanissima la sua carriera di fotoreporter. Ancora sedicenne inizia a collaborare con il giornale Zan, il primo quotidiano fondato da una donna iraniana. Durante le manifestazioni studentesche del 1999, a Teheran, Tavakolian scende nelle piazze della capitale per documentare le rivolte di una generazione che chiede diritti e riforme. I suoi scatti fanno il giro del mondo e presto le sue fotografie verranno pubblicate sui più prestigiosi giornali internazionali: dal New York Times a Le Figaro, da Der Spiegel al Time.

    Ascolta la nota di Luigi Territo S.I., dalla newsletter de "La Civiltà Cattolica", Abitare nella possibilità

    • 2 min
    Tutto chiede salvezza

    Tutto chiede salvezza

    Con "Tutto chiede salvezza", Daniele Mencarelli ha vinto il Premio Strega Giovani 2020. Si tratta di un romanzo con protagonista lo stesso autore, ventenne nel 1994. La sua penna ci consegna una storia potente, delicata, struggente, vitale, nella quale, più del giovane Daniele, è protagonista l’umanità nella sua componente più fragile, nascosta agli occhi della società, dietro le mura degli ospedali e le porte chiuse dei reparti psichiatrici e osservata con infinita tenerezza e grande rispetto.

    Ascolta la recensione di Diego Mattei S.I., dalla newsletter de "La Civiltà Cattolica", Abitare nella possibilità.

    • 3 min

Top Podcasts In Society & Culture