1,859 episodes

Le audio notizie in 1 minuto

Ascolta la Notizi‪a‬ Ascolta la Notizia

    • Politics
    • 5.0 • 1 Rating

Le audio notizie in 1 minuto

    M5S, Crimi: «Abbiamo deciso di modificare il meccanismo di rendicontazione e restituzione, semplificandolo»

    M5S, Crimi: «Abbiamo deciso di modificare il meccanismo di rendicontazione e restituzione, semplificandolo»

    «Abbiamo deciso di modificare il meccanismo di rendicontazione e restituzione, semplificandolo. L'obiettivo è consentire al Movimento di diventare un soggetto autonomo dal punto di vista organizzativo, in modo che possa direttamente interfacciarsi con i soggetti fornitori di servizi».
    Così Vito Crimi, reggente del M5S, intervenendo durante l'assemblea dei deputati.
    «Due settimane fa è stato aperto un conto corrente bancario a nome del M5S. L'obiettivo è dare al Movimento quella capacità economica che gli consenta di sostenere direttamente le spese per la piattaforma tecnologica, per la formazione, di dotarsi di uno strumento di comunicazione proprio, una segreteria organizzativa che si occupi di gestire non solo gli iscritti ma anche le relazioni con i comuni, le comunicazioni interne, coordinare la formazione delle liste per le amministrative», ha detto ancora Crimi.

     
     


     


     

    • 51 sec
    Covid, lo sfogo di J-Ax: «È un totale fallimento politico che gli italiani non siano ancora stati tutti vaccinati in massa»

    Covid, lo sfogo di J-Ax: «È un totale fallimento politico che gli italiani non siano ancora stati tutti vaccinati in massa»

    «Il periodo più brutto della mia vita, ho avuto momenti in cui sono stato male ma mai, mai come il Covid. La paura, come è successo a me e a mia moglie, di lasciare nostro figlio orfano. La rabbia di sentirsi abbandonato dal tuo Stato, perché di amici che ti portano la spesa a casa ne trovi quanti ne vuoi. Ho avuto il Covid, non ne ho voluto parlare prima per rispetto, io sono un privilegiato».
    È questo lo sfogo di J-ax in un video pubblicato su Instagram.
    «Uno dei miei pensieri fissi è stato: come può una famiglia con tre figli che vive in un bilocale uscirne? L'effetto psicologico che questo virus ha su di noi è una cosa di cui nessuno parla, soprattutto sui più piccoli», ha detto ancora il cantante.
    «E allora» - ha continuato - «sale la rabbia. Pensando all'incapacità di gestire un'emergenza pubblica. Ok, all'inizio nessuno poteva immaginare o prepararsi a una cosa simile, ma è passato un anno! Non si tratta più di gestire un imprevisto, ma di gestire il concreto presente. E' questione di trattare, negoziare, organizzare, comunicare. È una questione quindi esclusivamente politica, e quindi è un totale fallimento politico che gli italiani non siano ancora stati tutti vaccinati in massa, e che non sappiano nemmeno quando questo avverrà con chiarezza»
     

    • 1 min
    Iss: «I migranti non costituiscono un rischio infettivo rilevante per la salute pubblica della popolazione ospitante»

    Iss: «I migranti non costituiscono un rischio infettivo rilevante per la salute pubblica della popolazione ospitante»

    «I migranti non costituiscono un rischio infettivo rilevante per la salute pubblica della popolazione ospitante».
    È la conclusione a cui è giunto dall’Istituto superiore di sanità (Iss), che in collaborazione con esperti internazionali ha realizzato un trattato pubblicato sulla 'Oxford Research Encyclopedia of Global Public Health'.
    «Ciò che va più tenuto sotto controllo è l’aumentato rischio di esposizione alle infezioni tra i migranti stessi, ovvero all’interno delle loro comunità», ha avvertito l'Iss.
    «La crescente mobilità umana, di cui la migrazione è una componente tuttavia minima, con la maggior parte dei movimenti dovuti al turismo internazionale, ai viaggi per lavoro, affari o studio e alle operazioni militari all'estero è comunque un fattore chiave della circolazione dei microrganismi. È tuttavia all’interno delle comunità di migranti che si concretizza il rischio maggiore di malattie infettive per i migranti stessi, per un maggior rischio di esposizione e per le infezioni non rilevate e non trattate a causa dell’emarginazione e delle cattive condizioni di vita», ha spiegato Silvia Declich, ricercatrice del Centro nazionale per la salute globale dell’Iss e responsabile del trattato.

     
     


     


     

    • 1 min
    Boldrini: «Mi ricovero per essere sottoposta ad un intervento chirurgico e mi aspetta poi un cammino di cure e riabilitazione»

    Boldrini: «Mi ricovero per essere sottoposta ad un intervento chirurgico e mi aspetta poi un cammino di cure e riabilitazione»

    «Dopo giorni di accertamenti medici, è arrivata la notizia che più temevo, che ogni persona maggiormente teme. Purtroppo la malattia fa parte della vita ma non si è mai pronti ad affrontarla». Venerdì «mi ricovero per essere sottoposta ad un intervento chirurgico e mi aspetta poi un cammino di cure e riabilitazione. Ho paura? Sì, ho un po’ paura. Penso che chiunque al mio posto l'avrebbe.
    Lo ha scritto in un post su Facebook l'ex presidente della Camera Laura Boldrini.
    «Al tempo stesso però ho grande fiducia in chi mi opererà e ho anche la determinazione di combattere per ritornare presto alla normalità della mia vita. Sarò impossibilitata dunque, nelle prossime settimane, a seguire le attività politiche e parlamentari con la costanza di sempre, e di questo mi dispiaccio molto, ma così è», ha aggiunto la deputata del Pd.
    «Ho voluto rendere nota io stessa, per questo motivo, la notizia della mia malattia. Un grazie alla mia famiglia, a tutti gli amici e a tutte le amiche, ai colleghi e alle colleghe e al personale sanitario che sono sicura mi aiuteranno in questa battaglia con le giuste cure, l'affetto e la vicinanza», ha concluso.
     

    • 1 min
    Covid, Draghi «Smettete di vaccinare chi ha meno di 60 anni»

    Covid, Draghi «Smettete di vaccinare chi ha meno di 60 anni»

    «È venuto il momento di prendere decisioni» sulle fasce di età per le vaccinazioni. «Uno può banalizzare e dire: smettetela di vaccinare chi ha meno di 60 anni, i giovani o ragazzi, psicologi di 35 anni. Queste platee di operatori sanitari che si allargano. Con che coscienza la gente salta la lista sapendo che lascia esposto a rischio concreto di morte persone over 75 o persone fragili?».
    Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Mario Draghi, giovedì in conferenza stampa presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio insieme al professor Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità e membro del Cts.
    «La disponibilità di vaccini non è calata, i numeri sono come prima di Pasqua, sta risalendo secondo il trend previsto, la disponibilità dei vaccini che avremo in aprile permette di vaccinare tutti gli over 80 e gran parte degli over 70 in tutte le Regioni», ha aggiunto Draghi.
     

    • 54 sec
    M5S: «I soldi del Recovery Plan non andranno a un'opera come il Ponte sullo Stretto»

    M5S: «I soldi del Recovery Plan non andranno a un'opera come il Ponte sullo Stretto»

    I soldi del Recovery Plan non andranno a un'opera come il Ponte sullo Stretto.
    Lo ha assicurato il Movimento 5 Stelle
    «Dopo le perplessità espresse dal ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani, anche il ministro della Infrastrutture e della Mobilità sostenibili Enrico Giovannini ha ribadito che il Ponte sullo Stretto non è un’opera compatibile con le risorse e con le tempistiche dettate dal Recovery plan», hanno spiegato i 5Stelle su Facebook.
    Ma soprattutto, hanno aggiunto, «non è compatibile con le emergenze del nostro Paese e delle Regioni eventualmente interessate dall’opera. Il governo ha finalmente sgomberato il campo da questo tema periodicamente tirato fuori da alcune parti politiche non certo per fare gli interessi dei cittadini».
    «Ora è il momento di concentrare energie e risorse sulla realizzazione delle opere effettivamente utili, come il Movimento 5 Stelle ha già fatto fin dai primi giorni della legislatura, per esempio con i 7 miliardi di euro investiti per l'ammodernamento della rete ferroviaria in Sicilia o l’imminente partenza del primo lotto dei lavori per l’alta velocità tra Salerno e Reggio Calabria», hanno sottolineato i pentastellati.

     
     


     


     

    • 1 min

Customer Reviews

5.0 out of 5
1 Rating

1 Rating

Top Podcasts In Politics

Listeners Also Subscribed To