34 episodes

Intelligenza artificiale che crea disoccupazione, fake news che provocano incidenti mortali e rivolte, persone che perdono il lavoro per colpa dei social network. Sei pronto per l’altro Mondo? Intercettiamo le migliori News Moderne per non farti commettere errori fatali nel Mondo Moderno.

Notizie Dal Mondo Moderno
di Workengo

Notizie dal Mondo Moderno Originali ForTune

    • News

Intelligenza artificiale che crea disoccupazione, fake news che provocano incidenti mortali e rivolte, persone che perdono il lavoro per colpa dei social network. Sei pronto per l’altro Mondo? Intercettiamo le migliori News Moderne per non farti commettere errori fatali nel Mondo Moderno.

Notizie Dal Mondo Moderno
di Workengo

    33. Una città americana sotto ricatto di hacker e costretta a pagare 500 mila dollari

    33. Una città americana sotto ricatto di hacker e costretta a pagare 500 mila dollari

    Una città americana sotto ricatto di hacker e costretta a pagare 500 mila dollari
    Non è la prima volta che accade e purtroppo non sarà l’ultima.
    Un gruppo di hacker ha preso di mira una città forzando i sistemi contenenti i dati e le funzionalità che permettono ai cittadini di pagare e chiedendo un riscatto in bitcoin.
    Il riscatto ammonta a 42 bitcoin e per i neofiti di criptovalute può sembrare poco ma basta convertire il valore in dollari per comprendere la gravità del riscatto richiesto.
    Stiamo parlando infatti di 500 mila dollari.
    Una città paralizzata che si è trovata costretta ad obbedire alle richieste dei pirati informatici pagando il riscatto.
    Questi cyber crimini stanno aumentando sempre di più e nell’ultimo anno con un incremento del + 90 % ed un crescendo nelle richieste di riscatti del 89%.
    Una vera e propria piaga soprattutto se si pensa che l’ultima città per non pagare 76.000 dollari di riscato ha dovuto pagare i danni ai cittadini per 18 milioni di dollari.
    Vivi in un mondo moderno e pieno di insidie! Pretendi che i tuoi governanti siano in grado di proteggerti anche dagli attacchi più moderni.
    Questo podcast è stato offerto da Marco Aurelio Cutrufo E-Reputation Manager & Founder di Workengo la prima startup italiana specializzata in personal e brand reputation. Se hai bisogno di difendere la tua reputazione o quella della tua azienda oppure costruire una presenza digitale forte, chiara e professionale allora visita www.workengo.it e prenota un primo consulto gratuito.

    • 1 min
    32. In Cina i robot curano i cinesi ogni giorno

    32. In Cina i robot curano i cinesi ogni giorno

    In cina i controlli medici li fanno i robot
    In più di 2000 scuole materne i bambini, di età compresa tra 2 e 6 anni, prima di iniziare scuola devono passare tutte le mattine davanti a una macchina robotica. Questo robot si chiama Walklake  il suo compito è quello di verificare, la loro condizione, ispezionando occhi, bocca e mani per individuare eventuali sintomi di malattia, attraverso sensori speciali.
    In pochissimo tempo il robot può diagnosticare una varietà di patologie, inclusa la congiuntivite.
    L’obiettivo è quello di evitare che una malattia si diffonda e contagi tutta la popolazione della scuola.
    Walklake avvisa gli insegnanti ed i responsabili degli istituti mentre produce report giornalieri dei dati sanitari acquisiti.
    Confermata la diagnosi del robot, il personale del sistema sanitario può decidere se mandare a casa il bambino.
    Su cosa puoi riflettere con questa notizia?
    L’era dei robot e dell’intelligenza artificiale è arrivata ed è realtà in alcune parti del mondo è bene che tu rifletta sulla frase celebre, “la realtà supera la fantasia”.

    • 1 min
    31. Scoperta la formula magica per rovesciare un dittatore

    31. Scoperta la formula magica per rovesciare un dittatore

    E' stato inventato un algoritmo per creare la ribellione perfetta.
    Sono passati i tempi in cui le ribellioni venivano articolate ed organizzate dai sentimenti popolari e dalle intuizioni.
    Due scienziati hanno inventato una formula matematica in gradi di creare la “ribellione perfetta” pacifica.
    Infatti essi hanno trascorso gli ultimi tre anni a studiare la storia delle proteste sociali dal 1900 ad oggi, estrapolando ogni volta i fattori chiave che hanno portato al successo o al fallimento; creando un sistema scientifico per la protesta più efficace, grazie alla quale hanno costruito la strategia con cui sono andati in scena a Londra.
    Nulla è lasciato al caso, ad esempio gli arresti sono stati pianificati e voluti. Mille era l’obiettivo perché, dati alla mano, mille arresti di persone pacifiche costituiscono un costo sociale troppo alto per essere ignorato dalla autorità politiche costringendole a divenire disponibili all’ascolto delle proteste.
    Inoltre da questo studio si è scoperto che una protesta non violenta ha molte più probabilità di successo di una protesta violenta: il 53 % contro il 25%.
    Numeri alla mano dimostrano che per rovesciare un dittatore non serve una rivolta di massa: basta il 3,5% della popolazione.
    Su cosa devi riflettere da questa notizia?
    La realtà nella quale vivi può essere interpretata, programmata ed influenzata sottoforma di formule matematiche. Prima o poi arriveremo al livello in cui nulla sarà “casuale” ma tutto sarà programmato. Per questo motivo fai attenzione all’utilizzo di queste metodologie in politica, poiché quello che può sembrarti innocuo ed umano potrebbe essere totalmente il contrario.
    E tu preferisci un destino programmato da altri oppure il libero arbitrio?
    Seguici pure su www.workengo.it/news

    • 2 min
    30. Algoritmo controlla e valuta il lavoratore in azienda

    30. Algoritmo controlla e valuta il lavoratore in azienda

    Esiste un algoritmo che controlla quanto lavori e decide quanto sei importante.
    Un algoritmo londinese di nome Isaak conta le mail che mandi, la velocità di risposta e il tempo dedicato sulla tastiera: e poi dice ai capi se produci o sei uno scansafatiche.

    Una vera e propria rivoluzione che mira a rendere tutto ciò che ci circonda misurabile perfino a lavoro.
    Il lavoratore deve essere misurato e giudicato secondo parametri oggettivi.
    Fin qui tutto bene, finchè di parla di meritocrazia.
    Il problema è che l’algoritmo in realtà valuta un lavoratore che non usa la tastiera per più di 5 miunti, in modo negativo.
    Le conseguenze sono sicuramente un sistema dove il lavoratore ha poco tempo per pensare e creare con un aumento di situazioni di stress per via di questa caratteristica nel dover sempre digitare ed avere a che fare con il pc.

    In Cina addirittura vengono misurate le onde celebrali per misurare la quantità di stress di ciascun lavoratore.

    Entriamo sempre di più nell’economia della precisione che tenta di valutare e trasformare ciascuna nostra azione e volontà in un punteggio come succede per i guidatori di UBER che se non raggiungono un determinato punteggio non possono accedere all’app per lavorare.
    In futuro questi parametri potranno essere un altro importante requisito per accedere ad un colloquio di lavoro?
    Nel dubbio meglio abituarsi a misurare le nostre azioni e le strategie per essere sempre produttivi, anche per un algoritmo.

    • 1 min
    29. La tua faccia potrebbe essere in un video online e non lo sai

    29. La tua faccia potrebbe essere in un video online e non lo sai

    Un’intelligenza artificiale può creare video fasulli con la tua faccia
    Si tratta di una tecnologia avanzata ed alla portata di tutti che sta dilagando nei suoi scopi illeciti.
    Un’intelligenza artificiale è stata addestrata per simulare in qualsiasi video la faccia di una persona.
    Infatti i casi più clamorosi sono legati a vittime come celebrità che hanno tante immagini online ed alla mercè di qualsiasi sviluppatore.
    Sono molti gli usi illeciti e fra i tanti spiccano la creazione di video hard con il viso di qualsiasi persona.
    Al momento non ci sono limiti che possono fermare malintenzionati nell’utilizzo illecito della tua immagine.
    E’ per questo che devi essere gelosissimo della tua immagine personale online e tenere sempre d’occhio i contenuti, la privacy e la reputazione online.
    Prova ad immaginare di finire in un film erotico diffuso sul web.
    Cosa potrebbero pensare i tuoi amici, parenti, datori di lavoro?
    Non solo le facce ma anche la voce, i gesti, tutto può essere falsificato online.
    Per questo poi dobbiamo essere sempre diffidenti di chi usa il web come strumento di politica, informazione ed altri scopi che hanno a che fare con la nostra opinione perché è facile cadere in un trabocchetto.
    Se vuoi ricevere un consigli utili su come non rimanere vittima del Mondo Moderno seguici su www.workengo.it/news ed iscriviti alla nostra newsletter.

    • 2 min
    28. Facebook rimuove 23 pagine di 5 Stelle e Lega per fake news

    28. Facebook rimuove 23 pagine di 5 Stelle e Lega per fake news

    Facebook rimuove 23 pagine perché diffondevano fake news a milioni di persone.
    Dai giorni ormai lontani dello scandalo di Cambridge Analytica, Facebook ed altri colossi come Google ed Amazon, si stanno trasformando verso un nuovo modello di business con al centro il rispetto della privacy dell’utente.
    E’ proprio in questo contesto che Facebook in vista delle elezioni europee, ha esaminato alcune pagine “irregolari” decidendo infine di chiuderle per divulgazione di false notizie verso più di 2 milioni di utenti indifesi. Ciò che ha fatto scalpore è che fra queste pagine sono presenti quelle dei sostenitori politici dei Cinquestelle e della Lega.
    Il controllo è avvenuto secondo la segnalazione di un ONG che si occupa di contrastare la disinformazione sul web.
    Perché questa azione improvvisa?
    I social network ed internet stesso sono mezzi potentissimi che influiscono direttamente sui nostri comportamenti e sulle noste opinioni.
    Finchè non ci saranno controlli efficaci sui contenuti, le fonti e gli autori di notizie immesse ogni giorno nella rete, il rischio di confondere la verità dalla menzogna è elevatissimo.
    Cosa fare per difendersi dalle false notizie?
    1) distaccarsi emotivamente dalle notizie trovate soprattutto sui social network, molte volte costruite per ottenere delle condivisioni virali da parte nostra.
    2) utilizzare fonti di informazione attendibili e riconoscibili, contando sempre fino 10, prima di condividere e credere a qualsiasi notizia

    Ricorda che l’unica arma di cui disponi è la tua pazienza nell’approfondire la veridicità delle news che incontrerai durante la tua routine digitale.
    Perciò credi in quello che vuoi ma non essere mai troppo pigro perché di pigrizia si può perire.

    • 2 min

Top Podcasts In News

Listeners Also Subscribed To