48 min

Delfini su Marte Scientificast

    • Science

I delfini sono brutte persone? Mandiamoli su Marte! Tanto, a quanto pare, ci sono già gli insetti… o no?

Silvia Kuna discute la recente identificazione di artopodi sul Pianeta Rosso a opera di un professore dell’università dell’Ohio anche dal punto di vista della sobria reazione della stampa, che fa il paio con i titoli usciti la settimana scorsa quando su Marte si sono misurate fluttuazioni inattese dell’ossigeno.

A questo link trovate l’abstract del poster presentato alla conferenza Entomology 2019 dove si sostiene la spavalda tesi: esa.confex.com/esa/2019/meetingapp.cgi/Paper/147473

Una contestazione di alcuni esperti: www.space.com/mars-bug-claim-not-aliens-search-for-life.html

Qui una spiegazione del mistero dele fluttuazioni di ossigeno misurate nel cratere marziano di Gale: https://www.sciencedaily.com/releases/2019/11/191112114014.htm

Con Matteo Lunghi, dottorando dell'Università di Ginevra, Valeria ci racconta del parassita Toxoplasma gondii che causa la toxoplasmosi, di che cos'è, quali sono i rischi associati e del suo ciclo vitale.

Giuliano ci illustra un esperimento che ha dimostrato che i delfini, come già si sospettava, sono creature abbastanza intelligenti da collaborare per uno scopo comune. Sembrerà ovvio ma non erano ancora stati fatti studi sistematici su questo aspetto.

Al link www.sciencedaily.com/releases/2019/10/191028103850.htm trovate lo studio sui delfini collaborativi, mentre alla pagina en.wikipedia.org/wiki/Cooperative_pulling_paradigm viene descritto in dettaglio il test che poi è stato adattato allo studio sui delfini.

Tuttavia non facciamoci trarre in inganno: esiste un’ampia biografia, dagli anni 80 in poi, che ci mostra come i delfini sappiano collaborare anche e soprattutto per scopi più truci:
www.bbc.com/earth/story/20160204-cute-and-cuddly-dolphins-are-secretly-murderers

I delfini sono brutte persone? Mandiamoli su Marte! Tanto, a quanto pare, ci sono già gli insetti… o no?

Silvia Kuna discute la recente identificazione di artopodi sul Pianeta Rosso a opera di un professore dell’università dell’Ohio anche dal punto di vista della sobria reazione della stampa, che fa il paio con i titoli usciti la settimana scorsa quando su Marte si sono misurate fluttuazioni inattese dell’ossigeno.

A questo link trovate l’abstract del poster presentato alla conferenza Entomology 2019 dove si sostiene la spavalda tesi: esa.confex.com/esa/2019/meetingapp.cgi/Paper/147473

Una contestazione di alcuni esperti: www.space.com/mars-bug-claim-not-aliens-search-for-life.html

Qui una spiegazione del mistero dele fluttuazioni di ossigeno misurate nel cratere marziano di Gale: https://www.sciencedaily.com/releases/2019/11/191112114014.htm

Con Matteo Lunghi, dottorando dell'Università di Ginevra, Valeria ci racconta del parassita Toxoplasma gondii che causa la toxoplasmosi, di che cos'è, quali sono i rischi associati e del suo ciclo vitale.

Giuliano ci illustra un esperimento che ha dimostrato che i delfini, come già si sospettava, sono creature abbastanza intelligenti da collaborare per uno scopo comune. Sembrerà ovvio ma non erano ancora stati fatti studi sistematici su questo aspetto.

Al link www.sciencedaily.com/releases/2019/10/191028103850.htm trovate lo studio sui delfini collaborativi, mentre alla pagina en.wikipedia.org/wiki/Cooperative_pulling_paradigm viene descritto in dettaglio il test che poi è stato adattato allo studio sui delfini.

Tuttavia non facciamoci trarre in inganno: esiste un’ampia biografia, dagli anni 80 in poi, che ci mostra come i delfini sappiano collaborare anche e soprattutto per scopi più truci:
www.bbc.com/earth/story/20160204-cute-and-cuddly-dolphins-are-secretly-murderers

48 min

Top Podcasts In Science