253 episodi

Questo podcast è per persone sensibili che desiderano riconoscere e affermare il proprio valore.
In questo viaggio, ti aiuterò ad avere gli strumenti pratici che ti permetteranno di aumentare l'autostima, rimetterti al centro e affermarti nelle tue relazioni
Sono Sebastiano Dato, e questo è Dato che ci sono Podcast.
Vieni a trovarmi nella mia casa: https://sebastianodato.it

Dato che ci sono Sebastiano Dato

    • Istruzione
    • 4,9 • 45 valutazioni

Questo podcast è per persone sensibili che desiderano riconoscere e affermare il proprio valore.
In questo viaggio, ti aiuterò ad avere gli strumenti pratici che ti permetteranno di aumentare l'autostima, rimetterti al centro e affermarti nelle tue relazioni
Sono Sebastiano Dato, e questo è Dato che ci sono Podcast.
Vieni a trovarmi nella mia casa: https://sebastianodato.it

    Esercizio per aumentare autostima e sicurezza

    Esercizio per aumentare autostima e sicurezza

    Nello scorso episodio, abbiamo visto che l'autostima è un giudizio di valore verso noi stessi. Per questo, l'autostima dipende dai pensieri che si nutrono verso se stessi.

    Potresti allora pensare che per aumentare l'autostima basti avere pensieri positivi. Può essere anche vero, ma probabilmente anche tu come i miei clienti ti sei reso conto che per ogni pensiero buono che fai nei tuoi confronti ne emergono altri cento più critici e cattivelli.

    Per avere autostima, pratica la gratitudine

    Oltre all'accoglienza e all'accettazione di tutti i pensieri, il terzo canale per avere autostima è la gratitudine.

    Quando ti tratti con rigidità e severità, ti diventa difficile riconoscere i tuoi successi, nel lavoro e nella vita, e finisci per darli per scontati.
    Praticare la gratitudine, invece, può diventare un vero e proprio impegno da prendere verso di te. Per amarti.

    Esercizio per aumentare l'autostima

    Tieni un diario accanto al letto. Ogni sera, prima di dormire, scrivi sul diario le tre cose di cui puoi sentirti fiero di te che sono successe nella giornata.

    Soffermati su ogni punto. Inspira, e lascia entrare dentro di te uno stato di gratitudine. Sentila diffondersi in tutto il corpo. Sorridi ed espira.
    Puoi anche decidere di concederti un piccolo premio. Un piccolo permesso di coccolarti per rimarcare ciò di cui poter andare fieri.

    Di solito si è bravi a riconoscere gli aspetti positivi delle altre persone. Bisogna allenarsi a riconoscere anche i propri.

    Allenarsi a vedere le parti di sé di cui essere fieri aiuta a costruire l'autostima e ad accettarsi completamente: non soltanto per le parti più fragili, ma anche per quelle più forti.

    ✅ Se desideri aumentare la tua autostima e prenderti ciò che desideri dalla vita, puoi candidarti alla prima call di 30 minuti del mio percorso in cui valuteremo se posso esserti d'aiuto.

    👉 Puoi farlo qui: https://sebastianodato.it/percorso

    • 5 min
    "Mi sono licenziata. Mi sono messa al centro e seguo ciò che sento dentro" - Percorso di Miriam

    "Mi sono licenziata. Mi sono messa al centro e seguo ciò che sento dentro" - Percorso di Miriam

    "Il tipo di posto di lavoro in cui ero mi ha messa davanti a una serie di difficoltà che avevo già con me stessa da un po' di tempo, ma le ha amplificate.

    Non riuscivo più a essere creativa, né ad affrontare le mie giornate. Iniziava a non piacermi quello che stavo facendo, anche se ero sicura che quella cosa mi piacesse di base. Non ero produttiva e cercavo di compensare facendo corsi."

    Quando Miriam ha iniziato il mio percorso #3MesiPerAffermarti, viveva le sue giornate lavorative in preda all'ansia. Non era valorizzata nel contesto in cui si trovava, sentiva di sminuirsi e di doversi adeguare. E così, ogni email era diventata un attacco di panico.

    Eppure lei, architetto che ha deciso di cambiare strada e lavorare come graphic designer, quel lavoro l'aveva cercato e scelto. Era sicura fosse il suo, ma era l'ambiente poco sano proprio che non andava.

    Tutto ciò influenzava anche la sua vita personale, che sentiva sfuggirle di mano. Per quanto fosse abituata a cavarsela da sola, era in un momento in cui aveva bisogno di conferme, ma all'esterno trovava solo giudizi.

    "Stavo riscontrando difficoltà anche con altre persone: paura dei giudizi, di colleghi e amici. Non c'era nulla sotto il mio controllo, niente che mi rendesse felice. La mia vita non stava andando come volevo io, e ho accettato di essere aiutata, per quanto fossi una persone che si arrangia da sola e in qualche modo ne viene fuori. "

    Nel percorso insieme, Miriam ha:

    ➡️ Imparato a gratificarsi ed esprimere gratitudine per i suoi successi, non dandoli per scontato o cedendo all'ansia del raggiungere altri obiettivi. Al contrario, godendoseli e accorgendosi di quanta strada abbia già fatto.

    ➡️ Cambiato visione delle cose, smettendo di considerare "catastrofi" le cose negative e prendendo ciò che la vita ha da offrirle come "genuino", autentico. E se ci sono difficoltà, non si demolisce ma sa essere costruttiva e superarle.

    ➡️ Lasciato il suo lavoro! Si è licenziata per abbracciare il suo modo di lavorare e la possibilità di scegliere con chi farlo. Oggi è una libera professionista ed è felice di aver seguito la pancia, più che la testa.

    "Durante il percorso mi sono licenziata da quel lavoro. Se prima neanche pensavo di esserne in grado perché ero legata al lavoro sicuro, alla paura di sbagliare o di pentirmene, a un certo punto del percorso è diventato ovvio che quella fosse la naturale scelta da fare.

    Ho deciso di mettere me stessa al centro della mia vita e di lasciarmi guidare nelle mie scelte da ciò che sentivo dentro.
    Ho in mano la mia vita e faccio il meglio che posso fare ogni giorno."

    ✅ Se la storia di Miriam ti rispecchia e anche tu vuoi realizzare questo tipo di risultati, puoi candidarti alla prima call di 30 minuti del mio percorso in cui valuteremo se posso esserti d'aiuto.

    👉 Puoi farlo qui: https://sebastianodato.it/percorso

    • 22 min
    Insicurezza e Bassa Autostima: come superarle

    Insicurezza e Bassa Autostima: come superarle

    Sei cintura nera nel riconoscere i pregi degli altri, ma ti senti un disastro quando si tratta della tua AUTOSTIMA?

    Fino a qualche anno fa, la bassa autostima era la mia sorellastra cattiva. Mi sentivo insicuro, e per questo ero quello silenzioso nei gruppi che aveva paura a dire come la pensava, che studiava fino a tardi e si mangiava le unghie per lo stress, che cercava di fare tutto alla perfezione ma si sentiva lo stesso inferiore agli altri.

    Sapevo però vedere il bello negli altri, anche quando loro non lo vedevano. Mi piaceva incoraggiarli, pensare a loro in chiave positiva, ma ero una frana quando si trattava di me. ⏬

    Volevo sentirmi più sicuro, ma all’atto pratico non sapevo cosa fare. L’autostima mi sembrava un'entità astrale impossibile da raggiungere. Tutti ne parlano, ma come si aumenta davvero?

    🌟 Sappi che l’autostima non è altro che un giudizio di valore che ogni persona da a sé stessa.
    E cosa sono i giudizi se non semplici pensieri?

    ➡ L’autostima è quindi la serie di pensieri che dedichi a te.

    In una sessione una mia cliente, Stefania, non riusciva a immaginare un futuro felice. Ogni volta che provava a pensare ad una vita diversa si diceva che era troppo poco brava/bella/interessante per realizzarla.

    Provava a scacciare via quei pensieri, e più lo faceva più tornavano.
    Lottare contro i propri pensieri è infatti una guerra persa già in partenza.

    Ci sono due passaggi che devi fare se vuoi aumentare l’autostima:

    🟢 Accogli i tuoi pensieri, e sospendi i giudizi). Non prenderli per oro colato. Osservali invece, dà loro l’attenzione che richiedono e accompagnali con gentilezza alla porta dicendo: “Grazie, non è il momento!”.

    Quando lo fai, torna nel presente guardandoti intorno, ascoltando i suoni del luogo in cui ti trovi, i profumi e le sensazioni del tuo corpo. Tu non sei i tuoi pensieri.

    🟢 Accetta qualsiasi pensiero, sia quelli positivi che negativi, senza lottare contro di essi. Quando ti giudichi, puoi aggiungere alla fine la frase “... e vado bene così come sono”.

    “Sono brutto… e vado bene così come sono”.
    “Sono incapace… e vado bene così come sono”.
    “Sono generoso… e vado bene così come sono”.

    💞 Quando Stefania ha osservato i suoi pensieri e li ha sospesi, sono sparite subito la vergogna e l’agitazione che provava. Si è sentita calma.

    Più serena, è riuscita a pensare a cosa le piace di sé e a vedersi più bella e forte, senza più interrompersi per giudicarsi.

    Perché è questa la base dell’autostima: accettarti nelle tua forza e nelle tue fragilità.

    Insieme ad esse, tu vai già bene. ❤️

    Riepilogando: l’autostima non è altro che l’insieme dei pensieri che hai di te. Spesso ci si identifica con essi, e da questo dipende la bassa autostima.
    Impara invece a sospendere i tuoi pensieri, accogliendoli, e ad accettarti per la persona che sei.

    Nel percorso con i miei clienti, questo è una delle tappe fondamentali. Facciamo in modo che i pensieri non influenzino più l’autostima.
    Se vuoi, possiamo lavorarci insieme. Puoi candidarti alla prima chiamata gratuita di 30 minuti in cui capiamo se possiamo iniziare questo viaggio insieme.
    Qui: https://sebastianodato.it/percorso

    ➡️ Unisciti alla community su Telegram, dove potrai ricevere tutti i miei contenuti e i suggerimenti extra riservati solo a chi ne fa parte. E' gratis e puoi cancellarti quando vuoi: https://sebastianodato.it/telegram

    ➡️ Ho creato un gruppo per persone sensibili che desiderano riscoprire la forza della sensibilità, un punto di contatto con me e la community per confrontarci e soprattutto in cui ognuno diventa una risorsa per aiutare l'altro. a...

    • 8 min
    Gelosia non è amore. Ecco come superarla per non rovinare le tue relazioni

    Gelosia non è amore. Ecco come superarla per non rovinare le tue relazioni

    Quando le persone iniziano il mio percorso perché vogliono lavorare sul tema della gelosia, partono sempre col raccontarmi che a causa del loro essere gelosi hanno distrutto le loro relazioni.

    Soffrono, non riescono a perdonarsi, sono arrabbiate con loro stesse e si addossano la colpa della fine del loro amore. Anche se pensano che in fondo essere gelosi significhi amare.

    Che la gelosia sia una prova d’amore, è solo una convinzione. Un'idea romantica.

    Purtroppo ciò che accede è che anche se le intenzioni sono quelle di tenere la persona vicina, così facendo la allontani e quello che temi finisce per compiersi, come in un copione.

    Questo perché viene a cadere uno degli elementi di base di un rapporto: la fiducia.

    C’è un passaggio che facciamo insieme ai miei allievi, che alla fine permette loro di superare la gelosia e di riuscire a “lasciare andare” il controllo e il dubbio, per fidarsi e affidarsi. Comprendere, cioè, quale bisogno ti sta comunicando la tua gelosia e cosa eviti di contattare quando metti in atto azioni di controllo.

    Ti parlo di questo passaggio nell'episodio di oggi.

    ➡️ Unisciti alla community su Telegram, dove potrai ricevere tutti i miei contenuti e i suggerimenti extra riservati solo a chi ne fa parte. E' gratis e puoi cancellarti quando vuoi: https://sebastianodato.it/telegram

    ➡️ Ho creato un gruppo per persone sensibili che desiderano riscoprire la forza della sensibilità, un punto di contatto con me e la community per confrontarci e soprattutto in cui ognuno diventa una risorsa per aiutare l'altro. https://sebastianodato.it/gruppo

    ➡️ Ameresti avere gli strumenti pratici che ti aiuteranno ad avere autostima e sicurezza, per trasformare la sensibilità nella tua forza per costruire relazioni profonde e prenderti il tuo spazio nel mondo?
    Candidati per la prima chiamata gratuita del mio percorso #3mesiperaffermarti: https://sebastianodato.it/percorso

    ➡️ Vieni a trovarmi nella mia casa: https://sebastianodato.it/

    • 15 min
    Le basi per costruire una relazione sana

    Le basi per costruire una relazione sana

    Cosa significa avere una relazione sana?

    Pensa ad una relazione: due persone che si incontrano, imparano a condividere, creano intimità tra loro. Ad un tratto, quella relazione che fino ad allora dipendeva dai due, uno di fronte all'altro, diventa qualcosa di più grande.

    Come se trascendesse, inizia a fluire da sola. Indipendente dalle stesse volontà delle due persone che l'hanno generata. E' un vortice armonico, che contiene e comprende entrambi e allo stesso tempo è qualcosa di più. Una vita nuova.

    Si tratta del "Noi".

    Nasce dall'incontro tra un "Io" e un Tu" che sanno stare l'uno di fronte all'altro perché non stanno cercando al di fuori di sé un modo per colmare dei vuoti che sentono dentro.

    Quando lavoro con le persone sulle relazioni, vivono rapporti fondati sul bisogno, in cui ciascuno mette sul piatto una merce di scambio: le cure, le attenzioni, la disponibilità in cambio di riconoscimento, attenzioni, sicurezza, ecc.

    Un filosofo, Buber, chiamava questo modello di relazione "Io - Esso" perché il rapporto è come un oggetto: lo uso, mi aspetto che mi sia utile in qualche modo e quando non mi serve più posso buttarlo. Ed è proprio così che succede: quando il bisogno alla base viene soddisfatto (solitamente soltanto per una delle due persone), la relazione crolla.

    Non è un modello sano, duraturo.

    Riconoscere una relazione sana vuol dire prima di tutto "Io e tu, ci stiamo incontrando? Oppure stiamo incontrando un'ideale, un'aspettativa che ognuno ha dell'altro?".

    - "Faccio di tutto per te così tu mi amerai (in cambio)".
    - "Sei una persona forte che mi fa sentire al sicuro (ma non ci sei mai)".
    - "Ci divertiamo insieme (ma non andiamo mai in profondità).

    Allora, cosa ci porta a scegliere (o continuare a scegliere) relazioni Io-Esso?
    Come costruire i rapporti "Io-Tu"?

    Te ne parlo in questo podcast.

    ➡️ Unisciti alla community su Telegram, dove potrai ricevere tutti i miei contenuti e i suggerimenti extra riservati solo a chi ne fa parte. E' gratis e puoi cancellarti quando vuoi: https://sebastianodato.it/telegram

    ➡️ Ameresti avere gli strumenti pratici che ti aiuteranno ad avere autostima e sicurezza, per trasformare la sensibilità nella tua forza per costruire relazioni profonde e prenderti il tuo spazio nel mondo?
    Candidati per la prima chiamata gratuita del mio percorso #3mesiperaffermarti: https://sebastianodato.it/percorso

    ➡️ Vieni a trovarmi nella mia casa: https://sebastianodato.it/

    📚 Libri consigliati per la tua affermazione nelle relazioni e la tua realizzazione: https://sebastianodato.it/libri

    • 19 min
    Hai paura di far soffrire gli altri con le tue scelte?

    Hai paura di far soffrire gli altri con le tue scelte?

    Non sono le tue scelte a far soffrire gli altri. Non dipende da te.

    Dipende dalla loro interpretazione delle tue scelte.
    Ha quindi a che fare più con loro che con te.

    Se hai paura di far soffrire gli altri con le tue azioni e le tue decisioni, questa è una cosa importantissima da fare tua.

    Nessuno può far sentire gli altri come vuole.

    (E questo vale anche per noi)

    G. è una mia allieva che non riusciva a prendersi del tempo per sé dopo il lavoro per paura che il suo compagno potesse rimanerci male e si sentisse messo da parte.

    Quando ha compreso che, qualora fosse successo, questo non avrebbe avuto nulla a che fare con lei, si è data un bellissimo permesso.
    Quello di condividere con il suo compagno il suo desiderio.

    E sai cosa è successo? Che dopo lavoro si è ritagliata il suo spazio di solitudine, per le cose che le piacciono, senza ferire nessuno.

    Quindi ricapitolando:

    - Non sono le tue scelte a far soffrire gli altri.
    - E' la loro interpretazione delle tue scelte. Allora, puoi coinvolgerli, darti il permesso di far fluire e condividere i tuoi bisogni così che siano chiari (e non lascino spazio a interpretazioni).

    Se porti tutto questo dentro di te, cosa ti piacerebbe fare e quale permesso di puoi concedere oggi?

    Se invece senti che le cose non fluiscono facilmente, forse ci sono dei "devo" troppo forti. Cambiamoli, insieme!
    Nel mio percorso #3MesiPerAffermarti aiuto le persone proprio a fare questo passaggio evolutivo, aiutandole a trasformare la sensibilità nella loro forza per prendersi i loro spazi nel mondo ed esprimere chi sono.

    Fissa la prima chiamata gratuita con me. Compila il form su: https://sebastianodato.it/percorso

    ➡️ Unisciti alla community su Telegram, dove potrai ricevere tutti i miei contenuti e i suggerimenti extra riservati solo a chi ne fa parte. E' gratis e puoi cancellarti quando vuoi: https://sebastianodato.it/telegram

    ➡️ Ho creato un gruppo per persone sensibili che desiderano riscoprire la forza della sensibilità, un punto di contatto con me e la community per confrontarci e soprattutto in cui ognuno diventa una risorsa per aiutare l'altro. https://sebastianodato.it/gruppo

    • 15 min

Recensioni dei clienti

4,9 su 5
45 valutazioni

45 valutazioni

lorizero58 ,

Dato che ci sono

Seguo Sebastiano perché trovo nei suoi episodi conforto e riflessioni sul miglioramento personale

francyy9 ,

Consigliatissimo

Seguo Sebastiano da un po’ e devo dire che ha un approccio al miglioramento personale diverso dagli altri, sempre positivo, solare, comprensivo e “umano”. I podcast mi tengono compagnia, mi aiutano a migliorare l’umore e a scoprire nuovi metodi per affrontare le difficoltà e le esperienze della vita.

Valerie80w ,

Ottimo insegnante

Un posto adatto a tutte le persone che vogliono trarre vantaggio dalla propria intelligenza emotiva e sensibilità.

Top podcast nella categoria Istruzione

Potrebbero piacerti anche…