200 episodi

Pilpul è lo spazio di approfondimento curato dalla redazione di Pagine Ebraiche e dedicato al confronto sui grandi temi dell'attualità, raccontati attraverso una prospettiva ebraica. Dal ruolo dell'ebraismo e delle minoranze in Italia alla vitalità d'Israele, dalle sfide dell'informazione alle riflessioni sui diritti, ogni puntata nuovi ospiti per parlare di storia, tradizioni, cultura, politica e molto altro.

Il Pilpul di Pagine Ebraiche Pagine Ebraiche

    • News

Pilpul è lo spazio di approfondimento curato dalla redazione di Pagine Ebraiche e dedicato al confronto sui grandi temi dell'attualità, raccontati attraverso una prospettiva ebraica. Dal ruolo dell'ebraismo e delle minoranze in Italia alla vitalità d'Israele, dalle sfide dell'informazione alle riflessioni sui diritti, ogni puntata nuovi ospiti per parlare di storia, tradizioni, cultura, politica e molto altro.

    "Bougie" Herzog, un nuovo presidente per Israele

    "Bougie" Herzog, un nuovo presidente per Israele

    Dal 9 luglio subentrerà all'attuale Capo di Stato Reuven Rivlin. Sarà l'undicesimo Presidente dello Stato ebraico. "Il presidente di tutti", ha affermato poco dopo l'elezione a larghissima maggioranza.

    • 3 min
    Nuovo governo d'Israele, la fiducia entro il 14

    Nuovo governo d'Israele, la fiducia entro il 14

    Entro lunedì 14 giugno il parlamento israeliano si riunirà per votare la fiducia al governo guidato da Yair Lapid e Naftali Bennett. Lo ha annunciato in queste ore il presidente della Knesset Yariv Levin. Si avvicina dunque il momento della verità per la coalizione costruita da Lapid, leader centrista di Yesh Atid, e Bennett, a capo del partito di destra Yamina.

    • 3 min
    Israele e l'importanza economica di porre fine allo stallo politico

    Israele e l'importanza economica di porre fine allo stallo politico

    Israele si avvia verso la formazione di un nuovo esecutivo. Il 13 giugno infatti si voterà la fiducia al governo guidato da Naftali Bennett e Yair Lapid. Un governo che dovrebbe mettere fine al prolungato stallo politico, costato molto al paese, anche in termini economici. Una questione al centro dell'audiopilpul di questa sera.

    • 4 min
    Edith Bruck vince il Premio Strega Giovani

    Edith Bruck vince il Premio Strega Giovani

    “Incontro da tanti anni i giovani nelle scuole che mi ripagano con il loro leggere e andrò avanti finché avrò respiro. Questa è la mia missione e anche un dovere morale. I giovani sono migliori di quello che pensiamo”. Sono le parole con cui Edith Bruck ha festeggiato la vittoria del Premio Strega Giovani, assegnatole per il suo ultimo libro Il pane perduto. Bruck è anche nella cinquina finalista del riconoscimento principale, che vede per il momento in testa Emanuele Trevi con Due vite.

    • 2 min
    La sfida di "vedere il futuro"

    La sfida di "vedere il futuro"

    Ebraica, il festival di cultura organizzato dalla Comunità di Roma, è iniziato con un confronto su "Vedere il futuro" con ospiti il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario nella lotta al Covid, e il rabbino capo rav Riccardo Di Segni.
    "Stiamo assistendo a una mobilitazione, ha detto il generale. "Gli italiani si sentono protagonisti della campagna di vaccinazione. Dall'epidemia abbiamo capito una lezione: da soli non se ne esce". Per rav Di Segni un "senso di sicurezza ipertrofico" ci aveva fatto dimenticare "che la nostra natura è fragile, che le nostre sicurezze sono molto relative". Da qui una lezione fondamentale: "Restiamo con i piedi per terra".

    • 3 min
    Froome al Tour (ma come gregario)

    Froome al Tour (ma come gregario)

    Dopo qualche timore per una defezione che a un certo punto sembrava nell’aria, la notizia che ha rassicurato i fan israeliani del ciclismo e più in generale gli appassionati di questo sport. Quelli che amano i grandi campioni: a ogni età, con qualunque acciacco. Anche quando non sono in grado di dare il meglio di sé.
    È il caso Chris Froome, quattro volte vincitore del Tour de France e l’obiettivo di vincerne un quinto con la maglia della Israel Start-Up Nation. La stagione giusta non sarà probabilmente questa (e chissà, avendo già 36 anni, se mai arriverà). Ma a poche settimane dalla partenza della Grand Boucle l’incognita è stata sciolta: Froome sarà della partita. Non nei panni di capitano, ma in quelli per lui (quasi) inediti di gregario.

    • 2 sec

Top podcast nella categoria News

Luca Bizzarri - Chora
Radio 24
Francesco Costa - Il Post
Breaking Italy
Il Post
Corriere della Sera