7 episodes

di Giulia Cavaliere

A cura di Sara Poma.
Romantic Italia è un podcast che nasce da un libro edito da minimum fax e che diventa oggi un racconto a puntate di alcuni episodi della discografia italiana che hanno esplorato, tra gli altri - in modi diversi, innovativi, sorprendenti e destinati alla classicità - il tema più ampio e indecifrabile di tutti: quello dell’amore. Qui parliamo di LP, di 33 giri della storia della musica italiana lontana e vicina. E in ogni caso, comunque, cantiamo d’amore.

Illustrazione di Agnese Pagliarini per Minimum Fax
Musiche di Mattia Del Moro

Romantic Italia storielibere.fm

    • Music
    • 5.0 • 2 Ratings

di Giulia Cavaliere

A cura di Sara Poma.
Romantic Italia è un podcast che nasce da un libro edito da minimum fax e che diventa oggi un racconto a puntate di alcuni episodi della discografia italiana che hanno esplorato, tra gli altri - in modi diversi, innovativi, sorprendenti e destinati alla classicità - il tema più ampio e indecifrabile di tutti: quello dell’amore. Qui parliamo di LP, di 33 giri della storia della musica italiana lontana e vicina. E in ogni caso, comunque, cantiamo d’amore.

Illustrazione di Agnese Pagliarini per Minimum Fax
Musiche di Mattia Del Moro

    Ep. 06 | L’amore e la violenza vol.2 dei Baustelle

    Ep. 06 | L’amore e la violenza vol.2 dei Baustelle

    L’amore e la violenza vol. 2 è un concept album sull’amore uscito nel 2018 composto ed eseguito dai Baustelle.
    Il disco segue il L’amore e la violenza, settimo album in studio della band, uscito nel 2017.
    In questo episodio di Romantic Italia Giulia Cavaliere racconta come i brani dell’album mostrano i diversi volti dell’amore.
    Sentiremo anche la voce di Francesco Bianconi che spiega come è nato L’amore e la violenza e come i Baustelle hanno deciso di approcciarsi al racconto amoroso.

    • 25 min
    Ep. 05 | …ma cosa vuoi che sia una canzone…di Vasco Rossi

    Ep. 05 | …ma cosa vuoi che sia una canzone…di Vasco Rossi

    di Giulia Cavaliere

    Ma cosa vuoi che sia una canzone ha un manico di chitarra in copertina, una chitarra temperata come una matita. Una copertina-icona che rivela già moltissimo del contenuto di questo disco: canzoni scritte a chitarra e matita, canzoni profondamente legate a una visione cantautorale anni ’70 ma che diventano anche molto di più.
    Raccontando l’amore italiano attraverso i suoi personaggi stanchi, in Ma cosa vuoi che sia una canzone Vasco ha creato un potentissimo flashforward sul nostro Paese come lo conosciamo oggi, in cui lui stesso, quel ragazzino che partecipava ai concorsi canori, quel disc jokey che si vergognava a cantare, è ancora un protagonista e una forza della natura incontenibile.

    • 29 min
    Ep. 04 | Anima Latina di Lucio Battisti

    Ep. 04 | Anima Latina di Lucio Battisti

    di Giulia Cavaliere

    Nel 1973 Lucio Battisti e Mogol partono per un viaggio tra Argentina e Brasile: quel viaggio dall’altra parte del mondo si rivelerà un’esperienza di incontri importantissimi, musicali e non.
    L’anima sudamericana, appunto, latina, diventa l’architettura attraverso la quale Battisti costruisce il più importante, ricco, e letteralmente eccezionale album degli anni ‘70 italiani, ma anche uno dei lavori maggiormente seminali dell’intera musica del nostro Paese.
    Anima Latina si presenta come una lunga suite in cui tutto partecipa a una nuova fase del discorso amoroso della produzione Battisti Mogol: il racconto della crisi esistenziale dell’intimo umano – infatti siamo di fronte a un album che si muove molto bene tra esistenzialismo intimismo e racconto dell’uomo nella società – che apre la crisi dei ruoli predefiniti di uomo e donna, anche e soprattutto all’interno della relazione tra i due.

    • 37 min
    Ep. 03 | Oxanna di Anna Oxa

    Ep. 03 | Oxanna di Anna Oxa

    di Giulia Cavaliere

    1978: la casa musicale RCA mette sotto contratto la 17enne barese Anna Oxa, madre italiana e padre albanese, affidandola a Ivano Fossati per il profilo musicale e a Ivan Cattaneo, che crea la sua immagine ispirandosi al mondo punk. Il suo album d'esordio, “Oxanna”, rappresenta qualcosa di unico e rivoluzionario nella storia della canzone italiana e tocca un tema che, ancora oggi, è incredibilmente oggetto di discussione pur nella sua ovvietà: anche la donna può semplicemente desiderare l’attimo, la fugacità amorosa, il sesso fine a sé stesso, contro una visione borghese e retrograda del rapporto di coppia e della sessualità. Solo “Streaking”, esordio di Loredana Bertè del 1974, aveva anticipato di qualche anno le tematiche e l’approccio di “Oxanna” che però, grazie al lavoro di scrittura e di esecuzione di musicisti come Guido Guglielminetti, Luciano Ciccaglioni, Alessandro Centofanti, Ruggero Cini, qui finiscono con l’essere più a fuoco, sintetizzate in brani estremamente pop, quando non, appunto, grandi hit come “Un'emozione da poco”.

    • 28 min
    Ep. 02 | Piccolo grande amore di Claudio Baglioni

    Ep. 02 | Piccolo grande amore di Claudio Baglioni

    di Giulia Cavaliere

    1972: nel filone di canzone narrativa organizzata in un long playing, fa capolino la figura di Claudio Baglioni, che tra il 27 agosto e il 30 settembre registra quello che sarà il suo primo concept album, “Questo piccolo grande amore”, pubblicato poi in ottobre. “Questo piccolo grande amore” racconta le tappe di una storia d'amore giovanile e introduce alcune novità che andranno a inserirsi nella canzone italiana d’autore. Non è solo un disco che parla d’amore, insomma. E’ un disco che racconta l’evoluzione di una storia d’amore e in cui ogni momento di questa storia è rappresentato da una canzone.

    • 34 min
    Ep. 01 | Sotto il segno dei pesci di Antonello Venditti

    Ep. 01 | Sotto il segno dei pesci di Antonello Venditti

    di Giulia Cavaliere

    Il viaggio alla ri-scoperta di dischi che hanno fatto la storia della musica italiana, raccontando l'amore, inizia l'8 marzo 1978. Nel giorno del suo 29esimo compleanno, Antonello Venditti pubblica il suo sesto LP, Sotto il segno dei pesci. Sono giorni caldissimi per l'Italia, sotto shock per il rapimento di Aldo Moro e attraversata dalla battaglia sul referendum per l'aborto. Se questi eventi potessero avere una colonna sonora, probabilmente sarebbe proprio “Sotto il segno dei pesci” che, appena uscito, raggiunge il primo posto in classifica ma soprattutto entra attivamente e prepotentemente nelle case degli italiani con la propria statura allegorica. Merito di canzoni indimenticabili come la title track, Sara, Bomba o non bomba, Giulia, che raccontano l'amore e il sentimento da una visuale nuova, che fonde pubblico e privato, dimensione intima e implicazioni sociali.

    • 21 min

Customer Reviews

5.0 out of 5
2 Ratings

2 Ratings

Top Podcasts In Music

Listeners Also Subscribed To

More by storielibere.fm