85 Folgen

Le lectio del Vangelo di Giovanni di p. Silvano Fausti e da p. Filippo Clerici il lunedì sera dal 2000 al 2004.La pubblicazione sarà settimanale.

Lectio: Vangelo di Giovann‪i‬ Silvano Fausti

    • Christentum

Le lectio del Vangelo di Giovanni di p. Silvano Fausti e da p. Filippo Clerici il lunedì sera dal 2000 al 2004.La pubblicazione sarà settimanale.

    Giovanni 21, 20-25

    Giovanni 21, 20-25

    Il capitolo 21, analogamente agli Atti degli apostoli, ci presenta in sintesi la storia della chiesa: essa continua a fare e a dire ciò che Gesù ha “principiato a fare e insegnare” (At 1,1). La missione del Figlio diventa la nostra: pescare i fratelli dalla morte. L’aspetto istituzionale della chiesa, rappresentato da Pietro, è fondato sull’amore e sul perdono accettato e accordato. L’aspetto carismatico, rappresentato dal discepolo amato, è anima e misura di ogni istituzione: è l’amore, che vive in eterno. Tutto il resto è “funzionale”: da accettare o rifiutare secondo che giova o meno ad amare. La chiesa ha come principio e fine la libertà di amare.
    Questa è l'ultima Lecio del percorso di Giovanni.
    Il testo della traduzione del Vangelo di padre Silvano può essere scaricato da: http://www.gesuiti-villapizzone.it L'immagine e' un particolare di un'icona gentilmente concessa dall'iconografo Giuseppe Bottione. Per ulteriori informazioni: http://www.scriverelaparola.it/

    • 1 Std. 1 Min.
    Giovanni 21, 12-18

    Giovanni 21, 12-18

    Il capitolo 21, analogamente agli Atti degli apostoli, ci presenta in sintesi la storia della chiesa: essa continua a fare e a dire ciò che Gesù ha “principiato a fare e insegnare” (At 1,1). La missione del Figlio diventa la nostra: pescare i fratelli dalla morte. L’aspetto istituzionale della chiesa, rappresentato da Pietro, è fondato sull’amore e sul perdono accettato e accordato. L’aspetto carismatico, rappresentato dal discepolo amato, è anima e misura di ogni istituzione: è l’amore, che vive in eterno. Tutto il resto è “funzionale”: da accettare o rifiutare secondo che giova o meno ad amare. La chiesa ha come principio e fine la libertà di amare.
    Il testo della traduzione del Vangelo di padre Silvano può essere scaricato da: http://www.gesuiti-villapizzone.it L'immagine e' un particolare di un'icona gentilmente concessa dall'iconografo Giuseppe Bottione. Per ulteriori informazioni: http://www.scriverelaparola.it/

    • 1 Std. 3 Min.
    Giovanni 21, 1-11

    Giovanni 21, 1-11

    Il capitolo 21, analogamente agli Atti degli apostoli, ci presenta in sintesi la storia della chiesa: essa continua a fare e a dire ciò che Gesù ha “principiato a fare e insegnare” (At 1,1). La missione del Figlio diventa la nostra: pescare i fratelli dalla morte. L’aspetto istituzionale della chiesa, rappresentato da Pietro, è fondato sull’amore e sul perdono accettato e accordato. L’aspetto carismatico, rappresentato dal discepolo amato, è anima e misura di ogni istituzione: è l’amore, che vive in eterno. Tutto il resto è “funzionale”: da accettare o rifiutare secondo che giova o meno ad amare. La chiesa ha come principio e fine la libertà di amare.
    Il testo della traduzione del Vangelo di padre Silvano può essere scaricato da: http://www.gesuiti-villapizzone.it L'immagine e' un particolare di un'icona gentilmente concessa dall'iconografo Giuseppe Bottione. Per ulteriori informazioni: http://www.scriverelaparola.it/

    • 1 Std. 7 Min.
    Giovanni 20, 24-31

    Giovanni 20, 24-31

    Noi, come Tommaso, non c’eravamo il giorno di Pasqua. Pur rimproverandolo per la sua incredulità, Gesù si fa vedere anche da lui: è uno dei Dodici, di quelli che l'hanno visto per testimoniarlo a noi. E proclama beati noi che crediamo senza aver visto.Accettando la testimonianza di quelli che hanno visto, facciamo anche noi la loro stessa esperienza: “tocchiamo” e siamo toccati dalle sue ferite d’amore nella celebrazione eucaristica, dove la Parola si fa pane di vita per tutti. Incontrare il Risorto significa risorgere. E noi sappiamo che siamo passati dalla morte alla vita perché amiamo i fratelli.
    Il testo della traduzione del Vangelo di padre Silvano può essere scaricato da: http://www.gesuiti-villapizzone.it L'immagine e' un particolare di un'icona gentilmente concessa dall'iconografo Giuseppe Bottione. Per ulteriori informazioni: http://www.scriverelaparola.it/

    • 1 Std. 6 Min.
    Giovanni 20, 19-23

    Giovanni 20, 19-23

    La comunità riconosce il Signore dalle sue ferite, che restano sempre aperte per accogliere tutti. Da esse scaturisce la gioia di chi è amato e l’invio ad amare come siamo amati. La missione della chiesa è la stessa di Gesù, inviato dal Padre verso i fratelli. Per questo siamo creature nuove, vivificate dal suo Spirito, che è amore, dono e perdono da offrire a tutti. Se non perdoniamo, non siamo come lui.
    Il testo della traduzione del Vangelo di padre Silvano può essere scaricato da: http://www.gesuiti-villapizzone.it L'immagine e' un particolare di un'icona gentilmente concessa dall'iconografo Giuseppe Bottione. Per ulteriori informazioni: http://www.scriverelaparola.it/

    • 1 Std. 9 Min.
    Giovanni 20, 11-18

    Giovanni 20, 11-18

    Maria è immagine della chiesa, la sposa che trova l’amato del suo cuore. Ciascuno di noi è chiamato a fare la sua stessa esperienza . Il Signore è sempre presente: viene incontro a chi lo cerca e si fa riconoscere dicendo il nostro nome. Inizia così il cammino della sposa: attratta dallo Sposo, è da lui e come lui inviata verso i fratelli, in attesa dell'abbraccio definitivo nella casa del Padre.
    Il testo della traduzione del Vangelo di padre Silvano può essere scaricato da: http://www.gesuiti-villapizzone.it L'immagine e' un particolare di un'icona gentilmente concessa dall'iconografo Giuseppe Bottione. Per ulteriori informazioni: http://www.scriverelaparola.it/

    • 1 Std. 5 Min.

Top‑Podcasts in Christentum

Zuhörer haben auch Folgendes abonniert: