49 episodios

Dopo le elezioni più incredibili della storia, continua il viaggio di Francesco Costa nella società e nella politica americane.
Prodotto da Piano P.

Da Costa a Costa Francesco Costa

    • Noticias

Dopo le elezioni più incredibili della storia, continua il viaggio di Francesco Costa nella società e nella politica americane.
Prodotto da Piano P.

    S04E01. L'occupazione di Alcatraz

    S04E01. L'occupazione di Alcatraz

    Il 20 novembre del 1969 ottanta persone occuparono l'isola di Alcatraz, nota per ospitare al largo di San Francisco il più famoso carcere di massima sicurezza al mondo, quello da cui nessuno era mai riuscito a evadere. Ci restarono un anno e mezzo.
    Gli occupanti facevano parte della più derelitta delle minoranze statunitensi: i nativi americani (o bisogna chiamarli "indiani d'America", oppure ancora "indigeni"?). La loro storia e la storia dell'occupazione ci permettono di affrontare il tema fondamentale attorno al quale gira quasi tutto nella politica americana, nel 1969 come nel 2020: l'identità.

    • 38 min
    Dall'11 gennaio torna Da Costa a Costa

    Dall'11 gennaio torna Da Costa a Costa

    La quarta stagione di "Da Costa a Costa", il popolare podcast di Francesco Costa sulla politica americana, comincia sabato 11 gennaio e andrà avanti per tutto il 2020.
    Il podcast si affiancherà alla newsletter settimanale, che servirà a raccontare e spiegare cosa accadrà prima, durante e dopo le elezioni per la Casa Bianca, e conterrà grandi storie del presente e del passato, per mettere in un contesto più ampio la cronaca febbrile della campagna elettorale, e conoscere meglio gli Stati Uniti d'America.

    "Da Costa a Costa" - che ora ha anche un sito: http://dacostaacosta.net - è gratis, ma tutto quello che serve per realizzarlo ha un costo: servono aerei, macchine, camere d'albergo, attrezzature e software per registrare e montare gli episodi, telefonate, connessioni internet, abbonamenti a servizi e giornali, e servono soprattutto tempo e lavoro. Dal 2015 questi costi sono ripagati dai contributi offerti spontaneamente da lettori e ascoltatori. Vi chiediamo, quindi, di farlo ancora: se i contenuti di "Da Costa a Costa" vi piacciono, se li trovate utili, interessanti e di buona qualità, valutate la possibilità di fare una donazione attraverso http://dacostaacosta.net/sostieni.

    • 59 segundos
    Milano, Europa: il nuovo podcast di Francesco Costa

    Milano, Europa: il nuovo podcast di Francesco Costa

    Che cos'è, oggi, Milano? E che che cosa diventerà? Chi sono le persone che la abitano, che lavori fanno, come sono le loro vite? Da venerdì 15 marzo, Francesco Costa lo racconterà in sei episodi, uno ogni due settimane, cercando di andare oltre il racconto banalizzato che ogni tanto si fa di Milano, sia in positivo che in negativo. Parlerà di lavoro e di periferie, di solidarietà e di innovazione, di servizi e di cantieri. Non essendo un tuttologo, lo farà anche e soprattutto dando voce a chi ha qualcosa da raccontare su questo posto: un posto sempre più rilevante non solo per chi ci vive, ma anche per il resto dell'Italia e del mondo.

    Un podcast realizzato con il contributo di EuroMilano (https://www.euromilano.net/).

    L'illustrazione del logo è di Roberto Cigna (@ROBERTO_CIGNA).

    • 4 min
    S3E01. Cosa è stata, fin qui, l'America di Trump

    S3E01. Cosa è stata, fin qui, l'America di Trump

    Da Costa a Costa ritorna per una stagione speciale, dieci puntate (alcune nuove come questa, altre aggiornate, riviste e interamente ri-registrate) nate in collaborazione con Storytel, una piattaforma di libri e non solo.

    La politica statunitense si appresta a vivere la fase finale di un anno cruciale, in uno dei periodi più intensi e sorprendenti della sua storia secolare. Alla fine del 2018, infatti, si terranno le elezioni di metà mandato: per la prima volta dalla clamorosa elezione di Donald Trump alla presidenza, tutti gli americani saranno chiamati alle urne. Le loro scelte rifletteranno le trasformazioni e i problemi della politica americana, e saranno un primo giudizio sulle azioni dell'amministrazione Trump fino a questo momento: dall'immigrazione all'economia, dal commercio al fondamentale e discusso caso Russia. I risultati del voto del 2018 creeranno inoltre il contesto nel quale partirà, dal giorno dopo il voto, un'altra fondamentale campagna elettorale: quella che porterà a eleggere il nuovo presidente degli Stati Uniti.

    Per ascoltare le altre puntate di questa stagione speciale, potete provare gratis per 30 giorni la piattaforma Storytel, con la quale collaboriamo, qui: https://bit.ly/PianoP_Storytel

    • 37 min
    S2E25. L'anno che verrà

    S2E25. L'anno che verrà

    Nell'ultima puntata di Da Costa a Costa proviamo a ragionare su quella che nel 2018 sarà probabilmente la più importante storia di politica interna negli Stati Uniti, oltre alle elezioni di metà mandato, e su cosa deve cercare il Partito Democratico se vuole battere Donald Trump alle presidenziali del 2020. Cosa serve più di ogni altra cosa a un candidato che vuole vincere? Esiste davvero il dualismo tra "voto di pancia" e "voto di testa"?
    Ci offrono degli spunti interessanti due persone che non potrebbero essere più lontane – Barack Obama e Corey Lewandowski, l'ex capo dello staff di Trump – eppure indicano la stessa direzione.

    Questa puntata è stata realizzata con il contributo di basicomo, Composition Book fatti a mano in Italia, subito disponibili su http://basicomo.com.

    Sul sito di PianoP (http://pianop.it) puoi trovare le traduzioni in italiano degli inserti audio e i link ai contenuti aggiuntivi.

    • 31 min
    S2E24. Cosa cambia il voto in Alabama (parecchio)

    S2E24. Cosa cambia il voto in Alabama (parecchio)

    Il Partito Democratico ha ottenuto una vittoria sorprendente e molto importante in Alabama, per il suo futuro ma anche per il presente immediato. Di norma i Repubblicani in Alabama stravincono anche se candidano «un nome preso a caso dall'elenco del telefono»; stavolta gli è andata male, dopo aver candidato un ex giudice estremista accusato di molestie su minori: assieme a quel seggio hanno perso anche uno dei due voti di maggioranza che gli restavano al Senato, e un altro pezzo della loro autorità morale. È un risultato che rischia di aggravare la guerra civile interna ai Repubblicani, ma soprattutto è solo l'antipasto di quello che succederà nel 2018: quello che sarà – davvero – l'anno decisivo per Donald Trump e la sua amministrazione.

    Questa puntata è stata realizzata con il contributo di basicomo, Composition Book fatti a mano in Italia, subito disponibili su http://basicomo.com.

    Sul sito di PianoP (http://pianop.it) puoi trovare le traduzioni in italiano degli inserti audio e i link ai contenuti aggiuntivi.

    • 30 min

Top podcasts de Noticias

Otros usuarios también se han suscrito a