50 episodi

Un libro, un film, una canzone, un gol di tacco, un’idea, lo scorcio di un palazzo, un gesto, il silenzio di un politico. Storie fuori dal flusso: uno spazio per recensire la vita, in positivo

La prima cosa bella la Repubblica

    • Cultura e società
    • 4.8 • 5 valutazioni

Un libro, un film, una canzone, un gol di tacco, un’idea, lo scorcio di un palazzo, un gesto, il silenzio di un politico. Storie fuori dal flusso: uno spazio per recensire la vita, in positivo

    La prima cosa bella di Gabriele Romagnoli - lunedì 30 novembre 2020

    La prima cosa bella di Gabriele Romagnoli - lunedì 30 novembre 2020

    La prima cosa bella di lunedì 30 novembre 2020 è un programma che realizza la profezia sarcastica del regista di Boris: un’altra televisione è possibile. Si chiama Che ci faccio qui e riprende stasera in seconda serata su Rai Tre, per 4 puntate. Lo conduce Domenico Iannacone (a scanso di sospetti, non lo conosco). Lo fa senza alcuna impostazione, non s’agghinda, oscilla fra il tenero e il truce, ma soprattutto va e racconta. Quel che gli pare.

    • 2 min
    La prima cosa bella di Gabriele Romagnoli di lunedì 23 novembre 2020

    La prima cosa bella di Gabriele Romagnoli di lunedì 23 novembre 2020

    La prima cosa bella di lunedì 23 novembre 2020 è la vita avventurosa dei vecchi. In questi tempi, mentre i giovani annaspano in mondi virtuali e i loro padri si sdraiano, fragili ponti tra un passato e un presente indomabili, sono i vecchi gli eroi della storia. Stracampano: uno o due decenni piò dei loro genitori o nonni.

    • 2 min
    La prima cosa bella di Gabriele Romagnoli di lunedì 16 novembre 2020

    La prima cosa bella di Gabriele Romagnoli di lunedì 16 novembre 2020

    La prima cosa bella di lunedì 16 novembre 2020 è l’interruttore sulla parete della stanza di Jannik Sinner da bambino. Uno dei segreti della sua riuscita. Lo ha raccontato a Stefano Semeraro, che lo riporta nel libro su “come è arrivato al tennis“. Dice: “Miravo ad accendere e spegnere la luce colpendo l’interruttore con la pallina. E a volte il vicino bussava al muro“.

    • 2 min
    La prima cosa bella di Gabriele Romagnoli - lunedì 9 novembre 2020

    La prima cosa bella di Gabriele Romagnoli - lunedì 9 novembre 2020

    La prima cosa bella di lunedì 9 novembre 2020 sarebbe la Redazione Cold Case. Per fortuna il duello tra Biden e Trump è finito al quarto giorno, perché ho avuto il timore che altrimenti ci saremmo stancati di seguirlo, avremmo voltato a pagina e via. ’Ma le elezioni americane?’. ’Boh, sono sempre là che litigano’. Ammettiamolo, i media hanno la capacità d’attenzione di un gattino: arriva sempre qualcosa di nuovo a distrarla. Anni fa a Roma il capo della squadra mobile, Vittorio Rizzi, istituì un’apposita sezione sui casi irrisolti.

    • 2 min
    La prima cosa bella di Gabriele Romagnoli - lunedì 2 novembre 2020

    La prima cosa bella di Gabriele Romagnoli - lunedì 2 novembre 2020

    La prima cosa bella di lunedì 2 novembre è la biblioteca di David Bowie. Ne aveva una viaggiante, composta da bauli che contenevano libri tascabili, ordinati su piccole mensole. E una in casa, sparpagliata, a Manhattan. E’ bello immaginarlo sfogliare i volumi della prima nella sua roulotte nel deserto del New Mexico, mentre recitava l’alieno che era in lui nel film L’uomo che cadde sulla terra.

    • 2 min
    La prima cosa bella di Gabriele Romagnoli - lunedì 26 ottobre 2020

    La prima cosa bella di Gabriele Romagnoli - lunedì 26 ottobre 2020

    La prima cosa bella di lunedì 26 ottobre 2020 sarebbe l’immaginazione al potere. Poiché l’auspicio del filosofo Herbert Marcuse è diventato uno slogan del Sessantotto, è stato rigettato come fosse il sei politico o l’eskimo. Quanto sarebbe stato utile, invece, fosse diventato realtà.

    • 2 min

Recensioni dei clienti

4.8 su 5
5 valutazioni

5 valutazioni

Top podcast nella categoria Cultura e società

Gli ascoltatori si sono iscritti anche a