40 episodi

Ciao a tutti, noi siamo @protofra (Francesco) e @franznardi (Francesco) e questo è Spinnit.

Spinnit è un podcast ed è il nostro modo di condividere la grande passione che ci accomuna: la musica.

Di volta in volta parleremo dei nostri album preferiti, cercando di fornire delle chiavi di lettura che possano permettere a tutti di capirli e apprezzarli. Rock, jazz, pop, blues, e tutto quello che vi può venire in mente, ma rigorosamente di qualità. Se indipendente meglio ancora!

https://spinnit.it/

Spinnit SHED626

    • Musica
    • 4,8 • 17 valutazioni

Ciao a tutti, noi siamo @protofra (Francesco) e @franznardi (Francesco) e questo è Spinnit.

Spinnit è un podcast ed è il nostro modo di condividere la grande passione che ci accomuna: la musica.

Di volta in volta parleremo dei nostri album preferiti, cercando di fornire delle chiavi di lettura che possano permettere a tutti di capirli e apprezzarli. Rock, jazz, pop, blues, e tutto quello che vi può venire in mente, ma rigorosamente di qualità. Se indipendente meglio ancora!

https://spinnit.it/

    Ep 38 | Intervista con Deiv Agazzi

    Ep 38 | Intervista con Deiv Agazzi

    Prima di prenderci una forse-non-molto-meritata pausa estiva, che sicuramente ritemprerà gli animi e ci darà modo di vivere con lentezza e di mettere ordine nelle nostre teste-di-disco, siamo tornati in studio per registrare un ultimo episodio: one last dance.

    Il protagonista di questo season finale, a.k.a. episodio 38 di Spinnit, è Deiv Agazzi giornalista free-lance per Rumore e Rollingstone e dj/conduttore radiofonico su Controradio, storica emittente indipendente fiorentina.

    Continua quindi il nostro viaggio attraverso le realtà del territorio fiorentino e questa volta torniamo a parlare di musica a tutto tondo: dalla radio, alle riviste cartacee; dai classiconi intramontabili, alle uscite più scottanti dell’ultimo periodo; dai talebani dell’Hip-Hop, ai progressisti della Trap, e moltissimo altro.

    In realtà, sarebbe molto più semplice elencare quello di cui NON si è parlato. Il fato ha voluto che per l’ultimo episodio prima della pausa estiva ci imbattessimo in qualcuno che fa per lavoro quello che noi facciamo per passione: potevano mancare argomenti su cui confrontarsi?

    Il risultato lo potete vedere voi stessi, precisamente dando un’occhiata alla durata di questo monolitico episodio. La leggenda narra che la registrazione audio iniziale senza tagli sia più lunga delle sessioni originali di On The Corner di Miles Davis, ma meno del tempo che intercorre tra un disco e l’altro dei Verdena. Tuttavia, seguendo un po’ l’ispirazione (o forse per un colpo di sole) abbiamo pensato che fosse bello salutarsi con un episodio bello ciccione, pieno di spunti di riflessione, di suggerimenti musicali e di aneddoti di chi lavora all’interno dell’ambito musicale in un contesto alternativo e indipendente.

    Ringraziamo Deiv per la disponibilità dimostrata e per il suo contributo.

    Spinnit va in vacanza (…formalmente, poi qualcosa imbastiamo sempre, non fatevi fregare), Voialtri state al fresco, ascoltate/guardate l’episodio e fateci sapere cosa ne pensate ai soliti canali: il nostro whatsappone al +39 379 1449026; e su Instagram e Facebook.

    Ci vediamo presto!

    Spinnica redazione unita


    ---

    Send in a voice message: https://anchor.fm/spinnit/message

    • 1h 57 min
    Ep 37 | Intervista con Edera Rivista

    Ep 37 | Intervista con Edera Rivista

    I protagonisti dell'Episodio 37 di SpinnIt sono i ragazzi di Edera Rivista, mensile cartaceo e indipendente under 30. Dopo l'Episodio 36 con Samuele Proto, restiamo nel territorio fiorentino ma questa volta per raccontarvi - e farci raccontare - una realtà indipendente giustissima.

    Leonardo Torrini e Tommaso Nuti, infatti, ci hanno parlato Edera Rivista, la loro creatura editoriale che da quasi 6 anni propone a Firenze un magazine cartaceo, eventi e reportage. 

    In particolare, partendo dalle origini di Edera, siamo arrivati a parlare di aggregazione, giovani che propongono cultura, giornalismo nel senso più nobile e reportage. 

    Proprio a tal proposito, Tommaso e Leonardo ci hanno raccontato della loro ultima fatica "Davide - Ritratto del Capitano Astori", documentario - realizzato in collaborazione con il Comune di Firenze, Cure2Children e con musiche di Samuele Proto, Marco Matrone e Giulio Belviso di SHED626 -  che racconta la vita e l'impegno sociale di Davide Astori, attraverso le parole di chi lo ha conosciuto e amato.

    Un lavoro davvero bello che vi inviatiamo a guardare: merita! Lo trovate su YouTube nel canale di Edera Rivista.

    Visto che siamo a SpinnIt, comunque, non poteva mancare la musica: abbiamo parlato dell'ultimo evento live organizzato da Edera: Edera Night 6.0, che ha visto sul palco Samuele Proto, Elephant Brain e Fast Animals  and Slow Kids. Primo evento post pandemia a Firenze, tra l'altro; scusate se è poco!

    Fateci sapere, come al solito, cosa ne pensate dell'intervista tramite il nostro whatsappone al +39 379 1449026; e su Instagram e Facebook.

    Restate sintonizzati, perché abbiamo ancora qualche cartuccia da sparare prima delle meritate - sì, dai! - vacanze estive!

    https://spinnit.it/

    https://ederarivista.it/




    ---

    Send in a voice message: https://anchor.fm/spinnit/message

    • 1h 2 min
    Ep 36 | 'Preludio', intervista con Samuele Proto

    Ep 36 | 'Preludio', intervista con Samuele Proto

    Spinnit è tornato con un nuovo freschissimo episodio in presenza. Dopo la nostra rave-avventura in DAD con Roberto Gossi, torniamo nella piana fiorentina per supportare gli eroi locali.

    L’ospite del trentaseiesimo episodio del podcast è un fratello, un amico, un musicista affaccendato e a km0: Samuele Proto, chitarrista, cantautore e produttore.

    Le / i più hardcore di voi se lo ricorderanno sicuramente per alcuni nostri endorsement e ringraziamenti presenti nei primi episodi di Spinnit - assemblati proprio grazie al suo contributo tecnico fondamentale - quando registravamo le puntate a casa di @protofra ad orari improbabili e con mezzi molto più scarsi di quelli attuali, ma sempre con la stessa attitude presabene.

    Con Samuele abbiamo parlato della sua formazione e delle sue maggiori influenze musicali: c’entrano il blues e c’entraJohn Mayer.

    Samuele Proto ha anche raccontato dei suoi due nuovi brani Preludio e Universe, che anticipano il disco d’esordio dopo l’EP “33 Stradale” del 2019.

    All’interno della puntata troverete anche una versione acustica e in presa diretta di Preludio, quindi drizzate bene le orecchie.

    Contestualmente, ci siamo fatti raccontare della sua recentissima esperienza compositiva, nata da una collaborazione con Edera Rivista, magazine fiorentino “cartaceo e Under 30”, che lo ha portato a sonorizzare il film-documentario su Davide Astori, intitolato DAVIDE – Ritratto del Capitano Astori.

    In questo episodio si parla di musica, ovviamente, ma si parla anche di impegno, di sogni e di come sia possibile attraverso la collaborazione creare delle realtà emergenti e offrire delle valide alternative ai canali tradizionali; in una parola e tre numeri (e un sottotitolo): SHED 626 – Music Hub.

    Supportate l’arte e la cultura, state freschi e rimanete sintonizzati; Spinnit è con voi.

    Trovate Preludio di Samuele Proto all'interno della nostra mega playlist Spinnit Cares.

    https://spinnit.it


    ---

    Send in a voice message: https://anchor.fm/spinnit/message

    • 51 min
    Ep 35 | 'CASSADRITTA', intervista con Roberto Grossi

    Ep 35 | 'CASSADRITTA', intervista con Roberto Grossi

    Ormai lo sapete, Spinnit è controcultura e di controcultura si parla. Nell’episodio trentacinque abbiamo avuto l’onore e il piacere di ospitare, anche se a distanza, per necessari limiti logistici, Roberto Grossi, architetto e fumettista romano, fresco di pubblicazione di CASSADRITTA, uscito per Coconino Press lo scorso Maggio.

    Facendo molta attenzione a non spoilerare niente di CASSADRITTA (che ovviamente vi invitiamo a leggere), abbiamo cercato di approfondire l’universo della cultura rave che ruota intorno al fumetto.

    Ci siamo fatti raccontare da Roberto quello che era il contesto sociale romano dei primi anni ’90, a partire dal movimento studentesco della Pantera, che è stato di basilare importanza alla creazione di un substrato fertile per lo sviluppo della scena rave romana, delle occupazioni e dei free party.

    Durante la nostra chiacchierata abbiamo parlato delle periferie cittadine, dei luoghi abbandonati e del ruolo che le zone residuali hanno assunto nella cultura rave; di musica, ovviamente, ma in modo trasversale, a testimonianza del fermento eterogeneo della scena romana del periodo tra punk, industrial, elettronica ed hip-hop; di fumetto: dall’eredità di Pazienza e Tamburini, al suo ritorno di fiamma odierno sugli scaffali delle librerie.

    Ringraziamo infinitamente Roberto per l’intervista. CASSADRITTA è un fumetto semplice, ma dall’essenza potente; speriamo possa suscitare curiosità verso una cultura spesso vittima di facili luoghi comuni, ma che incarna valori di socialità e confronto assolutamente condivisibili anche a 20 anni di distanza dal suo apice.

    Alle solite, fateci sapere se questo episodio vi è piaciuto. Potete scriverci sia su Instagram e Facebook, che alla nostra hotline sempre attiva al numero +39 379 1449026.

    https://spinnit.it


    ---

    Send in a voice message: https://anchor.fm/spinnit/message

    • 56 min
    Ep 34 | 'Belle Époque', intervista con Michele Tino

    Ep 34 | 'Belle Époque', intervista con Michele Tino

    Dopo un’imprevista interruzione causata dallo spirito del tempo, siamo tornati nel nostro amato studio. In linea con la narrazione attuale si potrebbe parlare dell’episodio trentaquattro di Spinnit come l’episodio della ripartenza: si torna in studio e torniamo ad ospitare musicisti in presenza.
    L’ospite del trentaquattresimo episodio è Michele Tino, sassofonista e compositore jazz, che è passato da Spinnit a presentare il suo disco d’esordio, Belle Epoque, uscito per l’italiana Auand Records lo scorso 4 giugno.
    Con Michele abbiamo approfondito il percorso musicale che lo ha portato a comporre e pubblicare il suo disco d’esordio: dalla sua formazione, ai dischi fondamentali che più lo hanno influenzato; dalle esperienze all’estero, alla sinergia che nasce dal suonare con gli amici di sempre.
    Con Belle Epoque, Michele Tino ha cercato di impressionare – nella concezione fotografica del termine – vari momenti e varie immagini che hanno segnato la sua vita e lo hanno formato, sia dal punto di vista artistico, che umano. Questo disco, infatti, rappresenta più un punto di partenza che un punto di arrivo.
    Abbiamo parlato poi dei suoi attuali ascolti, di David Binney, della scena jazz di Los Angeles e delle contaminazione tra elettronica e jazz tradizionale.
    Ringraziamo di cuore Michele per essere passato in studio a fare due chiacchiere con noi. Belle Epoque ci è piaciuto un sacco e con questa progressiva ripartenza speriamo di poterlo sentire suonato live al più presto.
    Alle solite, fateci sapere se questo episodio vi è piaciuto. Potete scriverci sia su Instagram e Facebook, che alla nostra hotline sempre attiva al numero +39 379 1449026.
    spinnit.it

    ---

    Send in a voice message: https://anchor.fm/spinnit/message

    • 44 min
    Ep 33 | On Time For Her, intervista con Sans Soucis

    Ep 33 | On Time For Her, intervista con Sans Soucis

    “Dica TRENTA-TRE” come la domanda cult del medico con uno stetoscopio alle orecchie, come gli anni di Cristo e , da ora, come gli episodi di questo umile-ma-straordinario podcast chiamato Spinnit. Ospite della nuova puntata Giulia Grispino, in arte Sans Soucis.

    Se ci seguite da un po’ di tempo, saprete quanto siamo in fissa con la scena inglese/londinese attuale e, in generale, quante delle nuove uscite discografiche - che finiscono a girare assiduamente sui nostri piatti - provengano da oltremanica.

    A tal proposito, abbiamo avuto il piacere di farci una bella chiacchierata con Sans Soucis, musicista e cantautrice modenese da diversi anni basata a Londra, UK. Le abbiamo chiesto del suo ultimo singolo I’m On, che chi ci segue nelle nostre dirette notturne del pazzo venerdì su Twitch ha già sentito, e del disco che il brano va ad anticipare: On Time For Her, in uscita il 24 Settembre.

    Durante l’intervista abbiamo poi parlato della scena londinese e di cosa significhi per Sans Soucis esserci: sia dal punto di vista dell’artista, che da quello di appassionata di musica a tutto tondo; vivere in un contesto in pieno fermento – artistico, soprattutto – offre la possibilità di ricevere infiniti stimoli, dalle collaborazioni alle contaminazioni.

    Le abbiamo chiesto, poi, del suo percorso di crescita come musicista: dai primi ascolti r’n’b/soul, fino allo studio della musica jazz; del suo processo creativo e anche del suo impegno nel sociale con Amani for Africa e con la Abram Wilson Foundation. Infine, abbiamo passato in rassegna una playlist che Giulia ha gentilmente curato per l’intervista, con alcuni dei brani che più le hanno tenuto compagnia in questo pazzo, pazzo, pazzo 2020.

    Alle solite, fateci sapere se questo episodio vi è piaciuto. Potete scriverci sia su Instagram e Facebook, che alla nostra hotline sempre attiva al numero +39 379 1449026.

    https://linktr.ee/spinn.it


    ---

    Send in a voice message: https://anchor.fm/spinnit/message

    • 1h 13 min

Recensioni dei clienti

4,8 su 5
17 valutazioni

17 valutazioni

@cacio ,

Head hunters

Il miglior podcast musicale del terzo millennio, gestito da due maestri dell’ascolto. Il più bravo dei due? Senza ombra di dubbio: Francesco.

tex_willer_p ,

Ottimo podcast, super consigliato!

Podcast molto divertente ed interessante fatto da due appassionati. Interviste al top!

Rubens80 ,

Ottimo podcast...

...fatto da due ragazzi appassionati di musica e che sanno ed hanno qualcosa da dire. Genuini. Bravi continuate cosi.

Top podcast nella categoria Musica

OnePodcast
Dog-Ear
Radio 105
Alessio Bertallot
Fat Mike
Tiësto