30 episodes

Un viaggio straordinario nei bui meandri della mente umana, attraverso i più crudi e reali esperimenti della storia, che hanno ispirato macabre teorie psicologiche. A cura di Amedeo Draghi, libero professionista del settore digitale, laureato in psicologia cognitiva applicata, appassionato di storytelling.

Giallo Psicologico Amedeo Draghi

    • True Crime

Un viaggio straordinario nei bui meandri della mente umana, attraverso i più crudi e reali esperimenti della storia, che hanno ispirato macabre teorie psicologiche. A cura di Amedeo Draghi, libero professionista del settore digitale, laureato in psicologia cognitiva applicata, appassionato di storytelling.

    La vera storia del volto su Marte

    La vera storia del volto su Marte

    Il 31 Luglio 1976 venne rivelata quella che apparentemente sembrava essere una notizia sconcertante, per certi versi una prova inconfutabile dell’esistenza di vita aliena su altri pianeti. I giornali di numerosi paesi mostravano le foto di una regione montuosa di Marte, il pianeta rosso.

    Ciò che è possibile scorgere, ad una prima vista, sarebbe in grado di far raggelare il sangue a chiunque. Osservando con attenzione, si vede un volto umano.

    Due occhi, una bocca, un naso. Perfino le sopracciglia. Com’era possibile? Tanti si lanciarono in voli pindalici, affermando che probabilmente il pianeta terra era stato colonizzato tempo fa da extraterrestri con le sembianze umane.

    Quel momento fu la fortuna di una teoria non molto diversa da quella del rael: gli esseri umani erano stati creati dal DNA di esseri alieni, i costruttori di vita, con sembianze umanoide.

    Che il volto su Marte fosse un insediamento dei costruttori? Chissà… forse… scopriamolo insieme nella puntata di oggi.

    • 8 min
    L'esperimento psicologico più inquietante della storia: tra Lucifero e Stanford

    L'esperimento psicologico più inquietante della storia: tra Lucifero e Stanford

    La vicenda di oggi è popolare, ma ne viene quasi sempre narrata solo una metà: quella spettacolare.

    In questa puntata io ti racconterò sia la più famosa, che la seconda, spesso messa in ombra perché ritenuta di poco conto. Bene… io la penso diversamente.

    Preparati a scoprire i dettagli più macabri dell’effetto lucifero, studiati a fondo da Philip Zimbardo, uno degli psicologi più famosi dell’epoca moderna.

    • 13 min
    L'uomo che nacque due volte e divenne immortale

    L'uomo che nacque due volte e divenne immortale

    Ogni nascita umana è un evento speciale, un fenomeno affascinante. La scintilla dell’esistenza accesa dall’atto sessuale, che si trasforma in un essere senziente.
    Un’individualità che, crescendo, si svilupperà, soffrirà, amerà e donerà altra vita.

    Ogni nascita umana, generalmente, accade una volta sola. Venire al mondo due volte sarebbe impossibile.

    Come spesso sentiamo dire, ognuno di noi è differente. Anche ammesso che, vivendo più vite, tornassimo indietro, saremmo sempre noi con i medesimi pregi e difetti.

    Esiste tuttavia, in letteratura scientifica, il racconto di un uomo che dopo essere stato ucciso, ritornò al mondo con una personalità differente. Come se l’incidente dal quale venne colpito avesse cambiato non solo il suo cervello, ma anche la sua personalità.

    Quella di oggi è una storia che dietro all’iniziale e apparente eccitazione, nasconde numerose ombre.

    Ombre di morte, che permisero a quell’uomo di vivere per sempre nei manuali di psicologia e neuroscienze, rendendolo immortale.

    • 9 min
    Il massacro di Jonestown: Jim Jones e il tempio del popolo

    Il massacro di Jonestown: Jim Jones e il tempio del popolo

    La Guyana Nord Occidentale è un territorio difficile, caratterizzata da pianure paludose, con montagne che si ergono ad ovest e nella parte meridionale, al confine con il Brasile.

    Un clima tropicale, con estati afose e inverni ostici a fare da sfondo ad un panorama socioeconomico ben al di sotto della soglia di povertà.

    Un posto tutt’altro che tranquillo, che raggiunse l’apice del suo splendore nel 1978 quando più di 900 persone si tolsero la vita nel suicidio di massa più popolare mai documentato dai media prima di allora. Una tragedia a tinte fosche, che secondo alcuni presenterebbe numerose criticità.

    La storia che sto per raccontare ha forti connotati psicologici, ed è stata largamente studiata al tempo prendendo come punto di partenza una delle opere più famose di Freud, che si dice ogni leader mondiale abbia letto prima di divenire importante.

    Si tratta di psicologia delle masse e analisi dell’io, un libro che approfondisce alcune dinamiche comportamentali utili a comprendere e reindirizzare a piacimento la volontà delle folle.

    Un vero e proprio trattato sui meccanismi psicologici che permetterebbero ad un qualunque leader carismatico di chiedere e veder esaudito ogni suo desiderio, ogni sua irreparabile follia.

    E chissà che forse anche Jim Jones, il leader criminale del tempio del popolo, non l’abbia avidamente letto.

    • 14 min
    Speciale 4 Chiacchiere | Contenuti della seconda stagione

    Speciale 4 Chiacchiere | Contenuti della seconda stagione

    Dopo i buoni risultati della prima, il 6 Settembre 2022 inizierà una nuova ricca stagione. 16 episodi riguardanti psicologia e cronaca nera, come da voi deciso su Instagram. Parleremo di moderni messia che hanno portato al suicidio centinaia di persone, società segrete che purificano i propri adepti con il fuoco, psicologia e terrorismo, esplosioni mortali di navicelle spaziali, esperimenti psicologici al limite della pazzia, morti annunciate e acchiappafantasmi.

    All'interno del 4 chiacchiere di oggi vi darò maggiori informazioni.

    Come al solito, riscopri la psicologia, da un punto di vista differente. Una nuova serie: ascolta informazioni e fatti evidencebased, raccontate me, amedraghi, un fan dello storytelling 😍⁠

    Scopri il progetto
    www.giallopsicologico.it/

    • 12 min
    Io voglio credere, ma non a tutto: parapsicologia e scienza

    Io voglio credere, ma non a tutto: parapsicologia e scienza

    I Want to believe è il motto di una delle serie televisive sul paranormale più famose degli anni 90. Mi riferisco ovviamente a X-files, dove i giovani Fox Mulder e Dana Scully interpretati da un intramontabile David Duchovny e una straordinaria Gillian Anderson portano avanti investigazioni ai limiti della realtà.

    Il copione è sempre lo stesso: il caso di turno sui quali i due indagano presenta caratteristiche paranormali. Vengono scomodati alieni, medium con proprietà telecinetiche o chiaroveggenti e molto altro.

    A caso risolto però le prove vengono sempre a mancare, o svaniscono dopo essere state toccate con mano da Molder e Scully, o ancora peggio vengono insabbiate da strani esseri in nero.

    Fox e Dana hanno visto, hanno percepito, ma rimangono con la loro unica esperienza e in mancanza di dati oggettivi. Non resta che impegnarsi e documentare, perché l’agente Mulder vuole crederci: la prossima sarà la volta buona.

    Quanto vale l’esperienza del singolo dinanzi a dati statisticamente rilevanti? Perché i fenomeni paranormali non possono essere considerati scientifici?

    • 12 min

You Might Also Like