10 episodes

"In Da Hood vuole raccontare la scena elettronica locale, Roma: un contenitore di artisti e di energie con altissimo potenziale. Vogliamo portare l'attenzione su chi fa parte di questo circuito underground, il percorso, le influenze, i progetti, il sound."

IN DA HOOD SPIN beershop&records

    • Music

"In Da Hood vuole raccontare la scena elettronica locale, Roma: un contenitore di artisti e di energie con altissimo potenziale. Vogliamo portare l'attenzione su chi fa parte di questo circuito underground, il percorso, le influenze, i progetti, il sound."

    #5 In Da Hood with JFrank - Live Set

    #5 In Da Hood with JFrank - Live Set

    Live set by JFrank @Spin beershop and records, Garbatella, Rome

    • 1 hr 20 min
    #5 In Da Hood with JFrank - Interview

    #5 In Da Hood with JFrank - Interview

    Quinta puntata blitz per In Da Hood, siamo riusciti a portare in consolle il nostro super busy (double dad) ospite d'onore Julian! in arte JFrank, che ci ha raggiunto a Garbatella per portarci un po' della sua musica, raccontarci un po' della sua storia, dei suoi contatti con la scena British e delle sue produzioni su vinile, per poi esaltarci con un live set totalmente improvvisato. Un piccolo setup di mini macchine orchestrate da una Octatrack MK2 della Elektron.

    Nella selecta della prima parte ascoltiamo i vinili portati da Julian, dove troviamo le sue influenze - della serie: "la musica che ci sentivamo da piccoli" - passando dalla IDM più estrema e arrivando alle morbide sonorità funky della Motown, includendo diversi dischi di amici che hanno fatto parte del network di JFrank e che lo hanno accompagnato negli anni.

    Alcuni vinili, piuttosto vecchi e impolverati, hanno messo a dura prova il nostro giradischi.



    PLAYLIST

    JFrank - Break Bureaucracy

    JFrank - Sleeper Service

    XZICD - Ghalka Neij

    Syl Kougai - Pisces

    Raiders of the Lost Arp - On and On

    Rick James - Ghetto Life

    Whitney Houston - i wanna dance with somebody

    michael jackson - Wanna be Startin' Somethin'

    Harold Faltermeyer - Shoot Out

    Daddy Long Legs - The Club

    Marta de Pascalis - Sonus Ruinae pt. 2

    • 1 hr 6 min
    #4 In Da Hood with Da'Wei - live set

    #4 In Da Hood with Da'Wei - live set

    Live set by Da'Wei @spin beershop and records

    • 2 hr 34 min
    #4 In Da Hood with Da'Wei - interview

    #4 In Da Hood with Da'Wei - interview

    In Da Hood n.4 questa volta puntata a tema Moog, ospite d'onore Davide, in arte Da'Wei che ci ha portato un set di tutto rispetto.curioseremo un po' tra le sue macchine molto belle, tra cui spiccano un synth a forma di scheda perforata (a tastiera isomorfa) che si accorda con il cacciavite, riverberi a frullatore e feticci nipponici. ma soprattutto ci parlerà dei suoi due piccoli moog (Minitaurus e Subharmonicum)descrivendoci nel dettaglio struttura di sintesi e varie possibilità di modulazione, il tutto davanti alla faccia esterrefatta di Luciano, ospite fisso oramai, Garbatella Represent, a cui però piace il rock degli anni '70.

    Playlist breve ma con pezzi storici che ospitano suono moog.

    Durante la puntata bevevamo Birrificio Sabino - Sole con incursioni anche su Artezan - Pacific e Artezan - Mara



    Playlist



    Gershon Kingsley - Pop Corn 

    Gershon Kingsley - Pop Corn (Aphex Twin RMX)

    Jean Michelle Jarre - Oxygene Pt. VIII

    Herbert A. Deutsch - Synthesizer Study #3

    Robert Schroeder - Hello

    Boards of Canada - Roygbiv

    • 52 min
    #3 In Da Hood with AHK - dj set

    #3 In Da Hood with AHK - dj set

    Dj set by AHK @spin beershop and records

    • 1 hr 53 min
    #3 In Da Hood with AHK - interview

    #3 In Da Hood with AHK - interview

    Nuova puntata Boom! ritmo energizzato, numerosi gli interventi, sempre nel groove del giorno: Miami Bass. Ai piatti Ivan, DJ e produttore romano conosciuto come AHK, che ci accompagna in un percorso storico, partendo dagli inizi e attraversando le influenze più importanti del genere. La playlist della puntata parla chiaro.
    Alcuni dei pezzi presentati nella prima parte potrebbero destare dubbi: tanto rap, selezioni insolite ma utili per il racconto, che parte dalla Germania per arrivare nella bassa Florida della coca e di Miami vice, degli street party e della breakdance. Diventa il sound più cool della città negli anni 80 per poi entrare successivamente nel mainstream, ibridandosi in differenti sottogeneri del rap e dell’elettronica.
    Durante la puntata vari ospiti e amici di passaggio. Ritornano i “Paoli”, invitati dei precedenti episodi, a cui questa volta si unisce anche Teslasonic. Interventi preziosi che Ivan ha battezzato come i notai della puntata, piazzati sul bancone di Spin, che intanto sfoggia, come da miglior tradizione, ottima birra artigianale. A darci supporto un pubblico al testosterone, c’erano tanti boys della electro romana in una Garbatella col sole, c’erano le famigliole, Luciano e gli altri personaggi del quartiere.
    Errata corrige: “The Bass that Ate Miami” e “Give it all you got” non sono ovviamente lo stesso pezzo, come erroneamente dichiarato durante la puntata.

    Durante la registrazione Fabrizio e Claudio bevevano Krieger – Helles, Lervig – Big Mouth, mentre Ivan ha scelto Oppigards – Every Day Ipa e Birrificio sabino – Crazy rabbit.

    PLAYLIST

    Kraftwerk – Trans Europe Express
    Afrika Bambaataa – Planet Rock
    Grandmaster Flash – Scorpio
    T La Rock – It’s Yours
    M.C.C. (Maggotron Crushing Crew) – The Bass that Ate Miami
    Afro-Rican – Give it All you Got
    Dynamix II – Don’t Touch that Dial
    Dynamix II – Bass Generator
    Al-Naafyish (The Soul) – Hashim
    Gucci Crew – Gucci Bass
    Twilight 22 – Mysterious
    Twilight 22 – Electric Kingdom

    • 43 min

Top Podcasts In Music

The Joe Budden Podcast
The Joe Budden Network
The Story of Classical
Apple Music
New Rory & MAL
Rory Farrell & Jamil "Mal" Clay & Studio71
THE MORNING SHIFT
YOUKNOW MEDIA
Drink Champs
Interval Presents
A History of Rock Music in 500 Songs
Andrew Hickey