16 episodi

Otto voci per immaginare e raccontare il futuro, oltre l'emergenza. Un podcast di Carlo Annese, prodotto con il sostegno di Zacapa Rum.

Come saremo, domani: migliori o peggiori? Radicalmente diversi oppure aggrappati alle vecchie abitudini? Come cambieranno le relazioni, il sesso, i sentimenti, i rapporti famigliari, dopo il lungo periodo di distanziamento sociale?
In queste settimane piene di angoscia c'è bisogno di risposte, di analisi e ragionamenti – parole e suoni che ci permettano di andare oltre, trovare un'idea di normalità e ricevere un messaggio positivo e di speranza. Otto artisti, scrittori e creativi racconteranno la loro idea di futuro, immaginando che cosa accadrà dopo la pandemia. Perché qualcosa, di sicuro, accadrà.

Illustrazioni di Andrea De Santis
Tema musicale di: Giorgio Ferrero e Rodolfo Mongitore (Minus&Plus)

Domani Piano P

    • Cultura e società
    • 3,9 • 211 valutazioni

Otto voci per immaginare e raccontare il futuro, oltre l'emergenza. Un podcast di Carlo Annese, prodotto con il sostegno di Zacapa Rum.

Come saremo, domani: migliori o peggiori? Radicalmente diversi oppure aggrappati alle vecchie abitudini? Come cambieranno le relazioni, il sesso, i sentimenti, i rapporti famigliari, dopo il lungo periodo di distanziamento sociale?
In queste settimane piene di angoscia c'è bisogno di risposte, di analisi e ragionamenti – parole e suoni che ci permettano di andare oltre, trovare un'idea di normalità e ricevere un messaggio positivo e di speranza. Otto artisti, scrittori e creativi racconteranno la loro idea di futuro, immaginando che cosa accadrà dopo la pandemia. Perché qualcosa, di sicuro, accadrà.

Illustrazioni di Andrea De Santis
Tema musicale di: Giorgio Ferrero e Rodolfo Mongitore (Minus&Plus)

    16. Nadia Terranova, un libro ci salverà

    16. Nadia Terranova, un libro ci salverà

    «Saremo migliori o peggiori?». Siamo partiti da questa domanda, cinque mesi fa, quando abbiamo cominciato questo podcast. Con il passare degli episodi quella domanda è scomparsa, non era più urgente: come l'idea stessa di un possibile cambiamento – dell'ambiente, delle relazioni, di noi come singoli e come comunità –, è stata travolta dalla realtà dei fatti.
    Con Nadia Terranova, scrittrice, finalista al Premio Strega 2019 e originale osservatrice dei nuovi costumi di un'Italia smarrita, proviamo a raccontare in questa ultima puntata di "Domani" i mesi che sono alle spalle e, soprattutto, quelli che verranno affidandoci agli insegnamenti che arrivano dalla grande letteratura, perché «è in momenti di trasformazione come questo che bisogna leggere».

    "Domani" è prodotto con il sostegno di Zacapa Rum (https://www.zacaparum.com/).
    Illustrazione di Andrea De Santis.
    Tema musicale di Giorgio Ferrero e Rodolfo Mongitore (Minus&Plus).

    • 30 min
    15. Andrea Chimento, il cinema dei sentimenti

    15. Andrea Chimento, il cinema dei sentimenti

    Tra film catastrofisti e documentari di denuncia, il cinema ha spesso anticipato la realtà o ne ha descritto le pieghe più oscure. In che modo racconterà, domani, il periodo e gli effetti della pandemia da Coronavirus? E quali conseguenze avrà sull’industria dello spettacolo questa crisi che non sembra affatto vicina alla conclusione? Lo abbiamo chiesto ad Andrea Chimento, uno dei critici più giovani e interessanti, che scrive sul “Sole 24 ore”. E la sua risposta è stata sorprendente.
    Con lui, che ha anche pubblicato un saggio sulle influenze degli attentati dell'11 settembre 2001 sulla produzione cinematografica degli Stati Uniti, abbiamo parlato di creatività, di mascherine sui set, di sale in gravi difficoltà e, soprattutto, di streaming in tv. Sarà quello, sempre di più, il futuro dei film?

    "Domani" è prodotto con il sostegno di Zacapa Rum (https://www.zacaparum.com/).
    Illustrazione di Andrea De Santis.
    Tema musicale di Giorgio Ferrero e Rodolfo Mongitore (Minus&Plus).

    • 29 min
    14. Armando Toscano, il silenzio degli adolescenti

    14. Armando Toscano, il silenzio degli adolescenti

    C'è un pensiero che, nonostante ci si sforzi, non riusciamo più a cancellare: per quanto il mondo che ci siamo costruiti intorno sia confortevole, nessuno di noi potrà più sentirsi davvero al sicuro. Nessuno. Nemmeno i più giovani, che per mesi i virologi avevano considerato praticamente invulnerabili, prima di un nuovo allarme sulla diffusione dei contagi anche tra gli under 25. Proprio adolescenti e ragazzi che nei giorni dell'emergenza hanno patito silenziosamente gli effetti collaterali del lockdown: l'interruzione dei rapporti sociali, la solitudine, l'istruzione a distanza, l'accettazione di regole e impedimenti. E soprattutto, l'incertezza sul futuro.
    Ne abbiamo parlato con Armando Toscano, uno psicologo sociale specializzato in relazioni tra persone, famiglie e spazi di vita, virtuali o reali. Nelle settimane più difficili dell’emergenza, Toscano ha coordinato uno sportello di ascolto gratuito del Comune di Milano e due progetti dedicati all’inclusione di adolescenti difficili e ritirati sociali (i cosiddetti hikikomori). La sua osservazione del fenomeno e le sue riflessioni su come siano mutati stati d’animo e rapporti sociali nei mesi scorsi sono il punto di partenza per capire che cosa accadrà nei prossimi mesi.

    "Domani" è prodotto con il sostegno di Zacapa Rum (https://www.zacaparum.com/).
    Illustrazione di Andrea De Santis.
    Tema musicale di Giorgio Ferrero e Rodolfo Mongitore (Minus&Plus).

    • 31 min
    13. Federico Faloppa, parole migliori per ripartire

    13. Federico Faloppa, parole migliori per ripartire

    Le nostre vite sono cambiate, e allo stesso modo è cambiato anche il linguaggio che usiamo. Siamo stati travolti dalle metafore belliche (la guerra dei medici-eroi contro il virus, nemico invisibile. Sono emerse nuove parole ("covidiota", per esempio), altre sono riemerse da dizionari burocratici e démodé (è il caso di "congiunti"), altre ancora (come come migranti o braccianti) ci hanno fatto riflettere sull'uso di un linguaggio tutt'altro che inclusivo. La lingua, del resto, riflette i cambiamenti sociali ed è a sua volta in grado di influenzare il nostro modo di percepire la realtà. In che modo è accaduto durante la pandemia, e con quali conseguenze, a medio e lungo termine? Lo abbiamo chiesto a Federico Faloppa, che insegna Storia della lingua italiana e Sociolinguistica nel Dipartimento di Lingue moderne dell’Università di Reading, in Gran Bretagna, ed è uno dei maggiori esperti di linguaggio di odio.

    «Per affrontare il domani avremo bisogno di riappropriarci del nostro tempo», dice il professor Faloppa, «che non è soltanto il tempo dettato dal consumo e dalla velocità. E dovremo avere una certa dolcezza nell'affrontare i problemi e una profondità nell'analizzarne le conseguenze.

    "Domani" è prodotto con il sostegno di Zacapa Rum (https://www.zacaparum.com/).
    Illustrazione di Andrea De Santis.
    Tema musicale di Giorgio Ferrero e Rodolfo Mongitore (Minus&Plus).

    • 30 min
    12. Ghemon, la musica ha un senso nuovo

    12. Ghemon, la musica ha un senso nuovo

    «Non so se vorrei regalare malinconia, per far cullare chi ascolta nel ricordo del disagio che ha vissuto sei mesi prima. Probabilmente vorrei regalare speranza o un pensiero che sia stimolante, che solleciti le persone a muoversi senza che questo diventi per forza un atto politico». Per Gianluca Picariello, molto più conosciuto con il nome d'arte Ghemon, la pandemia è stata un'occasione per interrogarsi su che cosa significhi fare musica, crearla e suonarla dal vivo. Ecco perché proprio lui da alcune settimane è tra i cantanti in prima linea per difendere i diritti di una categoria che sembra ignorata dalle istituzioni.
    A Ghemon abbiamo chiesto se riusciremo tranquillamente a riabbracciare uno sconosciuto sotto il palco di un "live", se il futuro delle canzoni sarà sempre più digitale oppure in vinile - il caro, vecchio disco sul quale lui stesso ha pubblicato il suo ultimo album, in pieno lockdown. E soprattutto se cambierà il rapporto fisico, affettivo tra le star del pop e i loro fan.

    "Domani" è prodotto con il sostegno di Zacapa Rum (https://www.zacaparum.com/).
    Illustrazione di Andrea De Santis.
    Tema musicale di Giorgio Ferrero e Rodolfo Mongitore (Minus&Plus).

    • 27 min
    11. Davide Enìa, la scena vuota

    11. Davide Enìa, la scena vuota

    Molti teatri, come i cinema, i musei e altri luoghi della cultura, hanno riaperto, ma sono ancora alle prese con le conseguenze del lockdown. Quasi metà dei cartelloni della scorsa stagione sono stati fagocitati dall'emergenza; le rassegne estive stanno ripartendo, ma per un numero di spettatori esiguo e ancora diffidente. Gli esercenti, le compagnie e tutto l'indotto sono vicini al crac economico, ed è molto difficile immaginare cosa accadrà nei prossimi mesi.

    Come cambierà il rapporto con la platea semivuota? In che modo il periodo di emergenza influirà sulla scrittura? Come si può evitare il fallimento di un intero settore: con un intervento più massiccio dello Stato oppure con un approccio imprenditoriale e privatistico? Ne abbiamo parlato con Davide Enìa, uno degli attori e drammaturghi più originali della scena teatrale italiana (ha vinto il Premio Ubu 2019 per il miglior nuovo testo per "L'abisso"), molto critico sulle scarse misure prese finora per sostenere lo spettacolo. «La prima conseguenza della pandemia», dice Enìa, «è la totale perdita di progettualità».

    "Domani" è prodotto con il sostegno di Zacapa Rum (https://www.zacaparum.com/).
    Illustrazione di Andrea De Santis.
    Tema musicale di Giorgio Ferrero e Rodolfo Mongitore (Minus&Plus).

    • 31 min

Recensioni dei clienti

3,9 su 5
211 valutazioni

211 valutazioni

kiblove ,

So what do they mean by

Jc of him he will never go again or anything else keep up with his name just as well not me because it’s

jdtxhccefh ,

She said it was the same as a

The only way to do is go back home to the next two hours and then I have the time for me and I can get it for a little while and I’ll jdjwwwyyw was a great way to see you I just 😜😄😁😄😄🎶

smileitaly ,

Salute

Gent Carlo Annese
,

Credo che le ripartenza per ognuno di noi dipenderà da cosa abbiamo fatto in questi due mesi!
Se avremo guardato tutto il giorno la TV , ci saremo pianti addosso e con gli amici e familiari, non sarà una bella ripartenza.

Se ci saremo preparati , avremo anche preparato un cambiamento dentro di noi e in quello che vogliamo offrire e proporre agli altri, magari anche con lo stesso lavoro che facciamo e abbiamo sempre fatto.

Il cambiamento che propongo sembra stupido ma 1- riguarda la salute 2- riguarda la Prevenzione 3- la Prevenzione è fondamentale per difenderci meglio anche dalle infezioni! ( coronavirus incluso)
Faccio il dentista da 42 anni e ho una mission : migliorare la SALUTE della bocca degli italiani, per migliorare la loro salute generale e quindi ridurre il più possibile i costi in salute e denaro per le famiglie e le istituzioni.
Per far questo ho bisogno di aiuto e di voce : voglio coinvolgere Colleghi e la gente per fare, e giornalisti seri che mi aiutino per diffondere e far conoscere.

Se Le interessa, sono a disposizione : Smile,italy! è il nome del mio progetto, se mi da un indirizzo Le posso inviare un video in cui spiego meglio tutto: inutile dire che mi farebbe piacere essere intervistato per dire tutto questo a tutti.

...a proposito di “ semi di futuro “ !

Grazie mille dell’attenzione , e complimenti per il suo podcast.

Enrico Rivarossa

335344572


Posso invia

Top podcast nella categoria Cultura e società

Potrebbero piacerti anche…

Altri contenuti di Piano P