1 episodio

La crisi climatica e le responsabilità dell'industria petrolifera.
Un podcast di Marco Grasso (professore di Geografia Economica e Politica all'Università di Milano-Bicocca) e Sabina Zambon, prodotto da Piano P in occasione di Youth4Climate e del Pre-Cop 26 di Milano.

Nonostante sapessero tutto da più di cinquant’anni, grazie alla sofisticata campagna negazionista che hanno finanziato e organizzato, alle iniziative di greenwashing e alla straordinaria capacità di nascondersi dietro le responsabilità dei consumatori, le compagnie petrolifere sono l’elefante nella stanza dei cambiamenti climatici. La società civile ha la responsabilità e la possibilità di spingerle a compensare le vittime dei cambiamenti climatici e a ripulire i propri processi e, soprattutto, prodotti.

L'illustrazione della cover è di Studio Pym.

Benzina sul fuoco Piano P

    • News
    • 4,3 • 46 valutazioni

La crisi climatica e le responsabilità dell'industria petrolifera.
Un podcast di Marco Grasso (professore di Geografia Economica e Politica all'Università di Milano-Bicocca) e Sabina Zambon, prodotto da Piano P in occasione di Youth4Climate e del Pre-Cop 26 di Milano.

Nonostante sapessero tutto da più di cinquant’anni, grazie alla sofisticata campagna negazionista che hanno finanziato e organizzato, alle iniziative di greenwashing e alla straordinaria capacità di nascondersi dietro le responsabilità dei consumatori, le compagnie petrolifere sono l’elefante nella stanza dei cambiamenti climatici. La società civile ha la responsabilità e la possibilità di spingerle a compensare le vittime dei cambiamenti climatici e a ripulire i propri processi e, soprattutto, prodotti.

L'illustrazione della cover è di Studio Pym.

    1. Il petrolio è dappertutto

    1. Il petrolio è dappertutto

    I vestiti, i mobili, i computer, gli smartphone, i dentifrici, i rossetti: qualsiasi cosa è un prodotto del petrolio, sia pure indiretto. Il petrolio è la fonte primaria di energia, il principale carburante dell’economia globale, la risorsa più importante del mondo, con effetti drammatici sul clima. La temperatura globale del pianeta è aumentata di 1,1 gradi centigradi rispetto all’epoca preindustriale, nel XVIII secolo. Il decennio 2010-2020, in particolare, è stato un periodo di caldo eccezionale su tutta la Terra. I sei anni più torridi della storia umana sono tutti successivi al 2015, e in particolare l’estate del 2021 è stata la più calda di sempre, sia in Europa che negli Stati Uniti. Se questa tendenza dovesse proseguire, le temperature potrebbero aumentare fino a 5 gradi entro la fine di questo secolo.
    Partendo da una serie di dati e lavori scientifici, il professor Marco Grasso afferma che se siamo arrivati a questo punto un responsabile c’è, ed è l’industria petrolifera. A cui, però, nessuno ha ancora chiesto conto dei danni.

    Il secondo episodio sarà disponibile giovedì 11 novembre 2021.
    L'illustrazione della cover è di Studio Pym.

    • 32 min

Recensioni dei clienti

4,3 su 5
46 valutazioni

46 valutazioni

Selvaggisvegli ,

Buon inizio. Attendo il resto

Bella prima puntata, densa di informazioni comunicate in maniera divulgativa. Argomento molto caldo e interessante. Attendo le prossime puntate.

egrabello ,

Prossimo episodio l’11 novembre

Il secondo episodio sarà disponibile dall’11 novembre.

FilippoRL ,

Bellissimo podcast

Podcast interessantissimo. Basato su ricerche serissime. Da non perdere per nessun motivo. Affronta tematiche fondamentali per la comprensione della crisi climatica.

Top podcast nella categoria News

Potrebbero piacerti anche…